Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  ITALIA Politica  :.  Uniti nell'Ulivo- L'Unione  :. Obiettivo confusione
sottocategorie di ITALIA Politica
 :. Politica nazionale
 :. Federalismo - Riforma elettorale.
 :. Sistema elettorale
 :. Debito pubblico - Legge finanziaria.
 :. Casa delle Libertà
 :. Partito della Libertà
 :. Uniti nell'Ulivo- L'Unione
 :. Partito Democratico
 :. Ppe
 :. Pensiero liberale
 :. Verso le Elezioni 2008
 :. PdL
 :. Verso la Terza Repubblica
 :. Scelta Civica con Monti per l'Italia




giovedì
4
marzo
2021
San Casimiro



Obiettivo confusione

di GIUSEPPE BORTOLUSSI

Se l'intenzione del governo era quella di gettare il Paese nella confusione, con la Finanziaria 2007 l'obiettivo è senza dubbio stato raggiunto.

Non passa giorno che le misure introdotte qualche giorno prima non vengano modificate, riviste, annullate in un rincorrersi di annunci e smentite che rischia di gettare un'ombra di discredito sulla serietà delle Istituzioni.

Al riguardo è emblematica la vicenda della super tassa prevista per i Suv, prima sbandierata quale misura punitiva per chi inquina e guida "mostri" potenti e costosi, poi eliminata ed ora reintrodotta sotto forma di un super bollo per le auto oltre i 100 kw.
Il gettito derivante da tale misura, peraltro, sarà utilizzato per innalzare da 7.500 a 7.750 euro la no-tax area per gli over 75.

Nel contempo, in tema di aliquote Irpef, è intervenuta l'ennesima smentita da parte del viceministro, Vincenzo Visco; ora pare che l'aliquota del 45% oltre i 150mila euro di reddito, sia definitivamente tramontata nonostante le pressioni di autorevoli esponenti della sinistra massimalista che vorrebbe tassare i redditi dei "ricchi" al 47 per cento.

Il metodo della concertazione con le parti sociali, sbandierato durante la campagna elettorale quale nuovo modo di gestire i rapporti con il paese civile, in realtà, si è rivelato una mera propaganda; cosa pensare dell'adozione di provvedimenti vitali per l'economia del Paese nella forma del decreto-legge?

Le violente reazioni suscitate dalle misure introdotte dal decreto Bersani/Visco, legate al contenuto delle stesse ma anche al metodo di adozione hanno insegnato ben poco se a meno di 4 mesi di distanza il Governo ha emanato un provvedimento fiscale ancora una volta nella forma del decreto legge, senza concertazione alcuna con le parti sociali; e infatti, le vicende di questi giorni stanno a dimostrare l'errore compiuto. I
nsomma, una vera confusione!

L'unica cosa certa è che questa manovra è fortemente sbilanciata dal lato delle nuove entrate rispetto ai tagli della spesa pubblica improduttiva e colpisce, a parer mio, in maniera decisa il mondo del lavoro autonomo.

Mai come adesso, agli inizi di una, sia pur timida, ripresa economica, il Paese, e la sua classe imprenditoriale, avrebbe bisogno di un esecutivo forte, deciso, con obiettivi ben chiari, in grado di guidare il mondo produttivo verso le sfide che i nostri competitori internazionali ci rivolgono, e invece l'esecutivo si è rivelato debole, confuso.

E come si è pensato di risanare i conti?
Agendo sulla leva fiscale senza una seria e strutturale razionalizzazione della spesa pubblica.

Se a questo si aggiunge che negli altri Stati europei l'apparato pubblico costa meno, fornisce servizi migliori, con una minor pressione tributaria, il giudizio sulla Finanziaria 2007 non può che essere, per il momento, negativo.

Giuseppe Bortolussi
Segretario CGIA Mestre Associazione artigiani e piccole imprese


pubblicazione: 02/11/2006
aggiornamento: 18/11/2006

 11128

Categoria
 :.  ITALIA Politica
 :..  Uniti nell'Ulivo- L'Unione



visite totali: 1.494
visite oggi: 1
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,28
[c]




 
Schede più visitate in Uniti nell'Ulivo- L'Unione

  1. Clemente Mastella : L'Ulivo ha scelto il suicidio.
  2. Prodi: "Io cerco di calmare il clima, ma Berlusconi parla di terrore".
  3. Prodi guadagna più di Sarkozy
  4. Bersani, l’ex chierichetto che ha fatto finta di privatizzare il Paese
  5. Tanta gente e ministri in piazza per i Dico
  6. Polemiche sulla leadership del Pd
  7. PRODI HA RASSEGNATO LE DIMISSIONI
  8. ROMANO PRODI
  9. Rutelli: «Ulivo più al centro per vincere»
  10. Clemente Mastella dice addio all'Ulivo ?
  11. La liberalizzazione di Bersani
  12. FED
  13. Prodi lancia l'Unione.
  14. La macchina della verità.
  15. Il professore e nu bello guaglione.
  16. Il martedì nero di Romano
  17. Intervista a Francesco Rutelli
  18. Nella Margherita il rischio scissione
  19. La barca di D’Alema pagata a uno sportello della Lodi
  20. Barbera: De Rita centra il tema, i Ds parlino alla base
  21. L’abbaglio democratico.
  22. A chi parla la Quercia
  23. LA RETE OLTRE I PARTITI
  24. Rutelli: sono addolorato.
  25. Fassino a che Italia si rivolge?
  26. La Margherita e Prodi. Strategia dei distinguo.
  27. Prodi: «Io duro perché faccio»
  28. PANE E CICORIA.
  29. Rosy Bindi: «Sono naturale, non brutta»
  30. Chiamparino:«È ora di punire chi si droga»
  31. Ruffolo: il blocco sociale? Nasce con il programma
  32. Professor Ottovolante
  33. Ricucire la sinistra.
  34. I leader evitino l' ego politico e parlino di speranza e sviluppo
  35. Bologna, Prodi contestato al Motor Show

esecuzione in 0,218 sec.