Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  ITALIA Politica  :.  Uniti nell'Ulivo- L'Unione  :. Ricucire la sinistra.
sottocategorie di ITALIA Politica
 :. Politica nazionale
 :. Federalismo - Riforma elettorale.
 :. Sistema elettorale
 :. Debito pubblico - Legge finanziaria.
 :. Casa delle Libertà
 :. Partito della Libertà
 :. Uniti nell'Ulivo- L'Unione
 :. Partito Democratico
 :. Ppe
 :. Pensiero liberale
 :. Verso le Elezioni 2008
 :. PdL
 :. Verso la Terza Repubblica
 :. Scelta Civica con Monti per l'Italia




mercoledì
21
ottobre
2020
Sant'Orsola e compagne martiri



Ricucire la sinistra.

di Massimo Franco

L' idea di un dialogo parlamentare si sta inabissando rapidamente.
Dopo l' astensione di giovedì sul federalismo, la marcia indietro del centrosinistra è precipitosa, quasi affannata: incalzata dalla gragnuola di critiche della minoranza ds, di Rc, di Achille Occhetto, del quotidiano l' Unità; ma anche dei Verdi e della Margherita.

Gli appelli a «fermare tutto» e a tentare la strada di un' assemblea costituente, rilanciati dall' ex premier Giuliano Amato, ormai sembrano inutili.
Il governo marcia unito; e il coro dell' opposizione ieri offriva un panorama di imbarazzo e «mea culpa», per avere teso la mano alle riforme istituzionali del centrodestra.

Il tentativo, adesso, è di ricostruire un simulacro di compattezza nel fronte antigovernativo.
Ma l' operazione si rivela tutt' altro che facile.
E' riaffiorata la sindrome dell' «inciucio», parola che nel gergo e nella memoria della sinistra evoca trattative inconfessabili con Silvio Berlusconi; e, soprattutto, delusioni cocenti.
I sospetti di manovre sottobanco, per quanto smentite, non si sono dissolti del tutto.
D' altronde, non è semplice spiegare perché ci si astenga su una legge considerata incostituzionale, pasticciata, per alcuni pericolosa; perché una parte dell' opposizione voti invece «no»; e perché alla fine si ritorni allo scontro frontale col governo.
Come minimo, l' operazione non è stata spiegata a sufficienza.
Per questo non è piaciuta; ma, soprattutto, ha fatto rispuntare le divergenze fra i partiti del centrosinistra.
Sia i Ds, sia la Margherita hanno tentato di proteggersi dalle critiche dietro lo scudo delle parole di Carlo Azeglio Ciampi. L' astensione era un omaggio agli inviti unitari del capo dello Stato, hanno replicato il capogruppo diessino alla Camera, Luciano Violante, e il presidente della Margherita, Francesco Rutelli.
Ma le reazioni sono state sarcastiche. Il richiamo a Ciampi è «una pezza a colori» sullo strappo, ha ironizzato Cesare Salvi, diessino di minoranza e vicepresidente del Senato.
Se l' unità dell' opposizione si è incrinata, si dice, è colpa dell' astensione.
Parlare di «incrinatura», tuttavia, sa di eufemismo.
L' incidente dell' altroieri rivela, magari esaspera le divisioni; ma i contrasti nel centrosinistra già esistevano.
Lo stesso Rutelli lascia capire che la sua Margherita ha votato più per disciplina che per convinzione; e che adesso si prepara a una sfilza di no al federalismo, con o senza i Ds.
O si corregge «il pasticcio» in Parlamento, o, dopo l' approvazione, lo si cancella con un referendum.
La paura di perderlo, di essere presentati all' opinione pubblica come i conservatori che non vogliono cambiare nulla, frena gli entusiasmi.
«Per noi il referendum è un dovere istituzionale - avverte Dario Franceschini, portavoce della Margherita -.
Non possiamo essere frenati da calcoli tattici. Se la legge non cambia, combatterla è il nostro destino inesorabile».
Anche se implica qualche ostacolo in più sulla strada della «federazione» di Romano Prodi.


pubblicazione: 17/09/2004
aggiornamento: 27/09/2004

Patto di ferro ?? 3770
Patto di ferro ??

Categoria
 :.  ITALIA Politica
 :..  Uniti nell'Ulivo- L'Unione



visite totali: 2.563
visite oggi: 1
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,43
[c]




 
Schede più visitate in Uniti nell'Ulivo- L'Unione

  1. Clemente Mastella : L'Ulivo ha scelto il suicidio.
  2. Prodi: "Io cerco di calmare il clima, ma Berlusconi parla di terrore".
  3. Prodi guadagna più di Sarkozy
  4. Bersani, l’ex chierichetto che ha fatto finta di privatizzare il Paese
  5. Tanta gente e ministri in piazza per i Dico
  6. Polemiche sulla leadership del Pd
  7. ROMANO PRODI
  8. Clemente Mastella dice addio all'Ulivo ?
  9. PRODI HA RASSEGNATO LE DIMISSIONI
  10. Rutelli: «Ulivo più al centro per vincere»
  11. La liberalizzazione di Bersani
  12. FED
  13. Prodi lancia l'Unione.
  14. Il professore e nu bello guaglione.
  15. La macchina della verità.
  16. Il martedì nero di Romano
  17. Intervista a Francesco Rutelli
  18. Nella Margherita il rischio scissione
  19. Barbera: De Rita centra il tema, i Ds parlino alla base
  20. La barca di D’Alema pagata a uno sportello della Lodi
  21. A chi parla la Quercia
  22. LA RETE OLTRE I PARTITI
  23. L’abbaglio democratico.
  24. Rutelli: sono addolorato.
  25. Fassino a che Italia si rivolge?
  26. La Margherita e Prodi. Strategia dei distinguo.
  27. Rosy Bindi: «Sono naturale, non brutta»
  28. PANE E CICORIA.
  29. Prodi: «Io duro perché faccio»
  30. Ruffolo: il blocco sociale? Nasce con il programma
  31. I leader evitino l' ego politico e parlino di speranza e sviluppo
  32. Chiamparino:«È ora di punire chi si droga»
  33. Professor Ottovolante
  34. Ricucire la sinistra.
  35. Rutelli accusa Prodi: dividi l' Ulivo

esecuzione in 0,125 sec.