Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Consiglio Comunale  :. Su Tempi scintille in maggioranza.
sottocategorie di COMUNE di PIACENZA
 :. Comune di Piacenza
 :. Consiglio Comunale
 :. Sindaco
 :. Rimpasto 2004
 :. Programma
 :. Bilancio
 :. Tasse e balzelli




domenica
20
settembre
2020
Santi Andrea K. Taegon, Paolo C. Hasang e compagni martiri



Su Tempi scintille in maggioranza.

Un'azienda, Tempi spa, in forte passivo (1,2 milioni di euro nel 2003, 1 milione nel 2004), una normativa che obbliga al ricorso a una gara di appalto per affidare il servizio del trasporto pubblico locale (tpl), la possibilità che questa gara (di respiro europeo) non la vinca l'azienda in questione - quell'ex Acap che da sempre gestisce gli autobus sul territorio piacentino e che è di proprietà di Comune (60%) e Provincia (40%) - ma uno degli altri nove concorrenti, anche soggetti privati, che un anno fa aderirono al bando di prequalifica lanciato da Tempi Agenzia, che è la società, pure posseduta dagli enti locali, incaricata della regia dell'iter concorsuale.
Questi gli ingredienti del consiglio comunale di ieri.
Ingredienti che hanno reso esplosiva la seduta con un dibattito prolungatosi per sei ore
(omissis)
ed una maggioranza che si è divisa al momento del voto: Piacentini Uniti da una parte, il resto dall'altra.

Si trattava di un ordine del giorno (ossia di un documento di semplice indirizzo che il Consiglio comunale rivolge alla giunta) ed il voto non era decisivo, tuttavia sono emerse con una certa chiarezza posizioni sulla delicata partita del tpl rimaste sinora sottotraccia.
In realtà gli odg erano 2 : il primo a firma di Antonio Levoni (gruppo misto) chiedeva alla giunta di «individuare le cause» della «grave e preoccupante situazione» di Tempi spa «sia sotto l'aspetto finanziario che amministrativo e soprattutto umano» (se l'azienda non vincesse la gara i suoi «300 dipendenti ne subirebbero gravi conseguenze») e di adottare idonei correttivi in grado di risolvere le problematiche» citate; l'altro odg, del diessino Graziano Celli e del suo capogruppo Carlo Berra, era finalizzato ad ottenere dal sindaco Roberto Reggi, quanto si era impegnato a fare in una seduta di due anni fa ma rimasto sin qui lettera morta, e cioè una relazione in consiglio comunale («in tempi brevi») su, principalmente, gli indirizzi che hanno ispirato la definizione delle procedure di gara» per il tpl.
L'odg di Levoni è stato bocciato dalla maggioranza, l'altro è invece stato approvato da un voto bipartisan che ha visto contrari solo i Piacentini Uniti.

Secondo Marco Marippi (Piacentini uniti, ex Piacentini con Reggi) il voto contrario sarebbe stato espresso per le accuse rivolte alla gestione della procedura di gara da parte, nella fase iniziale, dell'ex assessore Marco Elefanti (sviluppo economico) e successivamente dal presidente di Tempi Agenzia, Lorenzo Boscarelli.
Un attacco a due propri esponenti che ha provocato la reazione dei Piacentini Uniti, strenui difensori del percorso seguito per il tpl e della necessità di effettuare la gara per l'affidamento del servizio.
I Piacentini Uniti vedono nel bando l'unico modo per dare efficienza a un'attività che, con i suoi deficit, grava pesantemente sulle casse pubbliche (e se non si facesse la gara, sostengono, verrebbe meno il finanziamento regionale di oltre 1 milione di euro al mese di cui dovrebbero farsi carico gli enti locali e dunque l'intera collettività), ma anche la giunta che, per bocca del vicesindaco Anna Maria Fellegara, ha difeso la strada concorsuale battuta sin qui, assicurando che per i dipendenti di Tempi sono state predisposte le migliori tutele in caso il servizio andasse ad altri («La clausola sociale siglata dà tutte le salvaguardie per il mantenimento degli attuali organici, delle retribuzioni e delle sedi lavorative).


pubblicazione: 05/02/2005
aggiornamento: 06/03/2005

 5323

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Consiglio Comunale



visite totali: 1.380
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,24
[c]




 
Schede più visitate in Consiglio Comunale

  1. Diavolesse, Bruschini, bruscolini e bruschette.
  2. Assessorati, ecco la nuova "mappa"
  3. Compensi ai consiglieri, l'onorevole Foti è per l'austerity, ma i suoi lo bacchettano
  4. Giacomo Vaciago si dimette.
  5. Cisini, Silva, Boiocchi e Bulla sostituiscono i “colleghi” nominati in Giunta
  6. Indennità o gettone, facoltà di scelta a palazzo Mercanti
  7. Tutti i 40 eletti a Palazzo dei Mercanti: 24 alla maggioranza e 16 alla minoranza
  8. Il Consiglio si aumenta lo stipendio.
  9. Consiglio, già nove cambi di "maglia"
  10. Crocefisso nelle aule scolastiche
  11. Incarichi esterni, è muro contro muro.
  12. Ostruzionismo, tattica sbagliata e inutile ?
  13. Consiglio Comunale del 17/1/2005
  14. Stipendi alleggeriti in Comune
  15. «Reggi? Cerca la rissa, è lui a dividere il Pd"
  16. PIACENZA NOSTRA - UDC
  17. E' NATO IL REGGI BIS 2007
  18. Edoardo "Edo" Piazza capogruppo di Per Piacenza con Reggi
  19. Timpano e Polledri i "paperoni" del Consiglio Comunale
  20. «Non si sprechi suolo per l'Acna»
  21. Caso Ricciardi, il Polo non dà tregua.
  22. Alberto Squeri si è dimesso da Assessore
  23. CONSIGLIO COMUNALE
  24. «Muti quanto vuole per venire qui?»
  25. Difendiamo i crocefissi in aula.
  26. Reggi contro Marazzi
  27. Un consiglio che costa e perde tempo.
  28. Giugno 2002/dicembre 2004: il sindaco a metà mandato.
  29. Il parere di Luigi Salice
  30. Bruschini: «Non ho fatto nulla che richieda perdono»
  31. Gianni D'Amo
  32. Maggioranza spaccata sulle linee urbanistiche.
  33. Che amarezza, la lista civica è senza peso
  34. RIFLESSIONE PER LA RIPRESA DEI LAVORI : Piacenza eco-vivibile, acqua a parte
  35. Acqua & Società Mista

esecuzione in 0,234 sec.