Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  ECONOMIA Piacenza  :.  Pendolarismo  :. Treni, una commissione sul nuovo orario.
sottocategorie di ECONOMIA Piacenza
 :. Patto per Piacenza
 :. Marketing territoriale
 :. Fondazione
 :. Camera Commercio
 :. PcExpo
 :. Industria
 :. Meccanotronica
 :. Tecnopolo
 :. Estero
 :. Polo Logistico
 :. Agricoltura
 :. Authority Alimentare
 :. Artigianato
 :. Commercio
 :. Centro storico
 :. TESA-NewCo-ENIA-IREN
 :. Tempi spa - SETA
 :. Pendolarismo
 :. Polo militare
 :. Cooperazione
 :. Milano Expo 2015




mercoledì
30
settembre
2020
San Girolamo, dottore della Chiesa



Treni, una commissione sul nuovo orario.

Gli amministratori: per ora raggiunto un compromesso accettabile.

Un compromesso accettabile sulla carta, a metà tra le richieste degli utenti e le imposizioni di Trenitalia, ma ancora tutto da verificare nella sua effettiva applicazione pratica, attraverso un'apposita commissione di controllo insediata a Piacenza.
C'è il proverbiale "bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto" nel giudizio degli amministratori locali sul nuovo orario ferroviario regionale in vigore a partire dall'11 dicembre.
Ieri mattina l'ultima bozza, comprensiva di alcune delle modifiche richieste dal nostro territorio, è stata illustrata in municipio dall'assessore regionale ai Trasporti Alfredo Peri, al sindaco Roberto Reggi e al presidente della Provincia Gian Luigi Boiardi, accompagnato dall'assessore Patrizia Calza.
Un piano basato sulla sostanziale soppressione dei treni interregionali a favore degli intercity, frutto di sei mesi di negoziato e di incontri serrati fra tutti i soggetti coinvolti, che tuttavia ha riscosso la piena bocciatura dei pendolari piacentini.
«Molte delle nostre proposte di modifica - ha spiegato al termine del vertice il sindaco Reggi - sono state accolte, per rispondere all'esigenza di non lasciare scoperte le stazioni intermedie tra Piacenza e Milano e garantire tempi di percorrenza contenuti. Anche in tema di tariffe, apprezziamo l'impegno della Regione a compensare i costi aggiuntivi non facendo pagare un euro in più ai viaggiatori abituali. Sposiamo anche le perplessità più volte manifestate dall'associazione pendolari sull'effettiva attuazione del modello riformato: in relazione alla prevista istituzione di nuovi convogli in un tratto di linea già saturo, al numero dei posti a sedere disponibili e ai possibili ritardi».

Per mantenere sotto costante monitoraggio l'entrata a regime dei nuovi orari, è stata decisa l'istituzione a Piacenza di una commissione paritetica composta da Trenitalia, dalle amministrazioni locali e dai pendolari.
«Si riunirà dalla prossima settimana - ha chiarito il sindaco - con cadenza bimestrale, ma sarà convocabile ogni volta si verifichi una situazione critica; chiederemo ai pendolari di fornirci rapporti periodici».
Toni prudenti anche da parte del presidente Boiardi, che ha sottolineato l'importanza dell'organismo di controllo.
«Ci permetterà - ha affermato - di confrontare i dati e comprendere se il modello nuovo porterà benefici o meno: se non dovesse funzionare, l'atteggiamento delle amministrazioni sarà certamente diverso».
Proiettato all'appuntamento con la verifica generale fissata per il giugno del 2006 anche l'assessore Peri, che tuttavia ha difeso la mediazione raggiunta.
«Abbiamo lavorato 6 mesi - ha ricordato - per cambiare nella sostanza e rendere accettabile la prima proposta di orario avanzata da Trenitalia: siamo giunti a una sintesi di tante istanze spesso divergenti. Adesso viene la fase di traduzione nella realtà: l'impianto ottenuto è apparentemente migliorativo, ma saranno i fatti a dimostrarlo. Disponiamo di più treni, di più posti a sedere e di più puntualità, mentre il sistema tariffario resta invariato per i pendolari: per l'area piacentina il sovrapprezzo intercity non esiste e lo sconto per i viaggiatori occasionali sarà proporzionale all'utilizzo. Il tesserino regionale semestrale e annuale avrà inoltre validità anche in Lombardia. Il sistema che entrerà in vigore durerà 3-4 anni, fino all'attivazione dell'alta velocità, e ci sono le premesse perché gli sconti siano continuativi nel tempo».
Peri ha infine espresso piena disponibilità ad ascoltare le richieste di Fiorenzuola e Castelsangiovanni, in un incontro programmato nella prossima settimana in Provincia.
(Mauro Ferri, Libertà del 24 novembre 2005)


I pendolari: restiamo sul piede di guerra :
«Correzioni insufficienti, combatteremo fino all'ultimo»

Opposizione intransigente fino all'ultimo, per cercare di "stoppare" Trenitalia e il nuovo orario.
Non recede di un passo l'avversione dell'associazione dei pendolari piacentini di fronte alla rivoluzione attesa per l'11 dicembre prossimo nelle stazioni ferroviarie emiliane.
Franco Trespidi, consigliere dell'associazione, reputa del tutto insufficienti i correttivi introdotti e affaccia la possibilità (ancora da valutare in seno al sodalizio) di non partecipare alla commissione paritetica di controllo che verrà istituita per monitorare le novità.
«Vogliamo combattere fino all'ultimo per contrastare la manovra di Trenitalia - afferma - e a questo proposito sabato prossimo a Voghera si terrà un vertice tra tutte le associazioni di pendolari di Emilia, Lombardia, Liguria e Piemonte, più le rappresentanze dei consumatori, per stabilire forme comuni di protesta. Il nuovo modello non porta alcun miglioramento del servizio: non serve aumentare il numero dei convogli, occorre considerare anche il loro cadenzamento e i tempi di percorrenza».
«Basti pensare - conclude il portavoce dei pendolari piacentini - che in alcune fasce orarie vi sono "buchi" privi di convogli, e altre dove sono concentrati a grappolo. Anche in tema di tariffe, il danno si farà sentire per i viaggiatori saltuari e comunque lo sconto della Regione è un costo che grava sulle finanze pubbliche».
(Libertà del 24 novembre 2005)


pubblicazione: 24/11/2005

Reggi, Boiardi e Peri 8500
Reggi, Boiardi e Peri

Categoria
 :.  ECONOMIA Piacenza
 :..  Pendolarismo



visite totali: 2.010
visite oggi: 4
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,37
[c]




 
Schede più visitate in Pendolarismo

  1. Orario treni : siglato l'accordo Trenitalia-Regione Emilia Romagna.
  2. «Il Comune sosterrà le denunce dei pendolari»
  3. Torino-Milano, signori si cambia
  4. La Regione è coi nostri pendolari.
  5. Pendolari, il ricorso al Tar può partire
  6. La Lombardia si è schierata con i pendolari.
  7. Sui pendolari è scontro in consiglio
  8. Tariffe agevolate per Milano : merito della Regione Emilia Romagna ?
  9. "I parcheggi per auto utilizzabili dai pendolari"
  10. Cento denunce contro Trenitalia
  11. Reggi e Boiardi: cancellare il nuovo orario
  12. Gino Luigi Acerbi presidente del Comitato regionale pendolari.
  13. Per il Frecciarossa gioie e dolori
  14. Pendolari, "no" del Comune al ricorso contro l'accordo Trenitalia-Regione
  15. Il peggior orario ferroviario a memoria di pendolare.
  16. E' nata la “consulta” dei pendolari.
  17. La collera dei pendolari: alta velocità un inganno.
  18. Nuovo orario, pendolari sul piede di guerra
  19. Ecco che cosa chiedono i pendolari alla Regione
  20. Pendolari, Reggi boccia Trenitalia
  21. Trenitalia, 15 giorni per cambiare
  22. Pendolari a Piacenza
  23. Nuovo orario, l'ira dei pendolari piacentini.
  24. Treni: Piacenza-Milano in "soli" 66 minuti.
  25. E alla fine Piacenza resta sola.
  26. Ogni giorno cambia idea....
  27. I pendolari piacentini: agitazione permanente.
  28. Treni: nuovo orario, vecchi problemi
  29. Pendolari infuriati con l'assessore regionale Peri
  30. Comune e Trenitalia : presa di posizione ?
  31. Treni, una commissione sul nuovo orario.
  32. Il convegno dei pendolari
  33. Regione, ultimatum a Trenitalia
  34. Pendolari, se il nuovo sistema non funziona va rivisto subito.
  35. Nemmeno il ministro placa la rabbia dei pendolari

esecuzione in 0,093 sec.