Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Programma  :.  AREE MILITARI-BENI DEMANIALI  :. Valorizzazione e riuso degli immobili statali non utilizzati.
sottocategorie di Programma
 :. AREE MILITARI-BENI DEMANIALI




martedì
9
agosto
2022
San Edith Stein



Valorizzazione e riuso degli immobili statali non utilizzati.

Futuro prossimo per gli immobili dello Stato a Piacenza.

In Municipio a Piacenza si è svolta la presentazione degli esiti della consultazione pubblica sulla valorizzazione e il riuso degli immobili dello Stato attualmente non utilizzati.

I beni dello Stato sono alcuni all’interno della cinta muraria e hanno interesse di carattere storico: Bastione di Porta Borghetto, Torrione Fodesta, Bastione San Sisto, Porta del Soccorso e anche la rimessa locomotori Piacenza-Bettola.
Gli altri sono beni riconducibili alla Chiesa: ex chiesa di S.Agostino, delle Benedettine, San Lorenzo. Poi vi sono l’ex caserma Dal Verme e l’aree verde di viale Malta.


Si sono proposti 19 soggetti interessati (associazioni, privati, enti pubblici), con 17 proposte di valorizzazione.

All’incontro -“Futuro prossimo per gli immobili dello Stato a Piacenza” - erano presenti il sindaco Paolo Dosi, il direttore dell’Agenzia del Demanio Roberto Reggi, l’assessore Silvio Bisotti e Antonio Ottavio Ficchì, direttore regionale dell’Agenzia del Demanio per l’Emilia Romagna.


Il recupero del bastione di Porta Borghetto ha raccolto 4 manifestazioni di interesse, con idee che spaziano dall'utilizzo sportivo fino alla realizzazione di una cittadella della cultura e dell'artigianato.

Per l' ex rimessa locomotori ferrovia Piacenza - Bettola (il "Berzolla") , proposta per un centro multiculturale o uno spazio urbano per il coworking, nell'ex caserma Jacopo Dal Verme proposta di una 'casa bottega' per permettere alle giovani coppie e non solo di condividere spazi abitativi e attività lavorative.

Il bastione S. Sisto, il Torrione Fodesta e l'ex chiesa di Sant'Agostino potrebbero essere riconvertiti in bar e location enogastronomiche, per promuovere il vino piacentino e altre eccellenze.
In particolare S. Agostino si suggerisce una destinazione mista: ricreativa - culturale - ristorativa.

La Porta del Soccorso e l'ex chiesa delle Benedettine sono immaginate invece come luoghi ideali per attività culturali e musicali.

"Questo è un momento di difficoltà per gli enti locali, -da dettoo il Sindaco di Piacenza- perché ci sono poche risorse a disposizione per recuperare in maniera autonoma immobili come quelli che ora sono stati messi a disposizione, grazie a un'accelerazione degli iter da parte del Demanio".

Il direttore del Demanio ex sindaco Roberto Reggi ha fatto notare: "Oggi possiamo procedere al recupero di beni immobili per troppo tempo dimenticati, ed evitare situazioni di degrado. Le proposte avanzate devono essere sostenibili dal punto di vista economico, oltre ad avere un alto valore progettuale. Il Comune di Piacenza è stato disponibile nel partecipare a questo percorso, che prevede una visione d'insieme, valutando l'interesse della comunità".

Prima dell'apertura delle procedure di interesse (maggio), con la partenza dei primi bandi entro l'estate, sarà ancora possibile presentare domande e proposte.
Gli strumenti di valorizzazione sono l'alienazione, la locazione/concessione, concessione di valorizzazione.

Da segnalare che l'Università di Napoli ha presentato una proposta per tutti i beni messi a disposizione.
Teatro Gioco Vita ha presentato un progetto relativo all'ex rimessa della ferrovia (padiglione Brerzolla), per la realizzazione di un teatro da 400 - 600 posti.


pubblicazione: 11/03/2016

 19253

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Programma
 :...  AREE MILITARI-BENI DEMANIALI



visite totali: 1.303
visite oggi: 3
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,55
[c]




 
Schede più visitate in AREE MILITARI-BENI DEMANIALI

  1. Con la Nicolai una Pilotta piacentina
  2. Nuovo polo militare, ma quanto costa l'area?
  3. Aree militari, sì alla task force consiliare
  4. D'Amo è "rosso fuoco", il suo ruolo bipartisan non esiste proprio
  5. Vaciago: una commissione di garanzia? È inutile
  6. D'Amo si è dimesso: «Il centrodestra sbaglia»
  7. «Aree militari, l'amministrazione è incoerente»
  8. Aree militari, opportunità e nodo-risorse al vaglio della giunta.
  9. Un milione di metri quadrati tornerà al Comune
  10. Foti e Polledri: la Pertite non sarà ceduta
  11. Nicolai non più off-limits, mappe accessibili
  12. Aree militari, il bando entro la metà del 2008
  13. Pertite, il sindaco: c'è irresponsabilità
  14. Aree Militari, adesso si lavora ad un Masterplan
  15. Aree Militari : "Giunta visionaria, il privato non verrà"
  16. "Aree militari e rapporti politici all'insegna della collegialità"
  17. Aree militari, dubbi nella commissione che si interroga sulla sua identità
  18. Polo militare? Meglio dov'è, ma senza castello e ospedale.
  19. Caserme restituite alla città
  20. L'Arsenale polo storico-museale, case al Macra, parco alle Pertite
  21. Stato-Comune, primo sì sui beni demaniali
  22. Pertite, 8mila sognano coi bimbi della Calvino
  23. Aree militari, Consiglio ostaggio delle faide
  24. Recupero delle aree militari
  25. Padiglione Berzolla o "Bixio" per il museo verdiano
  26. Commissione Aree Militari : Gianni D'Amo presidente
  27. Cessione beni militari, firma tra 40 giorni
  28. Aree militari, 2 anni per far partire il piano
  29. Aree militari: pericoli all'orizzonte
  30. Polo militare, accordo a primavera
  31. Aree militari, D'Amo a Putzu: Io voluto da Reggi ? Critica ingiusta ed eccessiva.
  32. Prima riunione della "Commissione Aree Militari"
  33. Laboratorio militare al bivio
  34. Aree militari, la civica con Reggi: commissione finita
  35. Commissione Aree Militari : D'Amo getta la spugna

esecuzione in 0,078 sec.