Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  PIACENZA A COLORI  :.  Colori piacentini.  :. Piacenza sempre capitale degli immigrati
sottocategorie di PIACENZA A COLORI
 :. Colori piacentini.
 :. Eventi.
 :. Forum Piacenza
 :. Ritratti.
 :. Piacenza vista dagli altri




mercoledì
21
ottobre
2020
Sant'Orsola e compagne martiri



Piacenza sempre capitale degli immigrati

Piacenza, avamposto italiano del fenomeno migratorio in ingresso, continua a confermarsi tale.

I cittadini dei Paesi terzi regolarmente soggiornanti al 28 aprile 2011 erano 22.028, al 30 marzo 2012 avevano raggiunto la cifra di 23.670 e al 31 ottobre 2013 il loro livello si è attestato a 25.732.
Una lievissima contrazione sembrerebbe manifestatasi comunque, all'inizio dell'anno 2014.
Infatti al 15 giugno la popolazione straniera soggiornante a Piacenza, secondo gli ultimi dati forniti nel report della questura, si è leggermente contratta attestandosi a circa 24.623 unità.

In termini percentuali, l'incremento della popolazione soggiornante a Piacenza in 3 anni è stato del 22,09 per cento.
Se rapportato all'incremento annuo del totale della popolazione straniera soggiornante in Italia, pari al 3,46 per cento tra il 2012 e il 2013, ben si può comprendere come il tasso di crescita della popolazione straniera soggiornante a Piacenza sia stato negli ultimi anni più di un terzo superiore a quello nazionale.

In linea con la maggiore "appetibilità" del territorio piacentino è anche il dato che si può desumere dal Report Statistico dell'Istat del 26 luglio del 2013.
L'incidenza dei soggiornanti non comunitari sul totale della popolazione residente è pari al 6,3 per cento a livello nazionale e tocca il suo massimo in Emilia-Romagna (10,5 per cento) e Lombardia (10,2 per cento).
La situazione, però, risulta fortemente diversificata a livello territoriale: per 12 province, tutte nell'area del Centro-Nord il trend è oltre la media.
Per la provincia di Piacenza il rapporto si colloca al 9 per cento se il termine di comparazione è costituito dalla popolazione soggiornante con quella complessivamente residente; si colloca a più del 13 per cento se il termine assunto nella proporzione è quello dei cittadini stranieri residenti. Secondo l'indagine compiuta da Istat esattamente un anno fa- la stessa a cui fa riferimento la questura piacentina - "si notano livelli particolarmente elevati dell'incidenza della popolazione straniera in alcune province del Nord, dove su dieci cittadini residenti, almeno uno è di cittadinanza straniera.
Si tratta delle province di Piacenza (13,5 per cento), di Brescia, Mantova, Reggio nell'Emilia, Modena (tutte province con valori intorno al 12-13 per cento) ".

La distribuzione della presenza sul territorio provinciale piacentino dei cittadini stranieri appare concentrarsi soprattutto nel capoluogo e nei medi conglomerati satelliti appendice del comune di Piacenza (Rottofreno e la frazione di San Nicolò a Trebbia) ovvero posti alle sue estremità lungo la via Emilia (Castel San Giovanni e Fiorenzuola).

Intuibile, secondo il report della questura (che reca la firma di Michele Rana) sembra la scelta di comuni in cui il costo della vita sia competitivo rispetto al capoluogo di provincia ma il cui livello di servizi e, dunque, di prospettiva di integrazione sia considerato, a torto o ragione, accettabile.

Al 15 giugno 2014 risultano, infatti, regolarmente soggiornati nel comune di Piacenza 11.855 cittadini non comunitari, a Castel San Giovanni 1.592 stranieri, a Fiorenzuola d'Arda 1.552, a Rottofreno 903 immigrati.
Seguono poi Borgonovo Val Tidone (874), Pontenure (561) e Cadeo (532).

Le nazionalità maggiormente rappresentate sul territorio risultano essere: Albania (4.618 soggiornanti), Marocco (3.445 soggiornanti), Macedonia (2.322), Ecuador (1.688), Ucraina (1.861) e India (1.572).
In linea generale anche la provincia di Piacenza continua ad essere attrattiva per migranti provenienti in stragrande maggioranza da paesi del bacino del Mediterraneo e cioè, in generale, da Paesi molto vicini.
La presenza a Piacenza di persone straniere, regolarmente soggiornanti, provenienti dal bacino del Mediterraneo (compresi i paesi della penisola balcanica che non hanno fatto ancora ingresso nell'Ue) è pari a 17.436 unità.

da Libertà del 26/07/2014


Oltre 24mila immigrati in provincia di Piacenza, in grado di farne una delle capitali italiane del fenomeno.
Nella sola città di Piacenza sono circa 12mila, gli stranieri non comunitari, anche se ogni etnia, meglio - ogni individuo - è presente all'ombra del Gotico con motivazioni anche molto differenti.
Come la stessa questura ha evidenziato ieri - presentando il primo report sull'andamento del fenomeno immigratorio a Piacenza - "su una medio-piccola provincia, come quella di Piacenza, insistono persone, cittadini di Paesi terzi, che hanno culture, motivi, desideri, progetti i più disparati".
Da quello urgente e di natura temporanea a quello più stabile e duraturo sino alla permanenza di lungo periodo, se non addirittura alla cittadinanza; da quello che prefigura il soggiorno italiano come mezzo a quello invece che lo concepisce come fine; dall'arrivo e dal soggiorno di tipo emergenziale in conseguenza di guerre civili sino a quello strutturato e programmato di ricongiungimento col proprio nucleo familiare. Infine, da quello lecito a quello che si avvale di mezzi illeciti sino a quello propriamente illecito. Un solo dato è certo: gli arrivi continuano a crescere, anche se, al loro interno, si registrerebbe un'inversione di tendenza costituita da quanti gettano la spugna e tornano nel loro Paese d'origine. Un'inversione di tendenza, tuttavia, ancora incapace di cambiare il segno del fenomeno e di cui la modesta contrazione di oggi rientra appieno tra le parentesi congiunturali.
Crescono, nel complesso, gli immigrati a Piacenza, e anche la spirale negativa della recessione pare soffiare nella direzione degli arrivi: in Italia, a Piacenza, lo straniero in molti casi si fa raggiungere dai suoi familiari, come se - tutti insieme, stretti nel nucleo, pur con unico stipendio - la bestia della crisi e della povertà dietro l'angolo fosse un po' meno minacciosa.
Un fenomeno nel fenomeno testimoniato dagli uffici.
In ordine alla motivazione del soggiorno, infatti, occorre registrare l'evidenza di quella che sembra una certa azione della "crisi" sui rinnovi dei titoli di soggiorno.
Pur in numeri assoluti ancora contenuti il ricorso al permesso, ora annuale, per "attesa occupazione" è aumentato in termini percentuali di 2 punti dal 2010 al 2012, confermandosi invece stabile nel 2013.
Mentre nel 2010 erano, infatti, il 4,33 per cento (417) del totale dei permessi rilasciati dall'Ufficio Immigrazione, nel 2012 i permessi per attesa occupazione sono passati al 6,08 per cento (761). Nel 2013 invece i permessi di soggiorno rilasciati per attesa occupazione si sono sostanzialmente confermati sui livelli dell'anno precedente (731).
Considerato che questo titolo di soggiorno è quello di chi è in cerca di lavoro e ha una durata annuale, ben si potrebbe concludere, secondo la questura di Piacenza, che la congiuntura economica continua a far sentire il suo grave peso.
Più evidente è il riflesso della congiuntura italiana, anche nella popolazione immigrata, se si traguarda la contrazione della motivazione del permesso di soggiorno per motivi di lavoro (subordinato ed autonomo): si è passati dal 56, 24 per cento del 2010, al 50,44 per cento del 2012 sino al 48,17 per cento del 2013.
Ma la contrazione, pur nell'aumento della popolazione straniera complessivamente soggiornante, anche nei primi sei mesi del 2014 sembra non arrestarsi tanto che al 15 giugno di quest'anno sono "solo" 5.334, pari al 48,01 per cento del totale dei permessi di soggiorno rilasciati dalla questura di Piacenza. Il calo delle autorizzazioni a rimanere in Italia riportanti la motivazione del lavoro è di circa più del 6 per cento dal 2010 al primo semestre 2014.
A ciò fa da contraltare l'aumento in cifra assoluta e percentuale della motivazione familiare: i permessi di soggiorno per motivi familiari sono, infatti, passati dal rappresentare il 30,80 per cento nel 2010 ad essere il 34,05 per cento nel 2012, fino al 37,35 per cento nel 2013 del totale dei permessi rilasciati.
Simona Segalini
simona. segalini@liberta. it
LIBERTA' 26/07/2014


pubblicazione: 26/07/2014
aggiornamento: 03/05/2015

 18981

Categoria
 :.  PIACENZA A COLORI
 :..  Colori piacentini.



visite totali: 1.152
visite oggi: 1
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,50
[c]




 
Schede più visitate in Colori piacentini.

  1. Piacenza, la città delle caserme
  2. Rotary Club Valli del Nure e della Trebbia
  3. Tartago in Val Boreca
  4. Duecentocinquanta studenti hanno rievocato la battaglia di Annibale.
  5. Il corteo storico di Grazzano Visconti
  6. Sepolti da due metri di neve
  7. Franco Bagutti taglia il traguardo dei 40 anni di attività.
  8. Neve a Piacenza
  9. Addio al 50°Stormo
  10. Piacenza, 18 agosto 2007
  11. Marco Elefanti nominato Direttore Amministrativo dell' Università Cattolica
  12. Rebecchi Nordmeccanica : ecco il tricolore bis !!
  13. Casali, l'intima poesia dei luoghi amati
  14. Successo per i "venerdì piacentini"
  15. LA GRANDE NEVICATA DEL 7 GENNAIO 2009
  16. Si è insediato il nuovo Prefetto dott.Antonino Puglisi
  17. Gita al Lago Nero, gioiello dell'Alta Valnure
  18. Nevica su Piacenza e sul Nord Italia
  19. Una via o una piazza per Guido Ratti
  20. Piacenza sotto la neve.
  21. Acqua dell'Alta Valle, sorso di Valtrebbia
  22. Battaglia del Trebbia, in campo i ragazzi.
  23. Frutti Antichi si conferma un successo
  24. Coro di voci per via Guido Ratti
  25. Graziano Dragoni direttore generale del Politecnico di Milano.
  26. Nasce Il Filo di Pandora : lotta contro i disturbi alimentari precoci
  27. Meccanica, Piacenza ‘tira"
  28. A Piacenza quattro facoltà e un solo motore culturale
  29. Immigrati, nuove comunità crescono
  30. Reati in diminuzione grazie alla sicurezza partecipata
  31. Abitanti, quota 100mila si avvicina
  32. Cammina per le strade l'aria lieta del Natale
  33. Madonna col Bambino : un gioiello del 500 torna a nuova vita
  34. L'ex matricola che ha realizzato un sogno
  35. Piacenza promossa per l'Adunata Nazionale Alpini 2013

esecuzione in 0,125 sec.