Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Comune di Piacenza  :. Reggi e Guidotti si confrontano sul tema della viabilità cittadina
sottocategorie di COMUNE di PIACENZA
 :. Comune di Piacenza
 :. Consiglio Comunale
 :. Sindaco
 :. Rimpasto 2004
 :. Programma
 :. Bilancio
 :. Tasse e balzelli




giovedì
4
giugno
2020
San Francesco Caracciolo



Reggi e Guidotti si confrontano sul tema della viabilità cittadina

In alcune zone della città la congestione da traffico ha raggiunto livelli allarmanti, con conseguenze negative sul sistema complessivo della mobilità urbana: con quali provvedimenti intende intervenire per farvi fronte?

Reggi
In primo luogo è necessario far rispettare il divieto di circolazione nella zona a traffico limitato per gli autoveicoli: stabilire controlli più rigorosi per far osservare a tutti le regole e ridurre il più possibile il traffico di attraversamento che invade la città.
Intendo poi procedere da subito con l'adozione di strumenti che sappiano incentivare l'utilizzo del mezzo pubblico: un provvedimento per tutti, i bus gratis per gli anziani.
Occorre poi avviare misure di più lunga scadenza: riformare il piano generale del trasporto pubblico e estendere l'uso delle rotatorie a tutti i nodi possibili della periferia, decentrare alcune funzioni contenute nel centro storico (uffici comunali, Asl, biblioteche di quartiere, etc.) e procedere alla costruzione di parcheggi scambiatori collegati da bus navetta al centro storico.
Di fondamentale importanza è la realizzazione del completamento della tangenziale senza raccordi, solo con rotatorie.

Guidotti
Per migliorare la situazione complessiva del traffico nella nostra città si rendono necessarie diverse misure che vadano ad incidere in maniera mirata nelle varie zone a seconda dei problemi che le caratterizzano.
Sono provvedimenti che spesso hanno bisogno di attento studio per valutarne l'impatto sui cittadini.
Le priorità naturalmente riguardano la realizzazione di quelle grandi opere che sono realmente in grado di allontanare il traffico pesante dalla città, come l'ultimazione del sistema delle tangenziali. Si può anche pensare ad un ampliamento graduale dell'isola pedonale, ad un parziale ripensamento di alcune linee dell'autobus per rendere il servizio più efficace e puntuale nelle varie zone della città.
Andremo avanti nell'installazione delle rotatorie in particolari punti strategici per rendere il passaggio dei veicoli più fluido, mentre dove si rendano necessari, metteremo anche qualche semaforo.
Il raddoppio della Caorsana è un'altra esigenza da soddisfare, così come la posa di dossi rallentatori in strade particolari della città.


Le condizioni di strade e marciapiedi sono una delle principali cause di lamentele.
Pensa che siano in buono stato complessivamente?
Se no, in che modo ritiene di intervenire per migliorare la manutenzione?


Reggi
Nel corso di questa lunga campagna elettorale ho avuto la possibilità di ascoltare la voce di tanti cittadini, girando in lungo e in largo presso ogni angolo del territorio comunale, dal centro cittadino a tutta la cerchia delle frazioni.
Fra le lamentele che mi è toccato ascoltare, devo dire che una parte assai rilevante hanno riguardato la condizione delle strade e dei marciapiedi.
Mi è capitato di registrare rimostranze in tal senso soprattutto provenienti dalle persone anziane, che appartengono a quella fascia di pedoni più a rischio, più esposta al rischio di cadute e quindi di procurarsi danni fisici a causa del cattivo stato dei marciapiedi.
Basta farsi un giro nelle strade per vedere quanto siano numerose le buche sparse che mettono in pericolo non tanto gli automobilisti, quanto i ciclisti.
Credo che serva un piano di interventi d'emergenza che parta dai luoghi più frequentati, un vero progetto di rifacimento complessivo che interessi varie zone della città.
Come procedere? Dipende dall'eredità che questa giunta lascerà relativamente alla gestione del Global Service.

Guidotti
In questi anni credo proprio che si sia già fatto moltissimo per migliorare lo stato delle nostre strade e dei marciapiedi: esiste un elenco lunghissimo di lavori che sono stati effettuati da questa amministrazione, che non dispone della bacchetta magica e quindi più di così, penso non potesse davvero fare. Basti far rilevare che sono stati investiti decine di miliardi delle vecchie lire per interventi che hanno coperto circa trecento chilometri di marciapiedi.
In più sono già stati aggiudicati gli appalti di trentadue opere per un totale di otto milioni e mezzo di euro: si tratta di rifacimenti e bitumature che interessano diverse strade della nostra città, ciò che manca è solo la consegna dei lavori.
Sono cifre che testimoniamo l'impegno profuso dalla giunta, ma ciò non toglie che vi siano ancora alcuni interventi da adottare, per questi metteremo in atto un piano per l'immediato futuro.


La limitazione della circolazione automobilistica nel centro storico è una misura efficace?
La zona off limits per le auto va estesa oppure no?
E' un'esperienza da ampliare anche ad altre aree della città?


Reggi
Sono favorevole ad un incremento graduale dell'estensione della zona a traffico limitato, un'espansione che va attuata contestualmente alla realizzazione di precise infrastrutture, in primis parcheggi scambiatori e completamento della tangenziale.
Penso che in prospettiva dobbiamo puntare ad istituire un'area a quadrilatero senza auto, delimitata dalle nostre piazze più belle, P.zza Duomo, P.zza Borgo, P.zza Cavalli e P.zza S.Antonino, proprio come avviene nelle più avanzate città d'Europa.
Naturalmente non esiste solo il centro storico, per questo valuteremo la possibilità di creare altre aree pedonalizzate in zone periferiche del tessuto urbano: una misura che vada di pari passo con la loro riqualificazione.
Fondamentale sarà procedere alla realizzazione di nuovi parcheggi in punti chiave della città serviti da appositi bus navetta; non occorre attendere tanto per ottenerli: ad esempio, con lo spostamento dalla stazione delle corriere da P.zza Cittadella si libererà a breve uno spazio fruibile come parcheggio.

Guidotti
La circolazione del traffico automobilistico può essere paragonata al complesso apparato della circolazione sanguigna del nostro organismo, basato sulle vene e le arterie: se si occlude un vaso, immediatamente si verificano degli squilibri a livello di tutto il sistema, che possono arrecargli danni anche irreparabili.
Per questa ragione, ogni modificazione che investa il sistema della mobilità urbana necessita di studio approfondito e opportune simulazioni al computer, allo scopo di valutarne attentamente il possibile impatto sui cittadini e sul tessuto urbano.
Anche la semplice modifica di un senso unico in una via o l'istituzione di un divieto di passaggio possono creare parecchi scompensi.
Ecco che allora occorre agire secondo un programma articolato e ben studiato che possa comprendere anche un graduale ampliamento della zona a traffico limitato da studiarsi con il supporto dell'Ufficio traffico del Comune.


Incentivazione dell'uso dei bus e ricorso ai mezzi alternativi: la strada per limitare l'uso dell'auto privata passa attraverso il miglioramento della rete di trasporto pubblico.
Come si può ottenerlo? Anche attraverso la modifica dei percorsi?


Reggi
L'esigenza fondamentale è agire per rovesciare la nostra cultura della mobilità: in città prima deve venire il pedone, poi il ciclista, e poi l'automobilista.
Per ottenere questo risultato occorre dispiegare una serie di misure capaci di rendere sempre più conveniente l'utilizzo del mezzo pubblico.
Del biglietto gratis agli anziani si è già detto, ma tutto il piano urbano del traffico va rivisto nelle sue priorità.
Penso sia necessario ridisegnare i percorsi di varie linee urbane degli autobus: da ripristinare i collegamenti con diverse frazioni, quello con il cimitero e con l'ospedale, questi ultimi sono tragitti che interessano particolarmente le persone anziane.
Sostituiremo progressivamente gli attuali autobus con mezzi elettrici e non inquinanti in grado di muoversi agevolmente fra le strade cittadine.
Dobbiamo inoltre rendere facile l'uso della bicicletta da parte dei cittadini, collegando tutte le aree verdi con un sistema radiale di piste ciclabili secondo un vero piano organico di sviluppo.

Guidotti
Miglioramento del servizio offerto dal trasporto pubblico, ma anche allargamento della possibilità di trovare un parcheggio, e quindi lasciare la macchina e prendere l'autobus per recarsi in centro. Quanto alla prima questione abbiamo allo studio l'istituzione di un linea 14 per gli autobus gratuita, da affiancare a quella 13, già in funzione.
Questo nuovo collegamento andrà a coprire una zona attualmente sguarnita: quella tra lo stradone Farnese e via Roma.
Abbiamo in cantiere anche la revisione dei percorsi di alcune altre linee, in particolare quella che riguarda la comunicazione con i cimiteri.
Quanto ai parcheggi, oggi esistono circa 3000 posti gratuiti e 1000 a pagamento: pensiamo ad un aumento di questi numeri attraverso il raddoppio dell'area di viale S. Ambrogio, la creazione dei parcheggi correlati a Borgo Faxhall, e in via XXI Aprile dove ora c'è lo sfasciacarrozze, quest'ultimo collegato al centro con bus navetta.
Importante anche potenziare le rete di piste ciclabili ed il servizio di taxi-bus.




pubblicazione: 01/06/2002
aggiornamento: 04/06/2005

 6185

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Comune di Piacenza



visite totali: 3.436
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,52
[c]




 
Schede più visitate in Comune di Piacenza

  1. Fumata bianca, nasce la giunta Reggi
  2. Comunali 2012, partenza lunga
  3. Comune di Piacenza : ecco la Giunta Dosi-bis
  4. Il nuovo Consiglio Comunale di Piacenza
  5. Il cittadino? Lo accoglieremo in salotto
  6. «Piacenza città-pilota sull'uso dei beni demaniali
  7. Reggi e Guidotti si confrontano sul tema della viabilità cittadina
  8. Polizia Municipale: rischio declassamento.
  9. Riforma del Comune a costo zero
  10. Canile, "guerra dei tesserini" tra Tarasconi ed Arca di Noè
  11. ASP Città di Piacenza, in vista la revoca di Mazzoli ?
  12. Le preferenze dei candidati aspiranti Consiglieri Comunali.
  13. Lo sconfitto: «Mi dimetterò dal consiglio, non è il mio ruolo»
  14. "PIACENZA NOSTRA" cambia nome e simbolo
  15. Carta etica, l'impegno del Comune per la civile convivenza e la legalità
  16. «La comandante Boemi ha risarcito il Comune»
  17. Riqualificazione urbana - Ex fiera, piano riveduto e corretto
  18. Enrico Gadola, segretario comunale a tempo.
  19. Quartiere 4: consiglio rinviato tra le polemiche
  20. Vaciago : Politica, non pettegolezzi !
  21. Preferenze, le sorprese dell'ultima ora
  22. REGGI, OPINIONE BIZZARRA
  23. Polemica con voto saltato su via "Martiri di Nassiriya"
  24. Cacciatore e Palladini : Dosi non è all'altezza.
  25. City manager bi-laureato alla guida del Comune
  26. La protesta dei dipendenti comunali
  27. Trespidi (Fi):«Nominare il segretario comunale»
  28. Il Comune di Piacenza non paga i fornitori ed è esposto per 2 milioni di euro.
  29. Squadra nata tra veti e litigi
  30. Neoassessore Luigi Gazzola
  31. In Comune ci vuole il segretario
  32. Nasce la squadra di Reggi.
  33. Diana Rita Naverio nuovo Segretario-Manager del Comune di Piacenza
  34. C130, attesi i familiari delle vittime
  35. Reggi costretto al rinvio, oggi la Giunta

esecuzione in 9,423 sec.