Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  VARIE Piacenza  :.  TURISMO  :. Tra musei e monumenti: il turista vorrebbe di più e dà la "pagella" alla città
sottocategorie di TURISMO
 :. Valli Piacentine




lunedì
29
novembre
2021
San Saturnino



Tra musei e monumenti: il turista vorrebbe di più e dà la "pagella" alla città

Pasquetta in Piacenza città

Libertà 13 aprile 2004

Piacenza
Pasquetta a Piacenza città, lontano dalla calca delle rotte concitate del turismo di massa, in un viaggio che potrebbe unire alle sollecitazioni di natura culturale anche il piacere della scoperta, in quanto i "gioielli" locali restano sconosciuti ai più.
Incamminarsi lungo i sentieri piacentini dell'arte e della storia ha però oggi più il sapore di un miraggio che non di una tranquilla rivelazione, soprattutto se si arriva a Piacenza in treno.
La stazione - Ieri mattina, chiusa la tabaccheria dell'atrio della stazione, non c'era niente che potesse invitare un ipotetico turista a visitare la città.
La pianta delle linee del servizio pubblico non indica certo i principali monumenti, suggerendo magari come raggiungerli.
Girato l'angolo degli sportelli della biglietteria ferroviaria, una sorpresa positiva sono tre poster della Galleria d'arte moderna "Ricci Oddi", ma la loro collocazione un po' nascosta sembra più casuale, lasciata alla buona volontà di qualcuno, che non studiata per attirare l'attenzione del pubblico su un museo da visitare.
Il "bar-informazioni" - Nel bar della stazione, approfittando di un attimo in cui la clientela scarseggia, le bariste Antonella e Lucia si trasformano quasi in operatrici di quell'ufficio informazioni che qui non c'è, spiegando come si raggiunge il Teatro Municipale o piazza Cavalli, dove effettivamente è aperto lo Iat (Informazioni Accoglienza Turistica).
In mancanza di una pianta della città, si va però a spanne.
"La disponibilità ce la mettiamo - spiegano le bariste - ma quando ci sono i clienti in fila, non possiamo farli aspettare troppo.
Sembra di essere scortesi con chi ci chiede dov'è quel monumento, com'è la città, se nei dintorni c'è qualcosa da vedere, ma come si fa? Ogni giorno abbiamo richieste, però, purtroppo, se c'è gente da servire, non possiamo dar molto retta".
Appeso ad una mensola, il manifesto della mostra parmigiana su Gaspare Traversi: "Su Piacenza non abbiamo materiale".
La biglietteria - Probabilmente la stessa disponibilità "condizionata" la si otterrebbe dai ferrovieri allo sportello, però le code di viaggiatori in attesa costituiscono un valido deterrente al tentativo.
Un signore piacentino ci spiega cortesemente che in effetti esiste una grande pianta della città poco fuori dalla stazione, al margine dell'aiuola verso via Primogenita, e non è del tutto convinto del biglietto da visita reticente offerto da Piacenza a chi la raggiunge in treno: "Viaggio molto e prima di arrivare in un luogo mi documento.
Chi viene a Piacenza, lo fa perché è interessato a qualcosa: il Romanico del Duomo, il Rinascimento in Santa Maria di Campagna o il Barocco dei Cavalli del Mochi.
E se anche ci fosse un mare di informazioni, comunque uno andrebbe a vedere ciò per cui si è messo in viaggio".
La mappa - Eppure, ed è esperienza di molti, un'immagine può favorire l'incontro con luoghi fino a qualche minuto prima ignoti e, proprio per quello, per noi privi di attrattive.
Comunque sia, la grande pianta, che sembra incisa nel bronzo, localizza le principale istituzioni pubbliche, ma di culturale colloca solo i Musei di Palazzo Farnese, il Teatro Municipale e la Biblioteca Passerini Landi.
Alla fermata del bus bambini bolognesi attendono con pazienza che passi il 2 o il 3/7 per portarli all'Alberoni, sicuri della scelta perché accompagnati dal seminarista Alessandro: in quel momento altrimenti non ci sarebbe nessuno cui chiedere conferme.
Se a piedi ci si vuole incamminare verso il centro, si incontrano quasi esclusivamente immigrati, che riescono a fornire poco aiuto, soprattutto se si è alla ricerca di chiese specifiche, tipo Santa Maria di Campagna o San Sisto.
Piazza Duomo - In piazza Duomo si trovano altri turisti: giovani rugbisti neozelandesi, in procinto di sfidare nel pomeriggio i Lyons under 19 al Beltrametti; un gruppo di pisani in soggiorno alle Terme di Salsomaggiore, che dedicano all'esplorazione di Piacenza solo l'intera mattinata (per l'ora di pranzo saranno già in albergo), mentre una comitiva di tedeschi (di Stoccarda) sta raggiungendo a piedi piazza Cavalli e poi Palazzo Farnese: "Solo l'esterno - precisa la guida - perché poi dobbiamo tornare a pranzo a Roveleto di Cadeo.
Il loro è un tour soprattutto enogastronomico, che ha toccato anche Parma e Modena nei giorni scorsi".
Bar e ristoranti - Per chi volesse mangiare all'ombra del Duomo, sono comunque aperti un bar, la gelateria, la pizzeria e anche la tabaccheria (per spedire una cartolina).
Lo stesso in piazza Cavalli, dove non sono andati in ferie due bar, il ristorante da Renato e la tabaccheria.
Bagni pubblici funzionanti (al costo di 30 centesimi) ieri mattina sia in piazza Duomo, sia sotto l'arcata verso piazzetta delle Grida, inaccessibili però ai disabili.
Indicazioni stradali - Una famiglia romana, genitori e due bambini, osserva come siano carenti le indicazioni stradali per il centro storico e ci consiglia di passare all'ufficio Iat, dove ha trovato un'ottima accoglienza, l'economica "Piacenza in tasca" e materiale interessante.
Ci mettiamo in fila, dopo i neozelandesi (un loro rappresentante vorrebbe piantine di Piacenza per la folta delegazione, ne ottiene "massimo 15"), una coppia alla ricerca delle cascate di Calenzano e dell'elenco degli appuntamenti di aprile, che però non viene stampato per problemi con il computer.
Peccato inoltre che il servizio funzioni nei festivi solo dalle 9 alle 12.
I musei - Tutto regolare nei musei.
Sono a disposizione cataloghi e guide, sia alla Ricci Oddi sia a Palazzo Farnese, qui anche di Piacenza e provincia.
Anna Anselmi


pubblicazione: 13/04/2004
aggiornamento: 24/05/2004

Turista bendisposto 2657
Turista bendisposto

Categoria
 :.  VARIE Piacenza
 :..  TURISMO



visite totali: 3.255
visite oggi: 2
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,50
[c]




 
Schede più visitate in TURISMO

  1. Africa nascosta : la Tanzania
  2. La riserva di pesca alla trota fario di Ottone in Val Trebbia
  3. Pareti e Zanardi Landi: "Siamo al verde"
  4. Fibre ottiche e palmari, i “ciceroni elettronici”
  5. Tra musei e monumenti: il turista vorrebbe di più e dà la "pagella" alla città
  6. Il turismo come motore dello sviluppo piacentino
  7. PIACENZA TURISMI
  8. Turisti stazionari a quota 600mila.
  9. Centralina elettrica a San Salvatore ?
  10. Inaugurata la Conca di Isola Serafini.

esecuzione in 0,078 sec.