Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  ITALIA Politica  :.  Ppe  :. Per Casini, un futuro da Segretario del Partito unitario ?
sottocategorie di ITALIA Politica
 :. Politica nazionale
 :. Federalismo - Riforma elettorale.
 :. Sistema elettorale
 :. Debito pubblico - Legge finanziaria.
 :. Casa delle Libertà
 :. Partito della Libertà
 :. Uniti nell'Ulivo- L'Unione
 :. Partito Democratico
 :. Ppe
 :. Pensiero liberale
 :. Verso le Elezioni 2008
 :. PdL
 :. Verso la Terza Repubblica
 :. Scelta Civica con Monti per l'Italia




lunedì
26
ottobre
2020
Sant'Evaristo, papa



Per Casini, un futuro da Segretario del Partito unitario ?

Il futuro a cui guarda Pier Ferdinando Casini non è l'Udc.

L'obiettivo finale è di assumere un ruolo politico di peso nel centrodestra.

E ha deciso anche quale: segretario politico del partito unitario che metterà insieme Forza Italia, Udc, An.

Il patto siglato con Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini, del resto, prevede questo.

Ma Casini, da buon democristiano, non si accontenta di promesse.
« Io sono pronto » , ha detto al premier in più occasioni, « ma voglio delle garanzie. E prima delle elezioni » .

Ormai tutti i big della Cdl ( Follini a parte) sono convinti che il " partitone" si debba fare.
Le elezioni, anche dovessero andare bene, sanciranno la debolezza di Forza Italia.
E An e Udc, da sole, non bastano.
Spiega il senatore dell'Udc Emerenzio Barbieri, ultimamente molto vicino al presidente della Camera:
« Ormai tutti si sono resi conto che è una meta obbligata.
Sarebbe meglio farlo prima delle elezioni.
Se no, si farà di sicuro dopo.
Se vinciamo, servirà un partito forte che sorregga questa maggioranza.
Se perdiamo, a maggior ragione.
Non possiamo pensare di fare l'opposizione, tanto più di governare, così come siamo adesso.
Non saremmo in grado di reggere » .

Nel caso che Berlusconi ambisca ad altro o, a ragione, voglia ritagliarsi un ruolo meno faticoso, Casini, conclude Barbieri, è l'unico che potrebbe fare il leader politico di un soggetto moderato.
Che raccolga i partiti che si riconoscono nel Ppe ( An, Fi e Udc).

La meta, dunque, è chiara.
Casini, però, vuole « garanzie » .
Diventano ancora più necessarie, ha spiegato al premier, se passa la nuova legge elettorale.
In una logica proporzionale, infatti, l'identità dei partiti è rafforzata.
E, insieme a questa, la tentazione di fare alleanze diverse, magari a urne chiuse.
Il rischio, insomma, è che il nuovo sistema elettorale sia il primo ostacolo al futuro partito unitario. Quello di cui Casini dovrebbe prendere la guida.
Berlusconi condivide questa preoccupazione.
Anche perché, se è vero che è tornato a fidarsi di " Pier Ferdy", continua a sospettare di Follini.

« Abbiamo tempo per fare tutte le correzioni che vogliamo » , è stata la risposta del premier.
I tifosi del partito unitario a guida Casini si sono messi al lavoro.
Dice il senatore centrista Maurizio Ronconi:
« Il problema esiste. E non basta il vincolo di coalizione.
Bisogna immaginare meccanismi che rafforzino il bipolarismo e vadano verso l'aggregazione.
Se vogliamo stabilità, dobbiamo esaltare il profilo della coalizione.
Ed è possibile anche in uno scenario proporzionale » .

La questione è strettamente legata al futuro partito unitario.
« Se vogliamo farlo, bisogna prevedere fin da ora strumenti in questa legge che ne favoriscano la nascita » .

Una delle ipotesi allo studio è di intervenire sul meccanismo elettorale del Senato.
Per esempio, introducendo, anche solo nella seconda Camera del Parlamento, il cosiddetto « proporzionale di coalizione » .
In senso stretto significa che i partiti sono obbligati a presentare liste di coalizione.
Ma anche senza arrivare a questo, si possono prevedere meccanismi che incentivino le liste di coalizione, magari prevedendo un ulteriore premio di maggioranza a chi decide di mettersi insieme. Non solo.
Continua Ronconi:
« Con questa legge l'altro rischio è che i candidati, una volta eletti, rispondano al partito e non alla coalizione » .
E se il partito ti dice " si cambia schieramento", dovrai obbedire perché il mandato elettorale è legato al partito.
Casini ha chiesto « garanzie » .
E, ha ripetuto, « prima delle elezioni politiche » .
Una correzione della legge elettorale in senso " aggregativo" sarebbe un ottimo segnale.
Elisa Calessi, Libero del 3 ottobre 2005


pubblicazione: 03/10/2005

Pier Ferdinando Casini 7923
Pier Ferdinando Casini

Categoria
 :.  ITALIA Politica
 :..  Ppe



visite totali: 1.987
visite oggi: 3
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,36
[c]




 
Schede più visitate in Ppe

  1. Adornato: il futuro è nel Ppe italiano. Sgarbi: no, è nella casa dei liberali.
  2. Bondi, Scajola, Pisanu
  3. Il GRANDE CENTRO.
  4. «Formigoni pensi a una sua lista per la Regione»
  5. Formigoni: ora federiamo i partiti italiani del Ppe. Forza Italia va ringiovanita
  6. Un Centro tra i due poli. Scarso il mercato dei voti
  7. La proposta del partito unico del Polo.
  8. Per Casini, un futuro da Segretario del Partito unitario ?

esecuzione in 0,109 sec.