Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  FILIBERTO PUTZU, politica  :. PIACENZA COLONIA ROMANA
sottocategorie di FILIBERTO PUTZU, politica
 :. Consiglio Comunale
 :. Inquinamento
 :. Traffico
 :. Sanità
 :. Vita cittadina
 :. Politichese




mercoledì
21
aprile
2021
Sant'Anselmo d'Aosta



PIACENZA COLONIA ROMANA

Tesa "ceduta" ai reggiani

Piacenza fu fondata nel 218 a.C. come avamposto di Roma, ai confini dei propri territori con quelli abitati dai Galli Cimbri e Boi.
Avamposto di coloni per "colonizzare" quelli che allora erano considerati territori barbari.

E' passato parecchio tempo da allora, e forse abbiamo dimenticato le nostre origini di coloni, tanto da rischiare di diventare ora "oggetto di colonizzazione".
Non piu' terra di confine ma terra di conquista ?

E' quello che alcuni paventano ad esempio in merito alla recente alleanza con la Fondazione Regionale Toscanini per la gestione del nostro teatro, ed in genere ogni qual volta il Comune accetta progetti regionali, temendo un processo di "regionalizzazione".

Ora con il capitolo TESA, si riaffaccia l'argomento "colonizzazione".
Vediamo perche'.
Dopo la cessione del 40% della nostra ex-municipalizzata al Gruppo Camuzzi e poi ad ENEL, una nuova gara per l'acquisizione delle quote ha visto darsi battaglia 3 pretendenti : Esafin, AGAC Reggio e ASM Brescia (cui si era aggiunta una cordata di imprenditori piacentini).
Il tutto si è concluso con l'aggiudicazione ad AGAC Reggio Emilia.
Ma perchè TESA è stata tanto ricercata ?
In effetti TESA è la "cenerentola" tra le ex-municipalizzate dell'Emilia Romagna con un utile netto del solo 0,29%.
In compenso la tassa rifiuti che i piacentini hanno dovuto pagare nel 2001 è ammontata a 210 euro (per appartamento tipo), il massimo in E.Romagna.

Questa tassa si dovrebbe ridurre con l'entrata in funzione dell'inceneritore di Borgoforte, ma benchè il sindaco Reggi abbia ipotizzato una riduzione già nel 2004, il direttore Romanda ha dichiarato che tale riduzione sarà ottenibile solamente dopo 14 anni.
Si risparmierà infatti sulla tassa ecologica per lo smaltimento dei rifiuti in discarica (pari a 35 lire al Kg), ma si dovranno ripianare i debiti pari a 100 miliardi di vecchie lire.

Ed in regione cosa succede ?
Nella nostra regione si è costituita non tanto tempo fa HERA, società di multiservizi formata da SEABO Bologna e da altre 10 aziende della Romagna.
Il suo sviluppo è stato rapido, tanto da collocarsi al terzo posto tra gli operatori nazionali, con un fatturato di 1 miliardo e 100 milioni di euro, ed un incremento del suo giro d'affari del 23% rispetto all'anno precedente.
Il Presidente della Regione Vasco Errani ha sostenuto l'opportunità di costituire un "secondo polo" tra le aziende non coivolte dal polo bolognese, e cioè un supergruppo comprendente le ex-municipalizzate di Piacenza (TESA), Parma (AMPS), Reggio Emilia (AGAC), Modena (META),
Carpi-Mirandola (AIMAG) e Ferrara (AGEA), le cosiddette "sette sorelle".

Ma in realtà si sono profilati 2 gruppi distinti :
da una parte Modena assieme a Carpi,Mirandola e Ferrara;
dall'altre Reggio Emilia,Parma e Piacenza.

Ed eccoci allora al tema iniziale della "colonizzazione".
Parma e Reggio hanno concertato un possibile asse tra le loro aziende: AGAC e AMPS hanno iniziato a prendere accordi per la realizzazione di un inceneritore ed una centrale a turbogas, senza però ottenere risultati concreti.
Ecco allora profilarsi TESA.
Piacenza possiede l'inceneritore.
Piacenza possiede una centrale elettrica che sta per essere convertita.

Si parla di "polo energetico", di una nuova centrale a Fiorenzuola, di "teleriscaldamento" (utilizzando il calore emesso dalla centrale).
In compenso Piacenza è alla ricerca di una nuova discarica, possibilmente non troppo lontana.

Ci faremo "colonizzare" dalle cugine Reggio e Parma, diventando per loro smaltitore di rifiuti e produttore di energia ?
Quale futuro ambientale per noi e per i nostri figli ??


pubblicazione: 15/02/2003
aggiornamento: 07/04/2007

G.Foppiani, La maga Circe, 1975, tempera su tavola cm 50x40 2497
G.Foppiani, La maga Circe, 1975, tempera su tavola cm 50x40

Categoria
 :.  FILIBERTO PUTZU, politica



visite totali: 2.693
visite oggi: 1
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,40
[c]




 
Schede più visitate in FILIBERTO PUTZU, politica

  1. I DOVERI DI UN CONSIGLIERE COMUNALE
  2. Le pubblicità sulle aiuole delle rotatorie sono vietate dal Codice della Strada
  3. Il ruolo del Consigliere Comunale
  4. Gettoni e compensi ai Consiglieri Comunali.
  5. 86 Adunata Nazionale Alpini, Piacenza, 10 maggio 2013
  6. CONSIGLIO COMUNALE ? NO, RIUNIONE CONDOMINIALE...
  7. Degrado nell'area Borgo Faxall.
  8. SPECCHIETTI PER ALLODOLE
  9. Medici in visita domiciliare e multe.
  10. Lo stipendio del Comandante dei Vigili Urbani
  11. MA CHI DIRIGE E' ELEFANTI
  12. RICORSO AL TAR CONTRO IL COMUNE DI PIACENZA.
  13. Il lungo cammino dell'uomo verso la convivenza civile.
  14. Il sottopassaggio della zona ex Club 68 è inagibile, ogni volta che piove si allaga.
  15. L'inceneritore a Piacenza.
  16. Larghe intese ? Cosa avevano detto
  17. Caso Enìa
  18. Maratoneti dell'Unione
  19. Roma, 2 dicembre 2006 : io c'ero.
  20. Nostalgia....
  21. Considerazioni sulla Farmacia Polo
  22. Cos'è il peculato
  23. Via Risorgimento, l'area ex Camuzzi-Gas, il parcheggio di Piazza Cittadella
  24. Il giardinetto di via Goitre
  25. Scambi di cortesie.
  26. NEWCO EMILIA
  27. L'isola che non c'è.
  28. «La città paga debolezze croniche»
  29. Predica bene, ma razzola male.
  30. PALAZZO degli UFFICI COMUNALI : è veramente necessario ?
  31. La moltiplicazione dei pani e dei pesci.
  32. Le rotonde di Piacenza
  33. LA MOSCHEA A PIACENZA
  34. Suoniamo buona musica per la nostra città
  35. I° Congresso Provinciale del Popolo della Libertà di Piacenza

esecuzione in 0,078 sec.