Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Programma  :.  AREE MILITARI-BENI DEMANIALI  :. Pertite e Laboratorio Pontieri, no da Roma
sottocategorie di Programma
 :. AREE MILITARI-BENI DEMANIALI




lunedì
28
novembre
2022
San Giacomo della Marca



Pertite e Laboratorio Pontieri, no da Roma

Niet su Pertite e Laboratorio Pontieri, "ni" su caserma Nicolai e sul binomio Artale-campo poligono. Chiusura non su tutti i fronti, ma quasi al tavolo tra Anci e Stato sul federalismo demaniale.

Al Comune di Piacenza, che aveva chiesto di espungere quelle quattro aree dall'elenco dei beni indisponibili per inserirle in quello dei comparti acquisibili gratuitamente da Palazzo Mercanti (se adeguatamente valorizzati), il demanio ha risposto picche: Pertite e Laboratorio Pontieri non si toccano, Piacenza può rassegnarsi; un ragionamento può invece aprirsi, parzialmente, per la caserma Nicolai di piazza Cittadella e la Artale di via Emilia Pavese con il campo poligono di Sant'Antonio.

Così ha riferito ieri in giunta il sindaco Reggi alla luce delle informazioni arrivate dalla segreteria della Conferenza unificata di confronto permanente sul federalismo demaniale.
E' quello il tavolo negoziale tra l'Anci - l'associazione nazionale dei Comuni di cui Reggi è vice presidente - e il demanio.
La risposta che il secondo ha fornito in queste ore alle richieste di Palazzo Mercanti (come degli altri municipi che stanno trattando il destino di aree militari sul loro territorio) non può certo piacere al sindaco.
Anche perché, ha spiegato al termine della giunta, «si limitano a dichiarare indisponibili Pertite e Laboratorio Pontieri senza motivare in alcun modo la cosa».

Nessuna spiegazione del mantenimento nella black list a differenza di tanti altri niet che invece vengono puntualmente motivati dal demanio.
«E questo non va bene», dice amareggiato Reggi, «come Anci non siamo soddisfatti, anche perché noi sappiamo perfettamente che quei beni sono entrambi inutilizzati dai militari», negarli contravviene perciò lo spirito del federalismo demaniale che vuole il passaggio ai Comuni di ciò che risulta non strategico per la Difesa.
«Ci devono rispondere motivando in maniera pertinente e dettagliata l'eventuale esclusione, così come si è concordato con il ministro Calderoli in via preliminare alla Conferenza unificata», reagisce il sindaco assicurando che «al tavolo l'Anci si farà sentire, eccome, per confutare le classificazioni di indisponibilità».

La valorizzazione con cui Palazzo Mercanti intende dare forza alla richiesta di acquisizione di quelle aree è nota: per la Pertite (tra via Emilia Pavese e via I Maggio) l'idea è di realizzare quel parco pubblico su cui è atteso un plebiscito al referendum consultivo del prossimo 12 giugno; una cittadella dell'arte e della cultura è quella, invece, che si vuole creare tra la caserma Nicolai con i chiostri di San Sisto e gli spazi del Laboratorio Pontieri adiacenti a palazzo Farnese.

Solo per Nicolai e Artale (più poligono) c'è la disponibilità del demanio a rivedere l'elenco, a inserirli in una lista successiva una volta completato l'iter procedurale e le verifiche catastali.

«Ma se il ministero intende usarli e valorizzarli», osserva Reggi concentrando l'attenzione su Pertite e Laboratorio Pontieri, perché non ci risponde sull'altra proposta di valorizzazione e mantenimento del polo militare che abbiamo presentato mettendo in conto un piano industriale e un investimento serio? Non ci risponde né di qua né di là, tenendo in scacco una comunità intera che tra l'altro si è pronunciata a più riprese e su vari tavoli per riappropriarsi di quelle aree, che cosa dobbiamo fare perché si degnino di dare una risposta?
Lo chiedo al governo e anche agli esponenti piacentini del centrodestra che portano in capo una oggettiva responsabilità di darci una risposta».
Gustavo Roccella
LIBERTA' 04/05/2011


pubblicazione: 04/05/2011

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Programma
 :...  AREE MILITARI-BENI DEMANIALI



visite totali: 902
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,21
[c]




 
Schede più visitate in AREE MILITARI-BENI DEMANIALI

  1. Con la Nicolai una Pilotta piacentina
  2. Nuovo polo militare, ma quanto costa l'area?
  3. Aree militari, sì alla task force consiliare
  4. D'Amo è "rosso fuoco", il suo ruolo bipartisan non esiste proprio
  5. Vaciago: una commissione di garanzia? È inutile
  6. D'Amo si è dimesso: «Il centrodestra sbaglia»
  7. «Aree militari, l'amministrazione è incoerente»
  8. Aree militari, opportunità e nodo-risorse al vaglio della giunta.
  9. Un milione di metri quadrati tornerà al Comune
  10. Foti e Polledri: la Pertite non sarà ceduta
  11. Nicolai non più off-limits, mappe accessibili
  12. Aree militari, il bando entro la metà del 2008
  13. Pertite, il sindaco: c'è irresponsabilità
  14. Aree Militari, adesso si lavora ad un Masterplan
  15. "Aree militari e rapporti politici all'insegna della collegialità"
  16. Aree Militari : "Giunta visionaria, il privato non verrà"
  17. Polo militare? Meglio dov'è, ma senza castello e ospedale.
  18. Aree militari, dubbi nella commissione che si interroga sulla sua identità
  19. Caserme restituite alla città
  20. L'Arsenale polo storico-museale, case al Macra, parco alle Pertite
  21. Stato-Comune, primo sì sui beni demaniali
  22. Pertite, 8mila sognano coi bimbi della Calvino
  23. Aree militari, Consiglio ostaggio delle faide
  24. Recupero delle aree militari
  25. Padiglione Berzolla o "Bixio" per il museo verdiano
  26. Commissione Aree Militari : Gianni D'Amo presidente
  27. Cessione beni militari, firma tra 40 giorni
  28. Aree militari, 2 anni per far partire il piano
  29. Aree militari: pericoli all'orizzonte
  30. Polo militare, accordo a primavera
  31. Aree militari, D'Amo a Putzu: Io voluto da Reggi ? Critica ingiusta ed eccessiva.
  32. Prima riunione della "Commissione Aree Militari"
  33. Laboratorio militare al bivio
  34. Aree militari, la civica con Reggi: commissione finita
  35. Commissione Aree Militari : D'Amo getta la spugna

esecuzione in 0,093 sec.