Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  FILIBERTO PUTZU, politica  :.  Consiglio Comunale  :.  Bilancio  :. STATO DI AVANZAMENTO DEL PROGRAMMA
sottocategorie di Consiglio Comunale
 :. Grandi temi
 :. Bilancio
 :. Politichese




domenica
28
febbraio
2021
San Romano



STATO DI AVANZAMENTO DEL PROGRAMMA

CONSIGLIERE PUTZU (FORZA ITALIA)
Grazie Presidente.
Ovviamente diversità di vedute.
Probabilmente c’è da una parte la scarsa autocritica o la non abitudine a valutare e a chiedersi il perché delle cose ma è certamente fastidioso chiedersi perché una cosa succede e scoprire che magari hai fatto un errore....però chi amministra deve farlo perché anche – poi abbandono subito questa digressione – il fatto che il Sindaco abbia sostanzialmente detto “strano che i minori non accompagnati vengano tutti da noi, non si capisce il perché” e il perché gliel’ho appena detto, Sindaco: si è sparsa la voce, probabilmente per ora solo tra gli albanesi.
Adesso poi quando si sparge la voce tra i rumeni, tra gli ungheresi o... i portoghesi verranno anche loro.

Seconda considerazione: avete detto "abbiamo fatto tanto".
Probabilmente è un lavoro sotterraneo che porterà a dei risultati ma purtroppo quando è finito il mandato, perché oggettivamente che ci sia la buona volontà perché solamente uno stupido si candida a governare per non fare e anche la squadra che lo supporta, il desiderio è quello di fare certamente bene, questo non si discute a meno che sia un masochista, quindi la voglia è tanto, però in realtà quello che è stato scritto sul programma elettorale e che doveva essere definito e materializzato, certamente non tutto ma la gran parte delle cose doveva materializzarsi nei 5 anni del mandato amministrativo, leggendo ora anche pur sommariamente lo stato di avanzamento dei programmi ti accorgi che molte delle cose si realizzano forse nel prossimo mandato.

Quindi questa cosa è scorretta sotto due punti di vista: la prima è che si promette di fare le cose e poi non si fanno, paradigmatica la piscina: viene posata la prima pietra della piscina olimpionica e poi dopo non la si fa, questo è uno degli esempi più eclatanti, quindi è un imbroglio (io ho già usato questo termine che mi è stato contestato), nella sostanza – lo dico bonariamente – è un imbroglio nei confronti di chi ti vota, perché se tu gli dici che fai la piscina olimpionica poi dopo -alla fine- non puoi dire che sono cambiate le condizioni e non la inauguri....
Le condizioni sono cambiate per tutta l’Italia intera, Sindaco. I cittadini hanno le stesse difficoltà ad arrivare a fine mese tanto quanto l’amministrazione ad arrivare economicamente a fine mandato ma questa discrepanza così pazzesca tra quello che viene dichiarato a livello amministrativo e quello che succede a livello reale fa almeno discutere.
Il secondo motivo è che oltre che scorretto perché sostanzialmente è un imbroglio, è scorretto anche per chi viene dopo.
Certamente anche qui salta fuori la presunzione perché dice – qualcuno me l’ha detto – “il PD a Piacenza va avanti vent’anni”.
Sì, se vincete voi fate le cose che avete ipotizzato di fare, ma se invece non vincete soprattutto alcune scelte che poi sono scelte che hanno poi dei risvolti anche clientelari (uso il termine nel senso positivo del termine), cioè tu crei sostanzialmente delle condizioni anche economiche di collaborazioni, di clientela, di utilizzo di risorse anche certamente positive che poi alla fine ricadono su chi governa dopo..., quindi nell’ipotesi che il mandato poi venga recuperato come centrosinistra per la città è corretto, ma se viceversa, anche nel nome di un’alternanza che dopo 15 anni mi sembra di percepire al di là del partitismo e della faziosità – l’ambulatorio è un termometro, vedo che quello che viene percepito, è esattamente il contrario di quello che voi dichiarate qua.
Che poi ci sia la voglia di fare e di attivarsi e quant’altro sì, però con molta, troppa lentezza.
 
Io tanto per accontentare i giornalisti e per sperare di avere un trafiletto sui giornali titolo il mio intervento, che tocca alcuni punti, “il grande bluff” o “la grande lentezza”, penso che sia più “la grande lentezza” più del “grande bluff”.
Lentezza perché molte cose si realizzano-forse- alla fine del mandato.

Il Carmine… due palle il Carmine !!!, sono 5 anni che ne parlate, si realizza nel 2018 forse, perché poi si partecipa al bando, e il finanziamento regionale…
Ma quanti è che stan parlando del Carmine?
Finalmente – c’è scritto qua ma poi se non cambiate idea – che cosa si farà nel Carmine ma se ne son dette di ogni per il Carmine.
Il grande bluff perché, torno da dove sono partito, vengono proposti degli obiettivi da raggiungere che poi non sono raggiunti: attrarre nuovi investimenti a Piacenza, implementare e promuovere a livello internazionale il sito web “Piacenza the Place” al fine di dare visibilità e valore alle eccellenze piacentine e alle possibilità di insediamenti e sviluppo produttivo sul territorio locale.
La domanda è: sapete dire quanti nuovi investimenti si sono realizzati a Piacenza?
No direte, perché non è il nostro compito. Il nostro compito è quello di creare le condizioni…
Ma come? Crei le condizioni , metti giù le reti per pescare tanti pesci e poi alla fine ti fai dire dal pescatore quanti pesci ha raccolto !!.
Domanda che io ho già fatto e ovviamente è caduta nel vuoto per i risultati concreti che abbiamo avuto dalla partecipazione a Milano Expo.
Abbiamo fatto tante cose, ci siamo applicati tanto, siamo stati bravi, alla fine la domanda è: la rete quanti pesci ha portato a casa? Non si sa, non si sa perché è difficile. Ho capito.. però non si fa così…
 
“Fare di Piacenza il primo Tecnopolo della regione”: giustamente Libertà in una redazionale di una pagina intera di Marcello Pollastri (assente Gustavo Roccella giustamente in ferie legittime) ha detto che non è vero perché non si è ancora realizzato.
Anche il numero dei ricercatori che doveva essere il primo in Regione..... sono aumentati ma non nei termini promessi....
Questa cosa è una cosa che probabilmente succede dopo..... oppure appena prima della fine del mandato elettorale.
E’ auspicabile perché il Tecnopolo tanto quanto l’università è fondamentale per il nostro sviluppo economico perché, ribadisco, se noi non andiamo su quel livello lì di target, di traino basato sulla conoscenza e sul cervello... e ci facciamo invece trainare dal carrellista dell’Ikea o del polo logistico non andiamo da nessuna parte !!
 
“Incrementare il numero degli studenti nelle università piacentine”: la domanda è: di quanto è aumentato il numero degli studenti nelle università piacentine? Speriamo di tanto ma nessuno lo sa, allora la domanda è quanti sono? Poi farò delle interrogazioni su questi specifici punti in modo da avere la risposta che mi auguro positiva.
Piacenza, ce lo diciamo da 50 anni, è strategica dal punto di vista del posizionamento geografico e quindi potrebbe essere attrattiva indubitabilmente, perché le realtà, pur piccole (parlo delle realtà universitarie), sono realtà che lavorano bene, i ragazzi si laureano e trovano subito il lavoro però bisogna divulgarla questa cosa....
Non è nostro compito direte però noi i soldi all’università glieli diamo quindi alla fine – manca l’assessore Timpano che in ogni caso è il vostro tentacolo nell’università ma non solo, la Fellegara e quant’altro, c’è Bricchi anche che ha dei rapporti con l’università, se non ricordo male – quindi il vostro ramo aggiunto d’azienda cioè l’università che è il luogo dei cervelli che lavorano per tutta la città, allora chiedo quanti giovani studenti abbiamo chiamato a Piacenza?
Pochi.... perché i lavori della residenza universitaria presso l’ex collegio San Vincenzo- il MIUR ha già finanziato sembra l'opera- i lavori sono al palo, partiranno domani? Quando si concludono? Quando verrà inaugurata la residenza universitaria?
Per adesso è inaugurata solamente la staccionata di ferro che delimita il muro crollante in via San Vincenzo, dove però, dopo la mia segnalazione, le erbe infestanti crescenti sono state rimosse. Questo almeno è servito....
 
Nuova casa protetta per gli anziani.
L’equivoco.... all’inizio si era capito che c’era un nuovo ospizio, una roba consistente.....poi ci diciamo che noi a Piacenza diamo molte opportunità, che abbiamo molte possibilità per gli anziani e i minori...ma poco fa su Libertà on-line ecco che siamo ultimi in regione !!!!per i posti disponibili nei nidi d’infanzia. Allora hanno ragione loro o avete ragione voi che dite che sono aumentati?
Per quanto riguarda la nuova casa protetta per anziani non autosufficienti si è scoperto poi successivamente che non era una nuova struttura ...grossa, bella, finalmente una roba che ci elevava, usciamo dalla “piacentinità”, dal centimetro piuttosto che il millimetro mai il metro....
Si è capito che si ristrutturava praticamente un’ala del Vittorio Emanuele,.... inaugurata la Residenza Agave il 15 giugno 2016 (quindi pochi mesi fa, la sono andato a vedere su internet perché mi era sfuggita ) che entro l’estate (finisce adesso, il 22 settembre) potrà ospitare 22 anziani non autosufficienti.
Ci sono entrati nella Residenza Agave i 22 anziani oppure slitta anche questo a ottobre, novembre…?
Poi magari gennaio perché non c’erano le risorse per attrezzare la Residenza Agave....
 
Migliorare i servizi per la salute: comico....riduzione delle liste di attesa per esami e visite specialistiche, come se io potessi come consigliere comunale ridurre le lista d’attesa...se lo potessi fare sarei andato là a tirargli il collo.
Com’è che facciamo noi a ridurre le liste d'attesa?
Il Comune come fa a ridurre le lista d’attesa per gli esami e le visite specialistiche?
Poi, comicissimo, “sono significativamente migliorate le percentuali di rispetto dei tempi di attesa standard per visite specialistiche e prestazioni diagnostiche strumentali”.
Domani venite da me in ambulatorio che mi fanno il mazzo perché sono stato via in ferie, e state mezz’ora in sala d’attesa. Venite che è una bella esperienza – io vengo anche volentieri nelle vostre realtà – venite e capite come sono i tempi d’attesa: van tutti a pagamento !!!.
Non facciamo nomi ma oggi tra di noi c’è uno che ha il collare, deve fare una TAC: ce l’ha il 14 ottobre. Adesso se aspetta un po’ a fare l’esame e aspetta i tempi dell’USL che saranno congrui e standard !?! gli rimane danneggiato il nervo brachiale però anche questa è una scelta.
Uno dice: “non ho i soldi per andare a farla privata, aspetto i tempi dell’assistenza pubblica”. Questa del Comune che riduce i tempi delle liste di attesa è una roba non falsa,... è una roba proprio da bugiardo, da Pinocchio però da Pinocchio col naso lunghissimo...
 
Area di via Morigi: ho fatto un’interrogazione (predisporre le procedure necessarie all’acquisizione in via definitiva dell’area verde tra via Morigi e via XXIV Maggio da destinare a giardino pubblico, fatto salvo quanto previsto nell’istruttoria di fallimento della società proprietaria dell’area).
La società proprietaria dell’area che non so se è fallita o meno, ha vinto il ricorso per l’esproprio qualche anno fa. Non se ne è più saputo nulla, adesso però quello che certamente si sa è che se voi andate – io lo so perché ho il lavaggio del cane lì davanti e quindi mi è venuta in mente questa cosa, me n’ero in effeti dimenticato – a vedere l’area di via Morigi a 5 minuti da piazza Cavalli che bello spettacolo che è !!!.
Non abbiamo i soldi neanche per sfalciare l’erba,....ho capito, però Reggi ha preso i voti in quel quartiere perché al Comitato aveva promesso che avrebbe fatto il giardino pubblico attrezzato. C’era già il progetto (lo sa bene Foti) di Guidotti che avrebbe concesso un’edificabilità parziale dell’area ai proprietari, che poi, diciamolo, erano i Garilli (non so se lo sono ancora), che a fronte dell’edificabilità avrebbero fatto il giardino.
No...., perché c’era da accontentare qualcun altro, compreso un piccolo supermercato.
Non andava bene perché doveva venire la Conad nell’ex manifattura tabacchi.
Sono venuti nell’area ex manifattura tabacchi? L’abbiamo votata noi oppure no? l’ex manifattura tabacchi in via Stradella doveva diventare un quartiere di quelli di sviluppo ecosostenibile con nuove residenze anche residenze a basso costo per chi non aveva disponibilità o anche residenze ad alto costo per chi poteva, con dentro il supermercato Conad? E’ bloccato !!!!. L'area è ancora come prima.....
Certo io sottolineo quello che non avete fatto, poi sarà compito vostro dire invece quello che avete fatto.

“Incrementare e risanare le aree verdi vicino alla città”; “il restauro e la conservazione di Porta Borghetto: 15 anni che se ne parla, nel Bastione di Porta Borghetto ci avete fatto la festa anche un anno come Partito Democratico, e la realizzazione della pista ciclabile nel vallo delle mura (10 anni che se ne parla) sono inseriti nello schema di programma triennale opere pubbliche nell’anno 2018: guarda un po’ è finito il mandato !!??.
E continuate ricorrentemente: il Bastione Borghetto, il Demanio ce lo dà e ci faremo…, il concorso... si ma nel 2018!!!!
Se anche il Demanio concede non so che cosa, la fruibilità del Bastione Borghetto, nel programma delle opere pubbliche è nel 2018 quindi qui va chiarita perché Reggi… che si voglia candidare a sindaco ?? sarebbe un masochista, abbandonare 25.000 euro di stipendio/mese per tornare a fare… Di più? 40.000? 25 al mese, beh quello che è.... Sì al mese, ho detto all’anno? No, no.
Ha il mandato in scadenza quindi se non lo rinnovano, se non riesce a fare il Sottosegretario potrebbe tornare fare lui ancora il Sindaco.....
 
“Campo pozzi a Mortizza”: come noi ben sappiamo o se non lo sa qualcuno glielo dico io, noi abbiamo ancora l’acqua la peggiore d’Italia perché non c’è stata nessuna in comunicazione in senso differente che spiegasse il miglioramento per quanto riguarda la concentrazione dei nitrati. Abbiamo la peggiore acqua e questa cosa qui ogni tanto salta fuori però ce la dimentichiamo, tanto è che un parziale rimedio a questa cosa fu fatta con le aree di distribuzione dell’acqua frizzante o naturale che sono state organizzate in città ... le fece Reggi, una è lì alla Farnesiana e l’altra è in via XXIV Maggio, perché quelle aree di distribuzione d’acqua, da quel che si era detto, dovrebbero pescare più profondo e quindi avere la falda un po’ meno inquinata.
E’ veramente da povero, non so se qualcuno è mai andato ma non credo.
Consigliera Reggiani è andata a prendere l’acqua al punto di distribuzione gratuito?
Beh, sì, ma non bisogna vergognarsi, però andare lì con le bottiglie… Io preferirei che fosse più salubre in tutti i rubinetti della città.
Scusate se passo a una digressione pallosa medica ma va fatta, i nitrati da dove arrivano?
Arrivano dall’utilizzo intensivo delle culture (non si fa più il maggese) e dai fertilizzanti usati dagli agricoltori. In più la situazione orografica di Piacenza non è positiva perché sostanzialmente ci sarebbe un dilavamento verso la pianura...dove siamo noi, dove c’era il Trebbia sotto... che porterebbe a maggiore concentrazione di nitrati in città.
Ricordo però che noi abbiamo una elevata concentrazione nell’aria di ossidi di azoto che si producono con i processi di combustione ad alta temperatura quindi gli ossidi di azoto non li producono i camion, anche ma in minima parte, ma li producono soprattutto gli impianti dove c’è forte temperatura e questi sono ovviamente le centrali e gli inceneritori.
Gli ossidi di azoto sono progenitori delle PM2,5 e lì si apre un altro capitolo.... Poi, in presenza di umidità, gli ossidi di azoto si trasformano in acido nitrico; i sali dell’acido nitrico sono gli ossidi di azoto.
Non si sa bene in realtà perché io non ho mai letto una valutazione precisa da parte di ARPA oppure il Comune su questo non si è mai espresso mi sembra....
Il Sindaco è responsabile della salute dei cittadini e dovrebbe dire: “Cavolo, perché i miei cittadini devono l’acqua la più inquinata d’Italia che gli fa poi venire il tumore della vescica oppure del colon? Mi interesso e vado a capire il perché delle cose e mi faccio spiegare da qualcuno che sia competente e poi lo dico: succede questo quindi facciamo attenzione”.
Non sappiamo se i nitrati derivano dai fertilizzanti come ci è sempre stato detto quindi colpa degli agricoltori oppure no....
Il campo pozzi di Mortizza : il 6 maggio 2016 (poco tempo fa) sono stati ultimati i lavori di interramento della condotta e il ripristino dello stato dei luoghi, cioè probabilmente hanno messo delle piante. Dovranno essere eseguite le procedure di collaudo dell’opera.
Spero che il campo pozzi di Mortizza, il cui scopo non è aumentare la quantità di acqua ma la qualità dell’acqua spero che venga realizzato, i tempi tecnici dovrebbero esserci, nel 2016 entro maggio perché si va a votare in quel periodo lì e adesso è già fine settembre.
 
“Itinerari ciclabili, collegare i parchi urbani con un itinerario ciclabile”: non lo so, non c’è....

"Velocizzare il collegamento con Milano”, stato di attuazione dei programmi: le attività hanno riguardato le iniziative svolte nell’ambito di Expo 2015.
Molti di questi assessori erano consiglieri ma anche molti consiglieri erano assessori quando erano nella Giunta precedente,.... Reggi aveva minacciato di andare a legarsi sui binari in stazione se non gli facevano la linea veloce.
Poi c’è stato uno studio degli industriali che ha detto che i pendolari non sono 10.000 come pensavamo ma sono 4.000 quindi sono meno della metà…
La linea veloce per Milano che potrebbe essere una delle azioni per intercettare una residenza medio-alta borghese che decide di venire ad abitare a Piacenza con la famiglia e a spendere i soldi al supermercato a Piacenza, nei negozi del centro, andare nelle scuole, andare a giocare nei parchi...., milanesi che si piacentinizzano e il lavoratore va lui in mezz’ora a Milano, ci impiegherebbe di meno piuttosto che passare la metropoli in auto, no...., la linea veloce non la facciamo più!
Questo è sempre stato dichiarato strategico anche da voi, non se ne parla più.
Perché?
Perché boh, è troppo difficile, chi lo fa ??…
Gravissimo, questa è una delle strategie a medio termine che potrebbe in effetti aiutare a sviluppare la città.
 
Sul Carmine ho già detto, scopro ora quale sarà l’utilizzo del Carmine: laboratorio aperto, sarà strutturato sul modello dei" living lab, spazi di fruizione di servizi per cittadini e imprese".
Anche questo non si sa quando.... e altri ruoli dichiarati non verranno realizzati... ruoli che potrebbero attirare nuova residenza a Piacenza ma non perché la città deve diventare una città dormitorio ma perché se tu punti sulla media borghesia, sulla medio-alta borghesia, sulle partite IVA, queste qua spendono e quindi gira il denaro ....e un tessuto socio-economico si sviluppa se gira della moneta.
Ce lo dimostrano i territori che sono sviluppati: i territori vicino a noi dove c’è dell’economia viva, dove la gente spende e l'economia che si sviluppa, non si sviluppa certo grazie all’accoglienza dei minori stranieri o con i carrellisti dell'Ikea, ribadisco....
 
Un altro ruolo che Piacenza avrebbe, secondo le vostre linee di mandato, dovuto attirare interesse, turisti, gente che viene, compera il panino – il barista dice: “Magari la domenica arrivano frotte di turisti, vinco la pigrizia e pago i 50 euro al collaboratore e tengo aperto il bar”... – è il ruolo di Piacenza come città della musica.
Il termine “ruolo” è in effetti equivoco perché – sono andato a vedere poco fa, deriva dal tardo latino “ròtulus” che vuol dire “il rotolo” e a seconda delle eccezioni ha anche significati differenti, però ruolo per quanto riguarda – presumo però potrebbe essere un’interpretazione non corretta – l’obiettivo strategico n. 8 per ruolo si intebnde "l’azione che una istituzione o soggetto esercitano a seconda del loro ufficio o funzioni in un processo sociale".
Allora il ruolo di Piacenza come città della musica potrebbe essere svolto in due modi: un ruolo attrattivo verso l’esterno e un ruolo di consolidamento verso l’interno.
Qual è meglio? Tutt’e due... però se tu ti rendi attrattiva come città – è andato via l’assessore purtroppo – attiri dei turisti.
Si era detto facciamo delle belle cose in teatro, chiamiamo gli appassionati della lirica che vengono con i torpedoni, magari dormono anche qui chi decide di venire in macchina e ha qualche soldo in più.
Secondo me quindi meglio un ruolo attrattivo verso l’esterno e invece qua noi abbiamo finalizzato il ruolo attrattivo verso l’interno perché nella relazione si dice: stato di attuazione: collaborazione con Fondazione Teatri per la programmazione della stagione musicale 2016 – 2017, sostegno attraverso la Fondazione Teatri all’Orchestra Cherubini e al Conservatorio Nicolini, al premio “Gianni Poggi”.
Quale altra città che ha il teatro storico di tradizione non ha una stagione musicale 2016 – 2017? Ce l’hanno tutti !!!!. A Parma fanno delle opere che certo, costano di più ma sono di una certa attrattività, tira in un modo; se noi facciamo delle robe in economia tira in un altro modo.
Qualche tempo fa – forse mi ha risposto sul giornale ma poi aspetto la risposta anche istituzionale – nell’ambito della stagione teatrale, l’Orchestra Cherubini del famoso maestro Muti che si divide fra Piacenza e Ravenna, è venuta a suonare a Piacenza 3 o 4 volte.
E’ giusto, certo, sosteniamo un’orchestra giovanile famosa.
Questi qui girano il mondo, vincono delle gare, dei premi, ma cosa ha portato a Piacenza realmente? Cosa ha portato l’Orchestra Cherubini? Muti è venuto una volta a Piacenza a fare il concertone? Il concertone è venuto a farlo una volta? Quando? A Natale e a Capodanno? Quanta gente c’era? 1.000 persone?
Ma io per concertone intendo un signor concertone, lui è capace di attirare di più....
Non apriamo il discorso “concertoni” perché se tu fai una volta all’anno il concerto, una volta chiami Zucchero, una volta chiami qualcun altro, una volta chiami la Mannoia allora la gente incomincia a dire: “Caz..., ma Piacenza è veramente la città della musica! Ogni anno fanno l’evento e io ci vado”.
Eh, dite...costa troppo!
Costa troppo tutto...., a quel punto rimaniamo come siamo... sempre indietro.....

“Promuovere Piacenza sul palcoscenico nazionale del turismo, valorizzare le potenzialità turistiche offerte dalla posizione geografica della città”, apprezzo la buona volontà e sono a conoscenza della scarsità delle risorse, però domando: la progettazione di una campagna stampa nazionale focus enogastronomia-territorio l’abbiamo fatta? E se l’abbiamo fatta quali risultati ha portato?
Io su “Dove” e il mese dopo su “Italia Turismo” e il mese dopo su un altro settimanale del turismo, ho visto le 3-4 pagine su Piacenza? No.
Realizzazione dei convegni “Turismo e social - potenzialità per il sistema Piacenza”, e poi “Fare turismo per Piacenza” questi convegni enumerati nel programma non sono stati fatti ??, forse, probabilmente li farete....
Infine –e qua casca l’asino – mi ricollego al discorso della domanda “ho messo la rete, quanti pesci ho incagliato”, raccolta ed elaborazione dei dati turistici.
Di questo vi renderò conto, perché avete scritto che voi avete raccolto e avete elaborato i dati turistici, quindi adesso in base ai dati turistici elaborati dagli uffici vedremo quanta gente in più è venuta a Piacenza !!!!.
 
Concludo con la “fabbrica dei venerdì” che scopro oggi non sono più i “venerdì piacentini” ma è la “fabbrica dei venerdì”, non è più la linea commercial-turistica solamente dei pomodori cioè i venerdì piacentini, ma vuol dire che io voglio dare la linea che produce anche le pesche sciroppate, i piselli in scatola e i fagiolini in scatola....
No, noi produciamo solamente quei piccoli pomodori finora che sono i venerdì piacentini.
Quindi che cosa significhi veramente il motto la fabbrica dei venerdì non so....forse avete rubato il titolo dalla “fabbrica dei grilli” che però è ben diversa cosa.

12 SETTEMBRE 2016


pubblicazione: 20/09/2016
aggiornamento: 21/09/2016

Categoria
 :.  FILIBERTO PUTZU, politica
 :..  Consiglio Comunale
 :...  Bilancio



visite totali: 796
visite oggi: 3
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,49
[c]




 
Schede più visitate in Bilancio

  1. SPECCHIETTI PER ALLODOLE
  2. Lo stipendio del Comandante dei Vigili Urbani
  3. Discussione sul BILANCIO di PREVISIONE del COMUNE di PIACENZA 16-02-2004
  4. BILANCIO CONSUNTIVO 2003
  5. PRESSIONE TRIBUTARIA E SERVIZI COMUNALI
  6. Ai piacentini va di pagare più tasse ?
  7. BILANCIO PREVISIONALE 2005
  8. «Più tasse? Meglio pensarci bene»
  9. FACCIA NUOVA, POLITICA VECCHIA....
  10. IL SOMARELLO E IL SUONATORE.
  11. PAGA, SOMARO PIACENTINO !!!
  12. Ieri si è concluso il mandato amministrativo della giunta Reggi
  13. L'etica dell'informazione e il sindaco Reggi.
  14. Attività del Corpo di Polizia Municipale del Comune di Piacenza
  15. Documento programmatico per il bilancio di previsione 2004 e pluriennale 2004-2006
  16. Comune: all'aumento delle tasse devono corrispondere più servizi.
  17. Bilancio 2004 del Comune di Piacenza.
  18. Bilancio di Previsione 2010
  19. BILANCIO CONSUNTIVO 2003
  20. Rifondazione vuole l'addizionale Irpef
  21. Le quaglie di zio Nino
  22. Boc e bilancio consuntivo 2004, scontro tra i poli.
  23. La Finanziaria e Piacenza.
  24. Comune di Piacenza : BILANCIO CONSUNTIVO 2004
  25. Relazione al Bilancio Programmatico 2006
  26. Assestamento di Bilancio Previsionale 2005
  27. Documento programmatico relativo al Bilancio di Previsione 2005 e Pluriennale.
  28. Il giornalista : " I titoli non li faccio io....."
  29. BILANCIO DI PREVISIONE 2008
  30. IL CANE CHE SI MORDE LA CODA...
  31. Il Comune e il Piacenza Calcio.
  32. Tariffa caro-rifiuto
  33. BILANCIO PREVISIONALE 2006 E PLURIENNALE 2006-2008
  34. Maxi-nevicata, polemica su Enìa
  35. Putzu attacca: «Certi conti non tornano»

esecuzione in 0,156 sec.