Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  ECONOMIA Piacenza  :.  Polo Logistico  :. Piacenza scommette sul ferro
sottocategorie di ECONOMIA Piacenza
 :. Patto per Piacenza
 :. Marketing territoriale
 :. Fondazione
 :. Camera Commercio
 :. PcExpo
 :. Industria
 :. Meccanotronica
 :. Tecnopolo
 :. Estero
 :. Polo Logistico
 :. Agricoltura
 :. Authority Alimentare
 :. Artigianato
 :. Commercio
 :. Centro storico
 :. TESA-NewCo-ENIA-IREN
 :. Tempi spa - SETA
 :. Pendolarismo
 :. Polo militare
 :. Cooperazione
 :. Milano Expo 2015




mercoledì
23
settembre
2020
San Lino, papa



Piacenza scommette sul ferro

Chain Log - Il territorio investe sull'accoppiata strade-binari per facilitare gli scambi

Piacenza logistica non rinuncia ad uno dei suoi pregi maggiori: l'intermodalità.
La possibilità di uno scambio del trasporto merci da gomma a ferro è la nostra caratteristica saliente.

E anche se Giuseppe Smeriglio, direttore di Trenitalia Logistica, in apertura del convegno Chain Log sostiene che non conviene a Rfi investire su tratte sotto i 200 km e altri negano l'utilità dell'Alta Capacità a fini di trasferimento di merci, gli operatori dell'area padana, spiega Roberto Arghenini, amministratore di Rivalta Logistica, vedono grande convenienza nei raccordi brevi su binari, per esempio con il porto di Genova.
E forse saranno loro stessi ad investire su tratte ferroviarie e locomotori.

Al ruolo dei binari crede senz'altro il piacentino Carlo Merli, direttore di Piacenza Intermodale e vice-presidente dell'Itl:
«Siamo il polo del ferro e questo può solo migliorare i servizi».
La piattaforma piacentina guarda ad un'area vasta, a Milano Sud al bacino padano di Lodi, Cremona e Mantova.
Realtà private piacentine hanno investito milioni di euro sui binari dell'intermodalità.
E nel 2008 l'avvio della linea ad Alta Capacità libererà sulla Milano-Bologna ulteriori spazi per 250 treni sulla vecchia linea.

Stefano Zunarelli (presidente Itl) non esita a definire Piacenza una delle piattaforme più interessanti d'Italia proprio per l'intermodalità.
Ma le sorti della logistica locale sono legate anche ai miglioramenti viabilistici.

Un conferma arriva da Francesco Acerbi, direttore generale di Autostrade Centro Padane, che al dibattito dedicato al caso-Piacenza a palazzo Gotico - coordinato da Enrico Ciciotti (Cattolica) - parla dell'avvio entro l'anno del raddoppio, con l'acquisizione delle aree, del tratto di tangenziale a sole due corsie in uscita dalla A1 e fino allo svincolo di Montale, tassello degli investimenti di Centro Padane sul territorio (18 milioni di euro).

Piacenza ha visto calare ieri il sipario della "due giorni" dedicata alla logistica nazionale con un bilancio significativo: una cinquantina di relatori e 380 delegati iscritti.
Ne esce il quadro complesso di un settore su cui tutte le nazioni e tutti i Comuni puntano, ma in debito di infrastrutture: strade, connessioni, reti ferroviarie, collegamenti a porti e aeroporti, tecnologie sofisticate e oggi anche formazione, in questo però Piacenza vanta la prima laurea italiana in trasporti e logistica.

Il solo transito delle merci non è sufficiente a creare ricchezza, occorre un saldo legame con le produzioni locali.
E i territori chiusi in se stessi perdono, non a caso Centro Padane insiste su un'area vasta: Cremona, Piacenza, Brescia (che avrà un hub merci importante).
Peccato che Piacenza non figuri nell'asse di Slala (illustrato da Francesca Ferrari), la società logistica dell'arco ligure orientata su Serravalle, Tortona e Alessandria.

C'è chi, però, a Piacenza crede, come Cesare Trevisani, presidente della Commissione Trasporti e Logistica di Confindustria regionale (ma anche presidente del Gruppo Trevi): «è snodo fondamentale e tra i pochi punti prioritari su cui la Regione è chiamata a far scelte importanti».

Il trasporto su ferro, più pulito, sembra piaccia anche a Giovanni Leonida (vicepresidente Assologistica). La Tav però non serve alle merci, più utili sono le tangenziali ferroviarie.
Piacenza?
Ha pagato dazio con enormi capannoni, impatto ambientale, cooperative e lavoro nero, oggi inverte la sua immagine e rilancia con una laurea importante, cercando di promuoversi e di liberarsi dell'immagine di succursale povera di Milano.

Ma come vedono gli operatori esterni il nostro polo?
Sergio Sara (compagnia di navigazione Ignazio Messina & Co, che muove 4.500 treni merci all'anno) parla della nostra forza distributiva, mentre siamo inadatti sia ai traffici internazionali sia come retroporto di Genova, troppa concorrenza dall'Alessandrino.
Patrizia Soffientini


pubblicazione: 31/05/2006
aggiornamento: 01/06/2006

 10052

Categoria
 :.  ECONOMIA Piacenza
 :..  Polo Logistico



visite totali: 2.155
visite oggi: 1
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,41
[c]




 
Schede più visitate in Polo Logistico

  1. Unieuro sbarca al polo logistico
  2. Apre a Piacenza il più grande centro di smistamento merci Tnt d'Italia
  3. Il Polo logistico paga “dazio“.
  4. Ikea, sviluppo ma senza assunzioni
  5. "Piacenza più vicina al porto di Genova"
  6. È un Polo Logistico da record
  7. Tnt: a Piacenza un centro-merci internazionale
  8. Piacenza sarà pioniera nella logistica
  9. Logistica e occupati, una sfida aperta
  10. Il polo logistico con l'espansione sarà il 2°in Italia
  11. Città della moda, "sfila" il progetto
  12. "Regia più attenta in maggioranza"
  13. Polo logistico, sì senza entusiasmo
  14. Per la logistica più verde e servizi
  15. "Il polo logistico decolla con una firma"
  16. Trasporti, Piacenza polo della logistica .
  17. Dossier MEROPE
  18. Piacenza snodo ferroviario per la Romania
  19. Centro moda, chiarimento fallito
  20. «Capitale europea di logistica»
  21. Riprende quota l'aeroporto merci
  22. Ritchie Bros presenti un progetto
  23. Insediamenti produttivi. Le Mose, in vendita 70mila metri.
  24. Dal polo logistico alla Tour Eiffel
  25. Il Polo di Protezione civile a Piacenza ?
  26. Polo logistico pronto a decollare
  27. Unioncamere sostiene la logistica
  28. La logistica non entusiasma Giglio
  29. Piacenza scalo-merci? Si fa fatica
  30. Piacenza più vicina al porto di Genova
  31. Logistica, subito un'authority
  32. Centro-moda, spunta Vuitton
  33. Piacenza scommette sul ferro
  34. Centro-moda, scatta la polemica
  35. Ma pensiamoci bene prima di approvarlo

esecuzione in 0,109 sec.