Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  PIACENZA A COLORI  :.  Forum Piacenza  :. Piacenza : E' arrivato il momento delle scelte
sottocategorie di PIACENZA A COLORI
 :. Colori piacentini.
 :. Eventi.
 :. Forum Piacenza
 :. Ritratti.
 :. Piacenza vista dagli altri




venerdì
30
ottobre
2020
San Gerardo



Piacenza : E' arrivato il momento delle scelte

di Gaetano Rizzuto

Archiviati i secondi "Stati Generali" di Piacenza, insediato il nuovo Comitato Strategico la parola deve passare, senza rinvii, ai fatti.

Il 2020 è davvero "praticamente domani" e per nessuno ci saranno più alibi.

C'è il nuovo Piano Strategico, ci sono i nuovi progetti (una trentina, quasi tutti fattibili).
Nei prossimi mesi, entro l'autunno, il Comitato dovrà decidere su quali puntare.

I progetti poi entreranno nel "Piano" che vincolerà la Provincia e i Comuni per le scelte dei prossimi anni nei piani regolatori e di programmazione.
Benessere e sviluppo sono gli obiettivi.
Vuol dire che le persone - gli uomini, le donne, i giovani e gli anziani di questa terra - vanno messe al centro di ogni progetto.

La Piacenza del futuro - come ce l'hanno presentata i ragazzi - deve avere più qualità, più felicità e più vivibilità.
Un banco di prova decisivo.
L'ultima prova di appello per l'attuale classe dirigente che ha avuto sinora il merito - in mezzo a incertezze e tentennamenti - di puntare sul futuro dando l'impressione di crederci ma non riuscendo ancora a pensare in grande e a far scattare quella "scossa" decisiva che metta tutti in cammino nella stessa direzione, con lo stesso obiettivo: far crescere Piacenza.

C'è bisogno, a tutti i livelli, di una classe dirigente coraggiosa e motivata.
Ci vogliono pubblici amministratori capaci di scegliere (e ogni scelta è questione di priorità).
La priorità di un cattivo amministratore è il suo interesse personale. La priorità di un buon amministratore è l'interesse della comunità.

Gli Stati Generali, conclusisi ieri mattina con lo stimolante intervento del ministro Bersani, sono insieme un punto di arrivo e di partenza per Piacenza.
La grande scommessa sul domani è sulla città nuova, sulla città dell'innovazione e dello sviluppo, sulla città delle persone, della cultura, della solidarietà e dell'accoglienza, dell'integrazione e dei servizi alla persona.
Piacenza deve crescere.

Uno sviluppo, dunque, compatibile con l'ambiente e con una migliore qualità urbana.

Piacenza deve sempre più diventare città della conoscenza, luogo privilegiato per i processi di produzione, diffusione e scambio del sapere.
La grande sfida è quella di una maggiore vivibilità migliorando l'ambiente urbano.

Il tempo delle promesse è finito.
E' arrivato il momento delle scelte coraggiose, di passare cioè dalle parole ai fatti, dai progetti alle opere, alle cose da fare.
E non bisogna aver paura di pensare positivo.

Piacenza in questi anni è cambiata ma è destinata a cambiare ancora.

Occorre, nei prossimi anni, sempre più fare i conti con una città plurale e aperta.
Un ruolo importante lo sta svolgendo l'Università favorendo la ricerca e l'innovazione al servizio del territorio, aiutando Piacenza ad uscire dai suoi confini per guardare all'Europa, creando un laboratorio permanente di proiezione verso il futuro.

Se gli obiettivi sono quelli di creare più sviluppo (diecimila nuovi posti di lavoro in dieci anni sono un grande obiettivo), di puntare sul sociale, di "comunicare meglio" Piacenza con un vero marketing territoriale e di investire sui giovani non resta che mettersi al lavoro e recuperare il tempo perduto.

Non c'è più spazio per divisioni, veti incrociati e altri rinvii.
Vanno abbandonati per sempre - come ha consigliato il ministro Bersani - gli storici "vizi piacentini" e cioè che ognuno lavora per sè e cerca di ostacolare chi ha voglia di fare.
Finalmente i piacentini cominciano a parlarsi.

Da oggi tutta la classe dirigente piacentina - rappresentata nel Comitato Strategico - è in gioco. Individuati e definiti i progetti, condivisa la visione e la strategia, tutti devono concorrere, positivamente, a realizzare le cose.
Il fallimento del Piano Strategico sarebbe il fallimento dell'intera classe dirigente piacentina.

Gaetano Rizzuto, Libertà del 11/06/2006


pubblicazione: 11/06/2006
aggiornamento: 28/09/2006

Gaetano Rizzuto 10080
Gaetano Rizzuto

Schede correlate
Dal Patto per Piacenza al Piano Strategico.
Dare anima e cervello al futuro di Piacenza
Fare squadra e sistema: promuovere Piacenza.
Patto per Piacenza, inizia la grande sfida.
PIACENZA : Il "nuovo" Piano Strategico per Piacenza.
Una scossa per Piacenza per evitare il declino

Categoria
 :.  PIACENZA A COLORI
 :..  Forum Piacenza



visite totali: 1.601
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,30
[c]




 
Schede più visitate in Forum Piacenza

  1. Gaetano Rizzuto e Libertà.
  2. Fabbriche della Felicità : Piacenza città futura : quali le scelte ?
  3. Il FUTURO di Piacenza
  4. Il "dream team" per far decollare Piacenza
  5. Intervista a GIACOMO VACIAGO.
  6. Fabbriche della Felicità : Discussione a piu' voci e affondo di Vaciago
  7. Buon 2006.
  8. Cambiamo pelle, ma restano certe debolezze storiche
  9. Una società sempre più coi capelli bianchi
  10. Le nostre libertà dipendono dalle tasse.
  11. Ecco i piacentini, contenti ma scortesi
  12. Buon 2003 : parla Giorgio Lambri
  13. I ragazzi chiedono più verde
  14. Un piano per valorizzare la Marca Piacentina
  15. La popolazione di Piacenza al 31/12/2004.
  16. Piacenza e la Via Francigena
  17. Banca d'Italia Piacenza : commento alla relazione di Fazio
  18. Qualità della vita e ambiente «Ecco dove siamo peggiorati»
  19. “Comunicare” Piacenza
  20. La meccanica avanzata traino per l'economia piacentina.
  21. Montezemolo presidente di Confindustria
  22. Ecco i segni del risveglio di Piacenza
  23. Una scossa per Piacenza per evitare il declino
  24. Perché serve un nuovo umanesimo a Piacenza
  25. C'è chi sparge storielle.
  26. Quale città costruiamo per i nostri figli?
  27. Riqualificare Piacenza per svilupparla.
  28. Buon 2003 : parla Gaetano Rizzuto
  29. Buon 2007 : Per Piacenza più idee e progetti innovativi.
  30. Il benessere per Piacenza : prima bisogna costruirlo.
  31. Piacenza e la "squadra" per il salto di qualità.
  32. Il gioco di squadra a Piacenza secondo Mazzocchi
  33. Giglio: oltre la notte, più forti
  34. PIACENTINITA'
  35. Tre regole per guardare avanti

esecuzione in 0,125 sec.