Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  SANITA' Piacenza  :. Piacenza dice addio al 118: supercentrale a Parma
categorie
 :. FILIBERTO PUTZU, politica
 :. COMUNE di PIACENZA
 :. POLITICA Piacenza
 :. ECONOMIA Piacenza
 :. AMBIENTE Piacenza
 :. VARIE Piacenza
 :. SANITA' Piacenza
 :. PIACENZA A COLORI
 :. PIACENZA TIPICA
 :. RITRATTI
 :. DIOCESI di PIACENZA
 :. PRIMO PIANO
 :. ITALIA Politica
 :. ITALIA Società
 :. ITALIANI
 :. TRACCE
 :. SALUTE
 :. DR.PUTZU, medicina generale
 :. DR.PUTZU, Estetica Medico-Chirurgica
 :. BEAUTY
 :. ARTE
 :. STORIA
 :. SPORT
 :. MUSICA
 :. Max Altomonte DJ
 :. CINEMA-TV
 :. MODA
 :. TENDENZE
 :. GLAMOUR
 :. GOSSIP & C.
 :. Bacco,Tabacco & Venere
 :. MONDO
 :. UNIVERSO
 :. VIAGGIARE
 :. CUCINA
 :. E-COMMERCE
 :. Les Charlatans
 :. Monitor




mercoledì
7
dicembre
2022
Sant'Ambrogio



Piacenza dice addio al 118: supercentrale a Parma

Si chiude un'era durata 21 anni e se ne apre un'altra. Dalle 9 di oggi il 118 di Piacenza, nato nel settembre del 1993, cesserà di esistere. Diventerà qualcos'altro, d'accordo. Ma con le urgenze sanitarie non avrà più nulla a che fare. Si occuperà di trasporti di malati da un ospedale all'altro e di smistare le chiamate alle guardie mediche. Da oggi la gestione delle telefonate al 118 avverrà a Parma. Si compie così il progetto di Centrale operativa Emilia Ovest, che coprirà le province di Piacenza, Parma e Reggio Emilia: un territorio di 8.541 chilometri quadrati, con un milione e 262.995 abitanti e 140 comuni.
Da tempo circola un mantra sull'argomento: l'utente non si accorgerà di nulla. Lo riprende Adriano Furlan, direttore della centrale di Parma: «Chi chiamerà per chiedere un'ambulanza sentirà forse un accento diverso dall'altro capo del telefono, ma questa sarà l'unica differenza rispetto al passato. E se qualcuno ha mai temuto che cambiasse qualcosa rispetto ai mezzi di soccorso, vorrei rassicurare che continueranno a partire dal territorio di riferimento». Questo è chiaro. Si può anche credere al fatto che l'unificazione abbasserà i tempi di risposta e farà funzionare tutto meglio. «È la logica del call-center, più centralizzi più sei efficiente, soprattutto quando si presentano grosse emergenze», afferma Antonio Pastori, responsabile infermieristico del 118 di Parma, snocciolando qualche cifra: «Dall'8 ottobre scorso la centrale di Reggio Emilia si è unificata a quella di Parma e oggi il tempo medio di risposta dal primo squillo è di cinque secondi e mezzo. Nei primi quindici giorni di servizio soltanto 23 chiamate hanno dovuto attendere più di 20 secondi. Ma se confrontiamo questo dato con quello di Parma e di Reggio di un anno fa, quando le due centrali erano ancora indipendenti, scopriamo che gli utenti che hanno atteso più di venti secondi per avere una risposta sono stati 54. Questo significa che nei momenti critici, uniti reggiamo meglio all'urto».
D'accordo, la mega centrale di Parma ha le spalle più grosse. Tuttavia non ci si può nascondere che una fettina di storia della sanità piacentina chiude i battenti. E che il sentimento dominante dalle nostre parti, insieme alla soddisfazione per aver raggiunto un nuovo traguardo, è quella della perdita. Lo sottolineano Enrica Rossi e Stefano Nani, fino a ieri, rispettivamente, dirigente dell'area emergenza urgenza e coordinatore del 118 di Piacenza e da oggi alla guida del coordinamento di direzione e controllo della centrale Emilia Ovest. «Non si può negare che proviamo un po' di malinconia», afferma la dottoressa Rossi. «La riorganizzazione in cui siamo stati coinvolti era inevitabile, un dato che toccherà prima o poi tutto il Nord Italia - aggiunge Nani - ma guardandoci alle spalle c'è molta nostalgia per il cammino professionale percorso assieme. Un cammino condiviso anche in questa fase di trasformazione».
Il trasloco a Parma ha rappresentato anche una storia di passione civile, che a Piacenza ha visto una mobilitazione pubblica e la creazione di un comitato di cittadini sceso in campo per difendere la nostra centrale operativa e il ruolo del volontariato (Croce Rossa e Anpas in prima fila) che lavora spalla a spalla con infermieri, medici e autisti dell'Ausl sul fronte delle emergenze. Il comitato è andato allo scontro frontale con la Regione Emilia Romagna, promotrice del processo di accentramento, finché la politica e la dirigenza sanitaria locali non sono riusciti a trovare una mediazione in modo da far digerire a tutti il cambiamento. È stato così ottenuto qualcosa in cambio della chiusura del 118 di Piacenza: due piacentini a capo del coordinamento tecnico della nuova super-centrale, la garanzia della riconversione della centrale di via Anguissola e maggiori investimenti dell'Ausl sul territorio, col potenziamento dei mezzi in campo.
Paolo Marino

LIBERTA' 10/12/2014


pubblicazione: 10/12/2014
aggiornamento: 17/12/2014

 19107

Categoria
 :.  SANITA' Piacenza



visite totali: 1.309
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,44
[c]




 
Schede più visitate in SANITA' Piacenza

  1. Reparto di Area Critica all'Ospedale di Piacenza.
  2. AUSL PIACENZA
  3. 800-651941 : Numero verde AUSL di Piacenza
  4. «A Piacenza sanità invidiabile»
  5. «Mobilità passiva, come stopparla»
  6. Mobilità passiva record: 50 milioni
  7. Sede AUSL a barriera Milano. Nell'ex palazzo Enel tutti i servizi al cittadino.
  8. Hospice, la Regione dà i soldi.
  9. AUSL di Piacenza - Piano Programmatico
  10. Per Ripa di Meana mandato-bis all'Azienda Usl.
  11. Farmacie comunali «Così sul mercato»
  12. Via libera all'Hospice per i malati terminali
  13. Andrea Bianchi al timone dell'Ausl di Piacenza
  14. "La sanità piacentina perde la maglia nera in regione "
  15. Ordine Medici di Piacenza, sarà Augusto Pagani il presidente
  16. Usl, i sindaci dicono «sì» al Piano 2004-2006
  17. FARMACI, NOVE MEDICI PIACENTINI INDAGATI.
  18. La sanità piacentina cambia casa.
  19. Sanità e Provincia.
  20. Ausl, spunta la “grana” dei parcheggi
  21. Piani della salute, partenza a metà maggio.
  22. Nuovo palazzo AUSL
  23. Hospice, il “nodo” delle risorse.
  24. Hospice, porte aperte all'Opera Pia Alberoni
  25. Promosso il welfare “all'emiliana”
  26. "Il tasto dolente delle liste d'attesa"
  27. Il direttore AUSL ha lavorato bene.
  28. Che fine ha fatto il centro nazionale della terapia del dolore ???
  29. Andrea Bianchi è stato riconfermato al vertice dell'Azienda Usl di Piacenza
  30. «Sanità: Piacenza cardine regionale»
  31. AUSL di Piacenza -Piano Strategico 2002-2004
  32. Influenza, pronte 73mila dosi di vaccino
  33. IL BUCO DELLA SANITA' IN EMILIA ROMAGNA.
  34. Ausl, si è dimesso il Direttore Generale Andrea Bianchi
  35. L'Ospedale rilanciato.

esecuzione in 0,217 sec.