Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  ECONOMIA Piacenza  :.  Polo militare  :. Polo militare, progetto al via
sottocategorie di ECONOMIA Piacenza
 :. Patto per Piacenza
 :. Marketing territoriale
 :. Fondazione
 :. Camera Commercio
 :. PcExpo
 :. Industria
 :. Meccanotronica
 :. Tecnopolo
 :. Estero
 :. Polo Logistico
 :. Agricoltura
 :. Authority Alimentare
 :. Artigianato
 :. Commercio
 :. Centro storico
 :. TESA-NewCo-ENIA-IREN
 :. Tempi spa - SETA
 :. Pendolarismo
 :. Polo militare
 :. Cooperazione
 :. Milano Expo 2015




domenica
5
dicembre
2021
San Giovanni Damasceno



Polo militare, progetto al via

Forcieri: «A settembre pronti per la permuta»

Gli stabilimenti militari italiani devono cambiare pelle, ma il progetto pilota elaborato su Piacenza per accorpare ex Arsenale, Macra, Laboratorio pontieri non verrà "stoppato" da questa revisione generale, che ha un taglio soprattutto gestionale ed economico.

E a casa nostra la Difesa è pronta, già da settembre, a stringere i fili della permuta di aree per arrivare ad un nuovo, più razionale polo militare a Le Mose.

E' una questione di «coraggio ed onestà intellettuale» cercare con urgenza le soluzioni per tamponare il grave stato di crisi degli stabilimenti industriali in grigioverde, fra organici inadeguati, infrastrutture in degrado e penuria di fondi.

E' quanto sostiene il braccio destro del ministro Arturo Parisi, il sottosegretario alla Difesa Giovanni Lorenzo Forcieri.

Tra queste strutture c'è il Polo di Mantenimento Pesante Nord di Piacenza, che pure vive - aggiunge Forcieri - una condizione meno drammatica di altre realtà industriali.
In gioco anche gli arsenali marittimi (Taranto, La Spezia, Augusta) e i poli di mantenimento di Nola, Terni, Roma.

Forcieri, nei giorni scorsi, ha presentato in Commissione alla Camera il progetto di riforma e riorganizzazione nazionale che potrebbe essere affidato ad un ente pubblico economico (Epe) destinato, nel volgere di un quinquennio, a ricostruire un equilibrio economico delle strutture e quindi a trasformarsi in una Spa totalmente pubblica.
La proposta è stata messa a punto da un gruppo di lavoro interforze coordinato dallo stesso Forcieri al quale abbiamo "girato" le preoccupazioni del sindacato piacentino su questa partita.

Interferenze fra riforma nazionale e percorso locale?
«No. Sul progetto di accorpamento e permuta per Piacenza siamo già pronti - conferma il sottosegretario - lo riprenderemo a settembre con l'Amministrazione comunale, è tutto definito anche nei particolari. E' una questione a se stante rispetto al progetto di trasformazione per la gestione degli stabilimenti militari e gli arsenali che si pone obiettivi a cinque anni. Non vi sono interferenze e c'è compattezza, sia a livello tecnico che politico, per concludere l'operazione. La riforma non blocca processi che sono in atto».

Processi che vorrebbero far fronte a condizioni definite drammatiche, ma dove sono altri ad avere problemi più gravi («Piacenza tutto sommato è un polo di mantenimento pesante che funziona»).

Ma anche il polo militare piacentino - prosegue Forcieri - condivide l'esigenza di un miglioramento complessivo dell'efficienza, della qualità delle prestazioni.
Le nuove strutture da realizzare saranno più moderne, avranno maggiori garanzie sotto il profilo dell'ambiente, del risparmio energetico, di un'organizzazione più aggiornata.

Ma come conciliare la rinascita, che ha tempi lunghi, all'esigenza urgente di immettere personale tecnico preparato?
«Nel progetto pilota di Piacenza c'è un piano di assunzioni e già nella prossima finanziaria chiederemo un numero programmato di deroghe per avviare assunzioni necessarie» puntualizza Forcieri.
E proprio di fronte a processi di miglioramento dell'efficienza si potrà rivendicare con il Tesoro nuove assunzioni e finanziamenti necessari:
«Non possiamo chiedere di sbloccare le assunzioni in una situazione statica che non funziona».

Insomma, l'amara pillola si riassume nel "o si cambia o si muore".
Messo al sicuro il percorso piacentino, in quanto alla proposta generale, fa discutere l'ipotesi di affidare la gestione degli stabilimenti ad un ente pubblico economico.
C'erano altre forme possibili: l'agenzia, la società mista, la gestione diretta attuale.
Si è scelto di scartare l'idea di coinvolgere i privati su un fronte strategico per le forze armate, spiega Forcieri, la gestione diretta non funziona («e a lasciar le cose come stanno non saremmo credibili»). L'agenzia?
E' più indicata per attività di carattere amministrativo come entrate o demanio:
«L'ente pubblico economico invece è una struttura che il legislatore ha previsto per l'esercizio di attività economiche di tipo industriale, non è questione ideologica, è una scelta pratica».
Patrizia Soffientini


pubblicazione: 05/08/2007

Giovanni Lorenzo Forcieri 12813
Giovanni Lorenzo Forcieri

Categoria
 :.  ECONOMIA Piacenza
 :..  Polo militare



visite totali: 2.198
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,41
[c]




 
Schede più visitate in Polo militare

  1. Il Polo militare diventa più forte
  2. «San Damiano resta base militare»
  3. Il generale "chiude" San Damiano
  4. Piacenza : chiude la Scuola di Polizia
  5. «Aree militari, il futuro è al Polo logistico»
  6. Ex arsenale, occorrono rinforzi
  7. Polo militare, ci vogliono cinque anni
  8. Polo Militare : quale destino ?
  9. Duro scontro nell'ex Arsenale
  10. Ex Arsenale, scoppia la pace
  11. I militari “aprono” sulle aree
  12. Polo militare, rilancio e assunzioni.
  13. Laboratorio Pontieri in chiusura ?
  14. Le aree militari? Tutte a Le Mose
  15. Fumata grigia per l'ex Arsenale
  16. Doccia fredda per il Polo Militare.
  17. Alla ricerca di 200mila metri quadrati per i militari
  18. Sale la tensione all'ex Arsenale ?
  19. Ex Arsenale, ora parli il ministro.
  20. Polo militare, schiarita da Roma.
  21. Sforzo bipartisan per il Polo militare
  22. Scuola di polizia, chiusura "congelata"
  23. Polo militare, progetto al via
  24. Aree militari, allarme rientrato
  25. Scuola di Polizia : De Gennaro insiste per chiuderla
  26. «Ex Arsenale, ripartiamo da zero»
  27. Polo militare, malato con 5 anni di vita

esecuzione in 0,093 sec.