Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  ECONOMIA Piacenza  :.  Industria  :. Nuovo organigramma per gli Industriali Piacentini.
sottocategorie di ECONOMIA Piacenza
 :. Patto per Piacenza
 :. Marketing territoriale
 :. Fondazione
 :. Camera Commercio
 :. PcExpo
 :. Industria
 :. Meccanotronica
 :. Tecnopolo
 :. Estero
 :. Polo Logistico
 :. Agricoltura
 :. Authority Alimentare
 :. Artigianato
 :. Commercio
 :. Centro storico
 :. TESA-NewCo-ENIA-IREN
 :. Tempi spa - SETA
 :. Pendolarismo
 :. Polo militare
 :. Cooperazione
 :. Milano Expo 2015




venerdì
12
agosto
2022
S. Euplo



Nuovo organigramma per gli Industriali Piacentini.

La ricetta di Giglio: «Imprese più forti se faremo gruppo»
(da Libertà del 12 luglio 2005)
Far gruppo, agevolare le aggregazioni e i consorzi d'aziende e far crescere in robustezza il tessuto imprenditoriale piacentino: è quanto si prefigge Sergio Giglio, da poco più di un mese presidente dell'Associazione Industriali di Piacenza.

Più che un programma, una linea d'azione, perché l'agenda vera e propria dei progetti a cui dare gambe e muscoli verrà messa a punto a settembre, dopo confronti con gli organismi associativi ormai del tutto definiti.

E ieri l'associazione degli imprenditori ha finito di mettere a punto la “macchina” per i prossimi due anni, anzitutto con l'elezione di quattro vice-presidenti che affiancheranno Giglio, da lui stesso proposti.
Si tratta di tre nuovi ingressi: Claudio Bassanetti, già al vertice del Gruppo Giovani, Gabriele Gasperini, presidente dell'Mcm, Massimo Ratti, direttore generale della Safta, e una riconferma: Giuseppe Colla, amministratore della Colla Spa.
«Gasperini rappresenta il settore tecnologico-meccanico, Ratti è in un campo molto proiettato verso l'esportazione, Colla rappresenta una azienda leader dell'alimentare, così come Bassanetti dell'edilizia» spiega Giglio.

Anche il consiglio è stato rinnovato, con una quindicina di volti nuovi «come l'ingegner Renzo Capra, presidente dell'Asm Brescia, che viene volentieri a Piacenza, uomo di grande spessore e valore».

Tra gli impegni accennati da Giglio, oltre a stimolare una mentalità di aggregazione con consorzi e società di scopo, c'è la questione dell'internazionalizzazione («sulla quale delegheremo una persona molto valida»), e il terziario («che seguirò di persona») dice il presidente.

«Ci premono molto anche le infrastrutture, dove Comune e Provincia dovranno giocare di squadra - prosegue Giglio - e dai primi incontri sono convinto che lo possano fare, specie sulla riqualificazione urbana, dove ci sono aree, anche militari. Non un discorso per pochi, occorre un piano condiviso con città, istituzioni, forze economiche, iniziative concertate, occorrono progetti di finanza».

Sarà la giunta, già nel prossimo futuro, ad approfondire questi temi.
E l'esecutivo di Assoindustria è stato completato a sua volta con l'elezione di otto membri sui quindici previsti.
Dell'organo fanno parte infatti, di diritto, presidente e vicepresidenti, oltre al presidente del Gruppo Giovani (Claudio Bassanetti, che a settembre però, con il rinnovo della carica, dovrebbe passare il testimone di questo ruolo) e al presidente della Piccola Impresa (Alberto Rota, riconfermato anche in questa veste).
Dall'elezione sono invece scaturiti i nomi di Renzo Arletti (amministratore delegato Rdb), Emilio Bolzoni (presidente Bolzoni), Antonio Cogni (presidente Finco), Giacomo Marazzi (amministratore delegato Cementirossi), Pietro Mazzoni (presidente Gruppo Mazzoni). Aurelio Orgoni (presidente Tyco), Giuseppe Parenti (presidente Paver), Antonio Schiavi (amministratore delegato Schiavi Macchine Industriali).

In quanto al consiglio di ieri, Giglio ha riferito dell'«ottimo scambio di idee» già avuto con il sindaco Roberto Reggi, il presidente della Provincia, Gian Luigi Boiardi e il prefetto Alberto Ardia.

Si è anche soffermato sulla difficile situazione dell'economia italiana.
«A Piacenza, nonostante dati di cassa integrazione contenuti, ci sono segnali di declino per interi settori, che stanno scomparendo ad una velocità molto elevata» ha messo in guardia.
E ancora:
«Risulta sempre più difficile affrontare il mercato, che sta diventato molto competitivo», da qui la convinzione di dover puntare su ricerca ed innovazione, ma anche di poter contare su condizioni esterne favorevoli all'impresa.

Interessante il rapido sunto economico proposto dal direttore Cersare Betti sulla situazione piacentina: in calo del 6 per cento la cassa integrazione tra gennaio e giugno rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (da 115mila ore a 107mila).
La meccanica, settore portante, è scesa da 70 mila a 50 mila ore.
Cresce l'esportazione, dove Piacenza è forte, però ristagna il mercato interno.
«Nell'insieme segnali di sollievo che tolgono un certo alone di pessimismo».



Al completo il nuovo parlamentino : le cariche
Quindici “matricole”, tra cui Renzo Capra (presidente Asm Brescia)

E' al completo il “parlamentino” di Assoindustria Piacenza.
Il consiglio, che si compone di una settantina di membri, si è riunito ieri per la prima volta dopo il rinnovo avviato dall'assemblea degli imprenditori il 6 giugno scorso con l'elezione di Sergio Giglio alla presidenza.
E' stata una riunione operativa, già ricca di adempimenti, per completare gli organismi.
Nel vivo dei lavori consiliari si entrerà a partire dal 17 ottobre prossimo, quando l'organismo si riunirà nuovamente, anche per l'esame del bilancio preventivo, in una sede associativa, tra l'altro, completamente rinnovata da una serie di opere pensate per renderla più accogliente, con lavori che dureranno tutta l'estate.

L'assise è composta da un pari numero di membri eletti direttamente dall'assemblea - il che è avvenuto il 6 giugno scorso al Collegio Alberoni - e di rappresentanti, uno o più di uno, delle singole sezioni merceologiche di cui si compone l'Associazione Industriali.
In più vi rientrano alcuni membri di diritto: il presidente dell'Associazione, il rappresentante della Piccola Industria e del Gruppo Giovani e il presidente dell'Associazione che per ultimo ha rivestito la carica.
Per molti si tratta di una riconferma, ma non mancano le “new entries”, per la precisione sono quindici i volti nuovi in consiglio, tra cui fugura anche Renzo Capra, presidente di Asm Brescia e qui in rappresentanza di Tidone Energie e Gianpaolo Crespoli, vice presidente delle Autostrade Centro Padane.
Ed eccone l'elenco.
Presidente
Sergio Giglio(amministratore delegato di Ingegneria Biomedica Santa Lucia Srl).
Membri di diritto
Giuseppe Parenti (past-president e presidente di Paver Spa),
Claudio Bassanetti (presidente del Gruppo Giovani e amministratore unico della Bassanetti Nello Srl),
Alberto Rota (presidente della Piccola Industria e amministratore delegato della Rota Guido Srl).
Membri elettivi
Renzo Arletti (amministratore delegato della Rdb Spa),
Giulio Barberis (amministratore delegato dell'Astra Veicoli Industriali),
Claudio Bassanetti (amministratore unico della Bassanetti Nello Srl),
Giuseppe Bertolini (presidente della Selta Spa),
Emilio Bolzoni (presidente della Bolzoni Spa),
Stefano Casalini (presidente della Casalini Srl),
Francesco Casella (direttore commerciale della Casella Macchine Agricole Srl),
Filippo Cella (procuratore della Cella Gaetano Srl),
Antonio Cogni (presidente Fin.Co. Spa),
Leonardo Cogni (direttore amministrativo della Driade Spa),
Carla Demaria (presidente della Gobbi Spa),
Cristina Dodici (Società Piacentina Srl),
Paolo Garetti (amministratore delegato della Costruzioni Impianti Spa),
Gabriele Gasperini (presidente della Mcm Spa),
Salvatore Lisi (direttore della Buzzi Unicem),
Marco Livelli (amministratore delegato della Jobs),
Giacomo Marazzi, (amministratore delegato della Cementirossi Spa),
Carlo Mazzoni (direttore generale della Pazzoni Pietro Spa),
Fabio Molinaroli (amministratore unico della Impresa Edile Molinaroli Costruzioni Snc),
Ilva Paola Moretti (titolare di Privatassistenza di M. e T. Snc),
Aurelio Orgoni (presidente di Energy Division Tyco Flow Control),
Antonio Schiavi (amministratore delegato della Schiavi Macchine Industriali Spa),
Anna Tanzi (Titolare di Ariel Immobiliare Sas).
Rappresentanti di sezioni merceologiche
Abbigliamento: Nicola Ronchini (direttore commerciale Red Srl),
Margherita Margaroli (titolare Imac Srl).
Ambiente:
Guido Ramonda (presidente Tecnoborgo, c/o Enìa),
Claudio Dodici (Trs Ecologia, srl).
Escavazione:
Filippo Lusignani (procuratore Mapricem Srl),
Nicola Busca (socio titolare Busca Ugo Srl).
Materiali per edilizia:
Luciano Bolzoni (amministratore Canova Spa),
Sergio Bianco (direttore divisione costruzioni Canova Rdb Spa),
Maurizio Vecchi (consigliere Cementirossi Spa).
Chimica e Plastica :
Massimo Ratti (direttore generale Safta Spa),
Enrico Ghiadoni (titolare Demaplast Srl).
Costruttori Edili:
Pier Angelo Bellini (amministratore unico della Edilstrade Building Spa),
Andrea Barabaschi (presidente Barabaschi Costruzioni srl).
Lattiero-Caseario:
Giuseppe Colla (amministratire delegato Colla Spa),
Angiolino Dieci (Cas. Dieci Angiolino Srl).
Grafiche, cartotecniche e cartarie:
Luigi Bianco (responsabile personale Step Spa),
Mariangela Spezia (titolare Ecopackaging Srl).
Legno e sughero:
Federica Arduini (socio titolare Arduini Legnami Spa),
Nicola Bosi (amministratore unico Compensati Bosi Spa).
Metalmeccanica:
Paolo Egalini (amministratore delegato Mandelli Sistemi Spa),
Cesare Schiavi (consigliere Schiavi Spa),
Paola Pagliasso (Presidente C2 Srl),
Valter Alberici (presidente Tectubi Raccordi Spa).
Alimentari:
Pasquale Musto (direttore risorse umane Cirio De Rica Spa),
Sergio Dallagiovanna (titolare Molino Dallagiovanna Grv. Snc),
Gabriele Zanelli (amministratore Salumificio San Carlo Spa).
Energia:
Giuseppe Milani (responsabile deposito Eni Spa),
Renzo Capra (Tidonenergie Srl).
Mangimi per zootecnia:
Francesco Ferrari (Ferrari Mangimi Srl),
Paolo Bianchetti (titolare Mais).
Terziario avanzato:
Giorgio Zambianchi (titolare Agesco Snc),
Alberto Liverani (presidente Team Memores Computer Spa).
Trasporti e servizi logistici:
Pietro Mazzoni (amministratore unico Mazzoni Pietro Spa),
Nilde Isidori (titolare Transervice Europa Srl),
Giampaolo Crespoli (vice-presidente Autostrade Centro Padane Spa),
Antonio Rossetti (Ermenegildo Rossetti Srl),
Franco Arbasi (titolare Trasind Srl).
Spettacolo:
Giancarlo Leonardi (amministratore cinema Politeama),
Roberto Leonardi (titolare cinema Politeama),
Pierfrancesco Piccioni (consigliere Vetreria di Borgonovo Spa),
Giorgio Ferri (Telecom Italia).
Collegio Revisori dei Conti:
Giorgio Campominosi (presidente), Leonello Bonomini, Luigi Volpicelli, Valter Meli e Nora Perdoni. COLLEGIO DEI PROBIVIRI
Augusto Gruzza (presidente), Luigi Gatti, Giorgio Guidotti, Pierluigi Righi e Aldo Silva.


pubblicazione: 12/07/2005

 6625

Categoria
 :.  ECONOMIA Piacenza
 :..  Industria



visite totali: 15.641
visite oggi: 4
visite ieri: 3
media visite giorno: 2,50
[c]




 
Schede più visitate in Industria

  1. Nuovo organigramma per gli Industriali Piacentini.
  2. Sergio Giglio sarà alla guida degli industriali
  3. Ecco il nuovo “parlamentino” di Assoindustria
  4. «Tempi duri, ma le imprese resistono»
  5. Economia in sella, ma nubi all'orizzonte
  6. Confindustria, quattro "matricole" in Giunta
  7. Confermata alla guida la "panchina lunga"
  8. 60° dell'Associazione Industriali di Piacenza
  9. «Imprese, è il momento di mettervi insieme»
  10. Confindustria Piacenza : il Consiglio di fine anno 2007
  11. Dobbiamo imparare a fare squadra.
  12. Grandi progetti, imprese in campo.
  13. Industria, meglio del previsto.
  14. L'industria piacentina tiene e si rigenera.
  15. Via libera al parco tecnologico Piacenza vuole allearsi con Parma sulla ricerca
  16. Una relazione “fiduciosa” del presidente Parenti
  17. Aziende piacentine lavoreranno sulla nuova tratta autostradale Cremona-Mantova.
  18. Assoindustria : indagine congiunturale locale.
  19. Il piano cave deve partire subito.
  20. L'industria riparte, la meccanica è il motore
  21. Piano cave, Industriali sul piede di guerra
  22. Arrivano le aree a costo calmierato
  23. Sergio Giglio, voglia di aggregazione
  24. Parenti: creiamo condizioni per richiamare imprese
  25. Insieme alle istituzioni ce la possiamo fare
  26. Emilio Bolzoni nuovo Presidente Confindustria Piacenza
  27. 61a Assemblea di Assindustria Piacenza
  28. Ultimatum dall'impresa: politici è ora di decidere
  29. 69ª Assemblea di Confindustria Piacenza
  30. Industria piacentina con il vento a favore
  31. Imprese, motore della ripresa
  32. Economia, semestre della “contrazione”
  33. L'industria rialza la testa, 2010 piu' luci che ombre
  34. Multinazionale cerca casa a Piacenza
  35. Il Bilancio 2014 di Confindustria Piacenza

esecuzione in 0,109 sec.