Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  ITALIA Politica  :.  Uniti nell'Ulivo- L'Unione  :. Rutelli accusa Prodi: dividi l' Ulivo
sottocategorie di ITALIA Politica
 :. Politica nazionale
 :. Federalismo - Riforma elettorale.
 :. Sistema elettorale
 :. Debito pubblico - Legge finanziaria.
 :. Casa delle Libertà
 :. Partito della Libertà
 :. Uniti nell'Ulivo- L'Unione
 :. Partito Democratico
 :. Ppe
 :. Pensiero liberale
 :. Verso le Elezioni 2008
 :. PdL
 :. Verso la Terza Repubblica
 :. Scelta Civica con Monti per l'Italia




mercoledì
21
ottobre
2020
Sant'Orsola e compagne martiri



Rutelli accusa Prodi: dividi l' Ulivo

dal Corriere della Sera del 12/9/2004

LE FRASI
Senza la Margherita il centrosinistra perde
Il candidato è Prodi. Faremo le primarie per dargli più forza e legare il suo nome a cosa fare per cambiare l' Italia. Rafforzeremo la Margherita: senza di noi il centrosinistra non vince, non c' è equilibrio nella coalizione
L' avversario è Berlusconi Niente egoismi e diffidenze
Non dimentichiamoci mai che il nostro avversario si chiama Berlusconi. Mai saremmo perdonati se perdessimo per egoismi e diffidenze. Mettiamoci in campo con generosità. Noi abbiamo già deciso: saremo tutti uniti
Maggiore rispetto alle proposte del partito
Sia chiaro: se dalla Margherita arrivano proposte sulle pensioni o sulla giustizia i nostri alleati ci debbono attenzione e rispetto. Cammineremo con più forza su questa strada
Basta polemiche. Il rischio: essere spostati a sinistra
Siamo stanchi di incassare polemiche, mentre ci sono partiti che scaraventano referendum che spaccano l' Italia. Questo non va, rischiamo di essere spostati a sinistra, una sinistra più radicale di quella del ' 96.


Per i primi 45 minuti non lo nomina nemmeno: «Francesco, parla di politica» era stato il consiglio di Franco Marini. E così Rutelli, nell' atteso match a distanza con Romano Prodi dalla piazza di Monopoli, prima elenca le strategie sulla devolution, la scuola e perfino l' energia solare, poi regola i conti con il Professore.
Gli concede le primarie ma lo sfida a candidarsi alle elezioni suppletive: «Vieni in Parlamento, guida l' Ulivo dal vivo della battaglia, così sarà più forte e avrà più consenso che facendo per un anno convegni e iniziative».
Dà il via libera alla federazione ma giura che i dielle non entreranno in un partito unico con chi «non ha superato la pesante eredità del Pci». Risentimento personale e orgoglio di partito, temi «concreti» e messaggi cifrati che ridisegnano i rapporti di forza, nel partito e con Prodi.
L' aspirante premier lo ha bollato in pubblico come «nu bello guaglione»?
E Rutelli, che dalla base ha ricevuto decine di sms con suggerimenti bellicosi nei confronti di Prodi, decide di non replicare alle «intemperanze giovanili» ammesse dal Professore.
A parole, però. Perché negli ultimi 20 minuti, sia pure con un tono pacato che non trascina il pubblico, gli rimprovera tutto, dalla tentazione di spostare a sinistra il baricentro della coalizione al rapporto privilegiato con i Ds: «Siamo stanchi di incassare polemiche mentre partiti che scaraventano l' Italia in un referendum non sono oggetto di un' alzata di sopracciglio».
Che errore, l' aver pronunciato dalla stessa piazza dove ora sventolano cento bandiere della Margherita e dieci dell' Ulivo, quelle espressioni «veramente inadeguate e infelici»...
Il padrone di casa vuole volare alto, marcare la distanza, ma anche far chiarezza: «Queste polemiche hanno fatto riemergere la peggiore malattia del centrosinistra, le divisioni, le polemiche personali». Segue orgogliosa rivendicazione del lavoro svolto nel 2001, quando Rutelli sfidò il Cavaliere e uscì sconfitto, ma dopo aver «lavorato sodo», dopo aver mangiato «pane e cicoria» per unire il centrosinistra, dopo aver portato l' Ulivo «a mezzo punto di distanza dalla destra».
E adesso che la coalizione è «più coesa e più larga» il Professore che fa, costringe tutti a «ricominciare da capo»?
Ci sono cose, nel discorso di Prodi, che Rutelli dice di non aver capito.
L' immagine del «sangue che deve scorrere per poi ripulire il pavimento» evocata nel chiedere le primarie, ad esempio, immagine che Rutelli non capirebbe «neanche se si trattasse del pomodoro di certi spaghetti western».
Non è affatto saggia questa «campagna di scasso nel mezzo della competizione elettorale»
bacchetta l' ex sindaco di Roma, non è saggio «regalare alla sinistra radicale un palcoscenico enorme». Un' altra cosa, Rutelli non ha capito: l' invito del Professore a parlare o a tacere per sempre, come fanno i preti americani in certi film sui matrimoni: «Un politico che tace non esiste e chi tace per sempre è qualcuno che è passato a miglior vita. Noi esistiamo e non abbiamo alcuna intenzione di passare a miglior vita».
Parisi ascolta assorto, a capo chino: scapperà via per primo, senza salutare Rutelli e dettando di essersi ritrovato nelle parole del presidente, anche se il chiarimento non è finito e le parole di Prodi sono state «decisamente travisate».
Dario Franceschini, che negli ultimi giorni è apparso nei confronti di Prodi il più critico tra i dielle, approva soddisfatto: «Ci voleva, ci voleva...».

Solo quando lo sfogo è compiuto Rutelli lo chiama per nome: «A Romano infine diciamo "ti abbiamo scelto per guidarci, siamo e saremo leali con te, esigiamo da te lo stesso rispetto e la stessa lealtà"». La Margherita non sarà un partitino neocentrista e se qualcuno, magari quei prodiani che agitano il fantasma della scissione, pensa a un partito delle liste civiche, sbaglia: «Ci si assuma a viso aperto la responsabilità di una operazione politica».
Domani a Roma, quando Prodi incontrerà l' ufficio politico della Margherita, il momento della verità.
Monica Guerzoni



pubblicazione: 12/09/2004
aggiornamento: 27/09/2004

Vignetta di Giannelli 3689
Vignetta di Giannelli

Categoria
 :.  ITALIA Politica
 :..  Uniti nell'Ulivo- L'Unione



visite totali: 2.547
visite oggi: 1
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,43
[c]




 
Schede più visitate in Uniti nell'Ulivo- L'Unione

  1. Clemente Mastella : L'Ulivo ha scelto il suicidio.
  2. Prodi: "Io cerco di calmare il clima, ma Berlusconi parla di terrore".
  3. Prodi guadagna più di Sarkozy
  4. Bersani, l’ex chierichetto che ha fatto finta di privatizzare il Paese
  5. Tanta gente e ministri in piazza per i Dico
  6. Polemiche sulla leadership del Pd
  7. ROMANO PRODI
  8. Clemente Mastella dice addio all'Ulivo ?
  9. PRODI HA RASSEGNATO LE DIMISSIONI
  10. Rutelli: «Ulivo più al centro per vincere»
  11. La liberalizzazione di Bersani
  12. FED
  13. Prodi lancia l'Unione.
  14. Il professore e nu bello guaglione.
  15. La macchina della verità.
  16. Il martedì nero di Romano
  17. Intervista a Francesco Rutelli
  18. Nella Margherita il rischio scissione
  19. Barbera: De Rita centra il tema, i Ds parlino alla base
  20. La barca di D’Alema pagata a uno sportello della Lodi
  21. A chi parla la Quercia
  22. LA RETE OLTRE I PARTITI
  23. L’abbaglio democratico.
  24. Rutelli: sono addolorato.
  25. Fassino a che Italia si rivolge?
  26. La Margherita e Prodi. Strategia dei distinguo.
  27. Rosy Bindi: «Sono naturale, non brutta»
  28. PANE E CICORIA.
  29. Prodi: «Io duro perché faccio»
  30. Ruffolo: il blocco sociale? Nasce con il programma
  31. I leader evitino l' ego politico e parlino di speranza e sviluppo
  32. Chiamparino:«È ora di punire chi si droga»
  33. Professor Ottovolante
  34. Ricucire la sinistra.
  35. Rutelli accusa Prodi: dividi l' Ulivo

esecuzione in 0,109 sec.