Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  PIACENZA A COLORI  :.  Colori piacentini.  :. Successo per il Mercato Europeo Edizione 2014
sottocategorie di PIACENZA A COLORI
 :. Colori piacentini.
 :. Eventi.
 :. Forum Piacenza
 :. Ritratti.
 :. Piacenza vista dagli altri




mercoledì
21
ottobre
2020
Sant'Orsola e compagne martiri



Successo per il Mercato Europeo Edizione 2014

Trecentomila? Sì, più o meno. E' il numero stimato, nelle tre giornate, dei frequentatori del Mercato Europeo, chiuso ieri sera. «E' il top, il limite oltre il quale è difficile andare, mi sembra già un'esagerazione». La decima edizione della rassegna strappa un'esuberante soddisfazione ad Angelo Grassi, presidente provinciale degli ambulanti dell'Unione commercianti. E si sa che gli operatori della categoria faticano ad ammettere di aver fatto buoni affari.
«E' stata un'edizione favolosa, anche gli screzi del passato per l'occupazione del viale ora sono un ricordo, i quindici posteggi riservati ai piacentini sono stati tutti occupati con prodotti andati a ruba - dice Grassi al settimo cielo per i buoni affari -, dalla torta di patate di Groppallo ai salumi, dai pisarei ai tortelli, all'oggettistica creativa».
Sapori d'Europa, d'Italia e di Piacenza. La rassegna di bancarelle, che ha nuovamente colorato di blu con stelle dorate il Pubblico Passeggio e intrattenuto alcune centinaia di migliaia di persone, è un'offerta unica di merci e prodotti arrivati dalla Sicilia, dal Nord e dall'Est del vecchio Continente. Che poi non sembra tanto affetto da senilità, come si vorrebbe far credere, se si osserva la vivacità dei frequentatori. «Sarà che sono finite le ferie, che settembre ha portato il bel tempo dopo l'estate piovosa, che l'avvio è coinciso con la ripresa dei "Venerdì piacentini" e i bar hanno offerto musica dal vivo, tutto questo insieme ha contributo a riversare una marea di gente sia in centro città che qui sul Facsal, dove ho visto tantissimi giovani. Tre bellissime giornate che hanno portato qui il mondo». Incontenibile nei commenti positivi, quasi parlasse di ripresa economica, del motore dell'economia che riprende, «può darsi» che sia una traccia.
Un segno di vitalità che arriva dagli operatori commerciali. Dalla loro volontà di praticare un mestiere, di tenerlo in gran conto, di spendersi per esso giorno e notte su centinaia di piazze a diverse latitudini (o altitudini) del Continente. Sono proprio loro ad indurre a credere nel futuro. Percorrono migliaia di chilometri, emigrano quotidianamente alla ricerca della piazza migliore, raccolgono, per proporli, i prodotti più buoni, fanno a gara sulla qualità per conquistare i clienti. Una scelta di vita. Che premia, evidentemente, se si considera l'altissimo numero dei clienti. Un'edizione di grande vivacità, dall'uno e dall'altro versante, un aspetto che non può fare che bene, lasciando in tutti un senso di soddisfazione, di compiacimento, di voglia di andare avanti fiduciosi. In questo senso va vista la rassegna, anche occasione per il commercio della città. Il Mercato Europeo è una vetrina che proietta Piacenza oltre i confini nazionali, verso altri mercati. Molti immigrati vi hanno trovato sapori di casa loro, molti piacentini hanno sperimentato gusti nuovi e gradevoli. Una commistione di popoli che insegna a vivere insieme, sotto la benedizione del commercio e non la maledizione delle armi. Il Mercato Europeo veicola coesistenza pacifica.
«Certamente la rassegna supera le divisioni nazionalistiche - dichiara Grassi -, dopo 10 anni siamo diventati una grande famiglia, una grande famiglia europea». Ci sono Pierre, venuto dalla lontana Bretagna, il tedesco Wilhelm che spilla la birra a fiumi, altri arrivati dalla Repubblica Ceka, dall'Austria e il solito, ma sempre graditissimo, spagnolo che con arte spadella fumante paella. Tra le new entry tricolore l'ambulante della Sardegna e quello calabrese con la pregiata liquirizia della sua terra.
Maria Vittoria Gazzola
LIBERTA'
15/09/2014


pubblicazione: 15/09/2014
aggiornamento: 20/09/2014

 19024

Categoria
 :.  PIACENZA A COLORI
 :..  Colori piacentini.



visite totali: 985
visite oggi: 1
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,44
[c]




 
Schede più visitate in Colori piacentini.

  1. Piacenza, la città delle caserme
  2. Rotary Club Valli del Nure e della Trebbia
  3. Tartago in Val Boreca
  4. Duecentocinquanta studenti hanno rievocato la battaglia di Annibale.
  5. Il corteo storico di Grazzano Visconti
  6. Sepolti da due metri di neve
  7. Franco Bagutti taglia il traguardo dei 40 anni di attività.
  8. Neve a Piacenza
  9. Addio al 50°Stormo
  10. Piacenza, 18 agosto 2007
  11. Marco Elefanti nominato Direttore Amministrativo dell' Università Cattolica
  12. Rebecchi Nordmeccanica : ecco il tricolore bis !!
  13. Casali, l'intima poesia dei luoghi amati
  14. Successo per i "venerdì piacentini"
  15. LA GRANDE NEVICATA DEL 7 GENNAIO 2009
  16. Si è insediato il nuovo Prefetto dott.Antonino Puglisi
  17. Gita al Lago Nero, gioiello dell'Alta Valnure
  18. Nevica su Piacenza e sul Nord Italia
  19. Una via o una piazza per Guido Ratti
  20. Piacenza sotto la neve.
  21. Acqua dell'Alta Valle, sorso di Valtrebbia
  22. Battaglia del Trebbia, in campo i ragazzi.
  23. Frutti Antichi si conferma un successo
  24. Coro di voci per via Guido Ratti
  25. Graziano Dragoni direttore generale del Politecnico di Milano.
  26. Nasce Il Filo di Pandora : lotta contro i disturbi alimentari precoci
  27. Meccanica, Piacenza ‘tira"
  28. A Piacenza quattro facoltà e un solo motore culturale
  29. Immigrati, nuove comunità crescono
  30. Reati in diminuzione grazie alla sicurezza partecipata
  31. Abitanti, quota 100mila si avvicina
  32. Cammina per le strade l'aria lieta del Natale
  33. Madonna col Bambino : un gioiello del 500 torna a nuova vita
  34. L'ex matricola che ha realizzato un sogno
  35. Piacenza promossa per l'Adunata Nazionale Alpini 2013

esecuzione in 0,140 sec.