Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Programma  :.  AREE MILITARI-BENI DEMANIALI  :. Schiarita, forse, sulle Pertite
sottocategorie di Programma
 :. AREE MILITARI-BENI DEMANIALI




lunedì
28
novembre
2022
San Giacomo della Marca



Schiarita, forse, sulle Pertite

Il ministero della Difesa non si arrocca sulla Pertite. Alleluia.
All'idea proposta dal sindaco Roberto Reggi di delocalizzare la pista per le prove dei carri armati che insiste su quest'area e di fatto la rende indisponibile agli usi civili, la risposta (a sorpresa) è stata positiva.

«I militari - ha spiegato il sindaco - valuteranno, e non è escluso che si scelga questa strada e si cerchi un altro spazio. Naturalmente se avranno una compensazione a loro gradita e congrua».

E' una delle novità emerse dal confronto romano di ieri pomeriggio - due ore di colloquio - fra una decina di tecnici e politici di vari settori della Difesa, a vario titolo esponenti del potere in "grigioverde", e l'amministrazione piacentina, rappresentata oltre che dal sindaco dal vice-sindaco Francesco Cacciatore e dal direttore generale Massimo Gambardella.

Reggi, al rientro, si dice decisamente soddisfatto dal tono del colloquio, dalla riapertura di un dialogo arenatosi per ragioni «incomprensibili» (con sottofondo di rimprovero agli onorevoli piacentini di area governativa che non avrebbero dato impulso alla cosa) e infine dalla presa d'atto di una comune esigenza: decidere in fretta, dare un colpo di acceleratore sull'intesa da raggiungere. Serve sia al Comune, che è costretto a temporeggiare sul nuovo piano strutturale comunale di cui le aree militari sono la fetta più interessante, serve all'esercito che col federalismo paventa di vedersi sottrarre beni pregiati senza averli messi a frutto (Reggi ha già chiesto di rendere disponibile la Pertite sottraendola alla lista bloccata).
Pare che questo tentativo sia stato oggetto di qualche battuta iniziale, giusto per rompere il ghiaccio. Ma nessuno aveva i "guantoni" da pugile all'incontro romano, e già la prossima settimana ne verrà fissato un altro.

«Abbiamo ripreso là dove ci eravamo interrotti sulla nostra proposta (la valorizzazione delle aree, ndr) dello scorso luglio - riassume Reggi - aggiornata al fatto che si farà un referendum sulla Pertite e che una parte della cittadinanza vorrebbe tenere la Pertite tutta libera, dall'altra abbiamo chiesto impegni sullo sviluppo del Polo, che non vogliamo veder depotenziato».

Ma un piano industriale come lo si intende normalmente non c'è da parte militare, il perché è presto detto:
«I militari sono propensi a partire dalla situazione attuale dell'ex Arsenale per renderla più funzionale ed efficiente».
Dunque nessun ampliamento, nessuna espansione, ma la riconferma del perimetro attuale e semmai aggiustamenti legati all'evoluzione tecnologica dell'esercito e a una ottimizzazione degli spazi.

Il Comune tiene invece le redini di una doppia necessità: la forte esigenza ambientale emersa e condivisa e quella non meno sentita di proteggere l'occupazione, alla ricerca del «migliore dei compromessi» possibili, conferma il sindaco.
Ora la Difesa valuterà la proposta comunale di luglio alla luce delle novità.

E spazi come la Nicolai e la Lusignani, per i quali ci sono già state aperture alla cessione?
Si aspetta il completamento di opere all'Artale di via Emilia Pavese.
«Le sue caserme si libereranno e potranno essere disponibili - sottolinea il sindaco - ma non c'è risposta sui tempi».
Perché se le palazzine nuove per gli alloggiamenti sono in piena realizzazione, non è chiaro invece quando potranno essere trasferite le funzioni militari.
Nell'insieme, c'è l'impressione che i militari vogliano giocarsi fino in fondo le carte in loro possesso e "resistere" sui beni strategici per i piacentini, come la Pertite.
E se poi davvero la cedessero, cosa vorranno in cambio?
Facile immaginarlo, una valorizzazione di altri beni, per trovare il denaro necessario all'ammodernamento del polo piacentino.

Patrizia Soffientini
quotidiano LIBERTA' 13/05/2011


pubblicazione: 13/05/2011

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Programma
 :...  AREE MILITARI-BENI DEMANIALI



visite totali: 957
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,22
[c]




 
Schede più visitate in AREE MILITARI-BENI DEMANIALI

  1. Con la Nicolai una Pilotta piacentina
  2. Nuovo polo militare, ma quanto costa l'area?
  3. Aree militari, sì alla task force consiliare
  4. D'Amo è "rosso fuoco", il suo ruolo bipartisan non esiste proprio
  5. Vaciago: una commissione di garanzia? È inutile
  6. D'Amo si è dimesso: «Il centrodestra sbaglia»
  7. «Aree militari, l'amministrazione è incoerente»
  8. Aree militari, opportunità e nodo-risorse al vaglio della giunta.
  9. Un milione di metri quadrati tornerà al Comune
  10. Foti e Polledri: la Pertite non sarà ceduta
  11. Nicolai non più off-limits, mappe accessibili
  12. Aree militari, il bando entro la metà del 2008
  13. Pertite, il sindaco: c'è irresponsabilità
  14. Aree Militari, adesso si lavora ad un Masterplan
  15. "Aree militari e rapporti politici all'insegna della collegialità"
  16. Aree Militari : "Giunta visionaria, il privato non verrà"
  17. Polo militare? Meglio dov'è, ma senza castello e ospedale.
  18. Aree militari, dubbi nella commissione che si interroga sulla sua identità
  19. Caserme restituite alla città
  20. L'Arsenale polo storico-museale, case al Macra, parco alle Pertite
  21. Stato-Comune, primo sì sui beni demaniali
  22. Pertite, 8mila sognano coi bimbi della Calvino
  23. Aree militari, Consiglio ostaggio delle faide
  24. Recupero delle aree militari
  25. Padiglione Berzolla o "Bixio" per il museo verdiano
  26. Commissione Aree Militari : Gianni D'Amo presidente
  27. Cessione beni militari, firma tra 40 giorni
  28. Aree militari, 2 anni per far partire il piano
  29. Aree militari: pericoli all'orizzonte
  30. Polo militare, accordo a primavera
  31. Aree militari, D'Amo a Putzu: Io voluto da Reggi ? Critica ingiusta ed eccessiva.
  32. Prima riunione della "Commissione Aree Militari"
  33. Laboratorio militare al bivio
  34. Aree militari, la civica con Reggi: commissione finita
  35. Commissione Aree Militari : D'Amo getta la spugna

esecuzione in 0,375 sec.