Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  PIACENZA A COLORI  :.  Forum Piacenza  :. Un nuovo progetto per promuovere lo sviluppo.
sottocategorie di PIACENZA A COLORI
 :. Colori piacentini.
 :. Eventi.
 :. Forum Piacenza
 :. Ritratti.
 :. Piacenza vista dagli altri




domenica
25
ottobre
2020
San Gaudenzio



Un nuovo progetto per promuovere lo sviluppo.

di GIACOMO VACIAGO

Con l'inaugurazione del Vecchio Macello avvenuta sabato, si è completato, seppur molto modificato, il progetto "Piacenza Per Piacenza" (Pc2) avviato anni fa. Assieme al Polo universitario e al Polo logistico, erano questi i tre progetti con cui a metà anni '90 si era cercato di adempiere al dovere statutario del Comune che è quello di "promuovere lo sviluppo" della comunità piacentina.

Come ho già spiegato nella Arcelli Lecture del 2006 (che uso a lezione con i miei studenti per fargli toccare con mano i problemi dello sviluppo locale), la successiva Amministrazione comunale aveva però rinunciato a due di quei progetti.

Si era disfatta delle aree della logistica (non usandole più per attrarre a Piacenza i migliori operatori del settore), e aveva rinunciato ai "creativi" che erano da inserire in Pc2.
Era stato salvato solo il Polo universitario.
Per fortuna, visto che è questa la cosa più importante per il nostro futuro, a maggior ragione se si saprà continuare a investire anche sul collegato e molto ambizioso progetto "Collegio di Piacenza" (chi visita il Collegio Morigi, può apprezzare il buon lavoro fatto dal Comune, con il sostegno di Fondazione e Regione!).

Il problema a questo punto è abbastanza semplice: è sufficiente il Polo universitario per garantire l'obiettivo principale del Comune che è quello di promuovere lo sviluppo di Piacenza?

Ho ripetuto tante volte, anche su queste pagine, che di questi tempi lo sviluppo non te lo regala nessuno: devi fortemente volerlo, attivamente cercarlo, quotidianamente perseguirlo.

E che senza sviluppo, una comunità diventa "litigiosa e cattiva".
E' quello che vediamo da anni in Italia, e anche a Piacenza: invece di rimboccarsi le maniche e realizzare progetti ambiziosi, si passa il tempo a litigare, a criticare il prossimo, a ostacolarsi a vicenda, a piangere per l'avversa sorte.

Ma torniamo al problema che abbiamo oggi: la cosa più importante, e di rango nazionale e internazionale, che si è fatta a Piacenza negli ultimi 15 anni è il Polo universitario, con due realtà come Cattolica e Politecnico che presentano a Piacenza una qualità ben superiore alla media regionale (la Regione ci ha aiutato a superare le invidie a noi vicine, e dovremmo essergliene grati!).

Ma questo basta a sostituire quanto Stato e Chiesa avevano fatto a Piacenza nei secoli precedenti? Quando mi chiedono di datare l'inizio del declino da cui Piacenza non si è ancora ripresa, rispondo mettendo su un grafico le tante "chiusure" che abbiamo avuto.
Dai Fratelli delle scuole cristiane (S. Vincenzo) ai Gesuiti, a tanti altri conventi e istituti religiosi; dalla Caserma Cantore (S. Agostino) all'Ospedale Militare.

Stato e Chiesa che in passato avevano tanto investito a Piacenza (è solo da poco che lo Stato a Piacenza incassa più di quanto ci spende!) sono ormai un freno,? che non impedisce la libertà dei piacentini di andarsene tutti i santi giorni a lavorare a Milano!
Si può far meglio e di più?
Io credo di sì, e penso che ne abbiamo non solo la facoltà, ma il dovere.

Certamente a livello di Comune, che ce l'ha scritto nel suo Statuto, ma anche la classe dirigente della città dovrebbe quotidianamente interrogarsi su cosa si può fare per lo sviluppo di questa comunità.

L'occasione rappresentata dalla permuta "nuovo Polo militare per aree-e-immobili-già-militari in centro storico" induce a ritenere che questa sia una grande opportunità.

Potremmo pensare ad un nuovo, grande, progetto "Piacenza Per Piacenza Per Piacenza" (Pc3). E c'è già una Commissione speciale del Consiglio Comunale che ha avuto il compito di studiare questa opportunità.

Altre e diverse possono essere comunque le idee per progetti che servano a riportare Piacenza nel rango delle città che contano a livello nazionale ed internazionale, come in passato sono riusciti a fare Chiesa e Stato.
E' bene che questi progetti siano presentati e discussi presto.
Giacomo Vaciago


pubblicazione: 03/03/2008
aggiornamento: 08/03/2008

giacomo vaciago 14256
giacomo vaciago

Categoria
 :.  PIACENZA A COLORI
 :..  Forum Piacenza



visite totali: 1.235
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,26
[c]




 
Schede più visitate in Forum Piacenza

  1. Gaetano Rizzuto e Libertà.
  2. Fabbriche della Felicità : Piacenza città futura : quali le scelte ?
  3. Il FUTURO di Piacenza
  4. Il "dream team" per far decollare Piacenza
  5. Intervista a GIACOMO VACIAGO.
  6. Fabbriche della Felicità : Discussione a piu' voci e affondo di Vaciago
  7. Buon 2006.
  8. Cambiamo pelle, ma restano certe debolezze storiche
  9. Le nostre libertà dipendono dalle tasse.
  10. Una società sempre più coi capelli bianchi
  11. Ecco i piacentini, contenti ma scortesi
  12. Buon 2003 : parla Giorgio Lambri
  13. I ragazzi chiedono più verde
  14. Un piano per valorizzare la Marca Piacentina
  15. La popolazione di Piacenza al 31/12/2004.
  16. Piacenza e la Via Francigena
  17. Banca d'Italia Piacenza : commento alla relazione di Fazio
  18. Qualità della vita e ambiente «Ecco dove siamo peggiorati»
  19. “Comunicare” Piacenza
  20. La meccanica avanzata traino per l'economia piacentina.
  21. Montezemolo presidente di Confindustria
  22. Ecco i segni del risveglio di Piacenza
  23. Una scossa per Piacenza per evitare il declino
  24. Perché serve un nuovo umanesimo a Piacenza
  25. C'è chi sparge storielle.
  26. Quale città costruiamo per i nostri figli?
  27. Riqualificare Piacenza per svilupparla.
  28. Buon 2003 : parla Gaetano Rizzuto
  29. Buon 2007 : Per Piacenza più idee e progetti innovativi.
  30. Il benessere per Piacenza : prima bisogna costruirlo.
  31. Piacenza e la "squadra" per il salto di qualità.
  32. Il gioco di squadra a Piacenza secondo Mazzocchi
  33. Giglio: oltre la notte, più forti
  34. PIACENTINITA'
  35. Tre regole per guardare avanti

esecuzione in 0,125 sec.