Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  ITALIA Politica  :.  Federalismo - Riforma elettorale.  :. Sistema elettorale : maggioritario o proporzionale ?
sottocategorie di ITALIA Politica
 :. Politica nazionale
 :. Federalismo - Riforma elettorale.
 :. Sistema elettorale
 :. Debito pubblico - Legge finanziaria.
 :. Casa delle Libertà
 :. Partito della Libertà
 :. Uniti nell'Ulivo- L'Unione
 :. Partito Democratico
 :. Ppe
 :. Pensiero liberale
 :. Verso le Elezioni 2008
 :. PdL
 :. Verso la Terza Repubblica
 :. Scelta Civica con Monti per l'Italia




lunedì
26
ottobre
2020
Sant'Evaristo, papa



Sistema elettorale : maggioritario o proporzionale ?

Legge elettorale, la Cdl accelera.
Accordo siglato: pronto l'emendamento per la riforma in senso proporzionale.

La Cdl punta decisa a riscrivere la legge elettorale, trovando l'intesa su un maxi-emendamento che reintroduce tra le altre cose il sistema proporzionale con premio di maggioranza e sbarramento. Un'accelerazione impressa dal premier Berlusconi che ha però avvertito: «Forza Italia è leale e ora l'Udc è coinvolta direttamente, certamente non si potrà tornare indietro. L'accordo deve essere totale. Deve esserci l'intesa anche sulla leadership e sulla riforma costituzionale». Ed è scontro con l'opposizione.
INSORGE PRODI -
Tra le file dell'Unione l'hanno già ribattezzata la legge Acerbo o «legge truffa», come quella voluta da Mussolini nel 1923. Da un vertice convocato ai massimi livelli al gruppo Ds della Camera, è scaturita la decisione di rivedersi mercoledì per tracciare la tattica da seguire in aula. Ma, a pochi mesi dal voto delle politiche, l'opposizione sembra orientata a rallentare l'iter della legge, ricorrendo a tutte le armi consentite dai regolamenti, incluso l'ostruzionismo ad oltranza, come forma di protesta.

EMENDAMENTO - A consegnare il testo della Cdl in commissione Affari costituzionali alla Camera è stato il ministro delle Riforme Roberto Calderoli.
L'intesa «tecnica», sottoscritta da tutti i capigruppo della coalizione, prevede la reintroduzione del proporzionale, con l'abolizione dei collegi uninominali, seppur mitigato da un premio di maggioranza per la coalizione vincente ed uno sbarramento al 4% per impedire il proliferare dei piccoli partiti. Prevista anche l'assegnazione dei seggi per metà attraverso il meccanismo delle preferenze e per l'altra metà con liste bloccate.

VIA LIBERA DI CASINI-
«Se c'è al volontà politica e soprattutto se ci sono i parlamentari in aula la si può approvare», è l'opinione del presidente della Camera, Pier Ferdinando Casini.
«La legge elettorale - ha aggiunto - era già calendarizzata: non c'è quindi nessuna novità».

UDC DI TRAVERSO -
Sulla soglia al 4%, l'Udc sta a sua volta elaborando un emendamento da presentare in aula in cui si tuteli il ruolo politico dei piccoli.
Questo il senso delle rimostranze centriste: secondo il testo sottoscritto, le liste che non superano la soglia di sbarramento non solo non ottengono alcun seggio in Parlamento, ma i loro voti non servono neppure per il calcolo dei voti di coalizione. Di fatto vengono buttati.




MAGGIORITARIO O PROPORZIONALE ? Cosa dice la legge

COSI' OGGI -
L' attuale sistema elettorale «mattarellum» (ideato da Mattarella) prevede che l' assegnazione dei 630 seggi della Camera sia attribuita per il 75% (475) con sistema maggioritario e per il 25% (155) con sistema proporzionale con sbarramento al 4%.
Secondo il «mattarellum», i 315 senatori (6 dei quali sono eletti nella circoscrizione Estero) sono eletti al 75% (232) con il maggioritario e al 25% (83) con il metodo proporzionale.
La clausola di sbarramento alla Camera serve a escludere dall' assegnazione dei seggi quelle liste che non abbiano raggiunto il 4% dei voti.

COSI' FORSE DOMANI -
Fine del maggioritario e dei collegi uninominali.
Via libera al proporzionale su base circoscrizionale.
E ancora: premio di maggioranza, soglia di sbarramento al 4%.
Sono queste le novità principali contenute nell'emendamento al testo di riforma della legge elettorale depositato dalla Cdl e firmato da tutti i partiti di coalizione.
Il nuovo sistema elettorale penalizza i piccoli partiti: chi non supera la soglia di sbarramento del 4%, è tagliato fuori.
Verificato quali partiti abbiano superato tale soglia, si individua la coalizione che esce vincitrice dalle urne: se le liste in coalizione, cioè quelle dichiaratamente collegate, ottengono 340 o più seggi, non c'è bisogno del premio di maggioranza dal momento che la maggioranza è già stata raggiunta; a questo punto si procede alla suddivisione dei seggi su base proporzionale.
Se invece la coalizione non consegue almeno 340 seggi (che sono pari quasi al 55%), allora scatta il premio di maggioranza, nel senso che le vengono assegnati seggi in più fino a raggiungere tale consistenza.


pubblicazione: 14/09/2005
aggiornamento: 02/10/2005

 7435

Schede correlate
Il buono e il cattivo del metodo proporzionale.
Il premier: sì alle primarie E apre sul proporzionale .
Mario Monti rilancia l'idea del "grande centro".

Categoria
 :.  ITALIA Politica
 :..  Federalismo - Riforma elettorale.



visite totali: 2.991
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,54
[c]




 
Schede più visitate in Federalismo - Riforma elettorale.

  1. RIFORMA COSTITUZIONALE
  2. Devolution, sì del Senato.
  3. Sì della Camera al Senato federale.
  4. RIFORMA COSTITUZIONALE : novità e punti chiave.
  5. DEVOLUTION
  6. IL FEDERALISMO
  7. LA RIFORMA COSTITUZIONALE.
  8. Lite nella Quercia dopo il voto sulle riforme.
  9. Il proporzionellum aumenterà i partiti
  10. Con il nuovo sistema la Casa delle libertà resta maggioranza.
  11. Sistema elettorale : maggioritario o proporzionale ?
  12. Nuovo Sistema Elettorale ?
  13. Ciampi frena la nuova legge elettorale ?
  14. Il federalismo fiscale è legge
  15. Riforme, via libera della Camera alla devolution
  16. LA DEVOLUTION E' DIVENTATA LEGGE.
  17. L'indebolimento della politica
  18. Proporzionale, l'Udc ritira l'emendamento.
  19. Torna il sistema elettorale proporzionale
  20. Camera, approvata la Devolution
  21. Nuova Legge Elettorale.
  22. Il testo della bozza Bianco di riforma elettorale
  23. LEGGE ELETTORALE : ECCO LA NUOVA BOZZA

esecuzione in 9,179 sec.