Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  ECONOMIA Piacenza  :.  Pendolarismo  :. Nuovo orario, pendolari sul piede di guerra
sottocategorie di ECONOMIA Piacenza
 :. Patto per Piacenza
 :. Marketing territoriale
 :. Fondazione
 :. Camera Commercio
 :. PcExpo
 :. Industria
 :. Meccanotronica
 :. Tecnopolo
 :. Estero
 :. Polo Logistico
 :. Agricoltura
 :. Authority Alimentare
 :. Artigianato
 :. Commercio
 :. Centro storico
 :. TESA-NewCo-ENIA-IREN
 :. Tempi spa - SETA
 :. Pendolarismo
 :. Polo militare
 :. Cooperazione
 :. Milano Expo 2015




lunedì
21
settembre
2020
San Matteo, Apostolo ed Evangelista



Nuovo orario, pendolari sul piede di guerra

Non si placa la rabbia dei pendolari. «Purtroppo ogni giorno vengono alla luce ulteriori peggioramenti introdotti dal nuovo orario ferroviario - spiegano i portavoce della sempre più “agguerrita” Associazione piacentina - l'ultimo che abbiamo scoperto riguarda il numero di carrozze di alcuni treni interregionali che passano periodicamente da 13 a 12 con ovvie ripercussioni su viaggiatori». Secondo i pendolari «le ferrovie hanno unilateralmente preso questa decisione in barba al contratto di servizio stipulato con la Regione Emilia» ed essi chiedono pertanto «che la Regione si attivi per ripristinare immediatamente le condizioni previste dal contratto di servizio».
«Anche molti treni Regionali della linea Piacenza-Milano (in carico alla Regione Lombardia) - si legge nel sito dell'Associazione - hanno avuto drasticamente ridotto il numero di posti disponibili tanto che partono sistematicamente con molti passeggeri in piedi».
E non è tutto. «Da informazioni ufficiose - si legge ancora - sembra che le ferrovie lombarde abbiano destinato alla linea per Piacenza il materiale più scadente».
«Ovviamente - aggiungono i nostri pendolari - la motivazione sarebbe che i piacentini non possono protestare dato che Piacenza in Lombardia non conta nulla».
Chi viaggia, soprattutto sulla tratta Piacenza-Milano (e ritorno) lamenta inoltre «pesanti ritardi decisamente superiori a quelli dei mesi scorsi. Tutto questo nonostante l'aumento cospicuo dei tempi di percorrenza di alcuni treni. La situazione sta diventando molto pesante, auspichiamo al più presto una decisa marcia indietro delle ferrovie»
«Sulla tratta per Milano - afferma Gino Luigi Acerbi, che parte del direttivo dell'Associazione - avevamo chiesto “accorciamenti” dei tempi di percorrenza ed invece, con il nuovo orario, sono stati ulteriormente allungati passando da 50 minuti a 58/60 e addirittura 65 minuti».
Il timore dei pendolari è che dietro questi “allungamenti” dei tempi di percorrenza, via sia il timore, da parte di Trenitalia (le ex Fs), di incorrere nelle multe già inflitte all'ente dalla Regione Lombardia e che anche l'Emilia Romagna minaccia di applicare in caso di reiterati ritardi e disservizi.
«Le lettere che abbiamo ricevuto (e che, in parte, pubblichiamo nelle schede a margine ndr.) mostrano l'estremo malcontento dei pendolari nei confronti degli allungamenti dei tempi di percorrenza introdotti con il nuovo orario ferroviario».
«L'unico motivo per cui Trenitalia si permette di trattare noi pendolari a pesci in faccia - osserva nel sito dell'Associazione un piacentino che ogni giorno prende il treno per lavoro - è la mancanza di concorrenza e la mancanza di alternative. Se ci fosse un mercato veramente concorrenziale Trenitalia avrebbe già chiuso i battenti. Ma i pendolari - aggiunge - sono una realtà sociale che le istituzioni non possono ignorare. I soldi per pagare gli abbonamenti escono dai nostri portafogli e non sono rimborsati (salvo alcune eccezioni) dai datori di lavoro. A fine anno, oltre alle ore di vita perse in viaggio, abbiamo in tasca meno soldi che potremmo usare per pagare una vacanza, un regalo ai figli, ai compagni, o solo per mangiare o pagare l'affitto senza l'ansia del conto in rosso. Il pendolare non va in vacanza la mattina: va al lavoro o va a studiare in un luogo che gli offre qualcosa che a casa sua non trova. Potrebbe, Piacenza, offrire lo stesso lavoro e/o lo stesso stipendio, o la stessa scuola/università a tutti i suoi cittadini pendolari? No, non potrebbe, non in tempi rapidi. Le istituzioni piacentine e quelle dell'Emilia Romagna non possono ignorare la realtà della nostra città di confine. Abbiamo gli stessi diritti di chi lavora sotto casa, così come noi rispettiamo il dovere di pagare le tasse».
E intanto dal 22 gennaio più di 89.000 abbonati Trenitalia potranno richiedere il bonus recandosi nelle biglietterie e nei punti vendita presenti sul territorio. Sono infatti 15 le direttrici della Lombardia - compresa quella per Piacenza-Bologna - che in novembre hanno superato l'indice di affidabilità del servizio del 6,25%.
Su www.trasporti.regione.lombardia.it sono disponibili i dati relativi all'indice di affidabilità registrato dalle singole direttrici in novembre.
Il bonus, ricorda la Regione, è il riconoscimento da parte della Regione Lombardia ai pendolari di una forma di indennizzo in caso di mancato rispetto da parte di Trenitalia o di Ferrovie Nord Milano dello standard minimo di puntualità dei treni.


16/01/2004 4.46.04

[Segnala questa pagina]


pubblicazione: 16/01/2004
aggiornamento: 25/11/2004

Pendolari stipati come sardine... 4692
Pendolari stipati come sardine...

Categoria
 :.  ECONOMIA Piacenza
 :..  Pendolarismo



visite totali: 2.255
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,37
[c]




 
Schede più visitate in Pendolarismo

  1. Orario treni : siglato l'accordo Trenitalia-Regione Emilia Romagna.
  2. «Il Comune sosterrà le denunce dei pendolari»
  3. Torino-Milano, signori si cambia
  4. La Regione è coi nostri pendolari.
  5. Pendolari, il ricorso al Tar può partire
  6. La Lombardia si è schierata con i pendolari.
  7. Sui pendolari è scontro in consiglio
  8. Tariffe agevolate per Milano : merito della Regione Emilia Romagna ?
  9. "I parcheggi per auto utilizzabili dai pendolari"
  10. Cento denunce contro Trenitalia
  11. Reggi e Boiardi: cancellare il nuovo orario
  12. Gino Luigi Acerbi presidente del Comitato regionale pendolari.
  13. Pendolari, "no" del Comune al ricorso contro l'accordo Trenitalia-Regione
  14. Per il Frecciarossa gioie e dolori
  15. Il peggior orario ferroviario a memoria di pendolare.
  16. E' nata la “consulta” dei pendolari.
  17. La collera dei pendolari: alta velocità un inganno.
  18. Nuovo orario, pendolari sul piede di guerra
  19. Ecco che cosa chiedono i pendolari alla Regione
  20. Pendolari, Reggi boccia Trenitalia
  21. Pendolari a Piacenza
  22. Trenitalia, 15 giorni per cambiare
  23. Nuovo orario, l'ira dei pendolari piacentini.
  24. Treni: Piacenza-Milano in "soli" 66 minuti.
  25. E alla fine Piacenza resta sola.
  26. Ogni giorno cambia idea....
  27. I pendolari piacentini: agitazione permanente.
  28. Treni: nuovo orario, vecchi problemi
  29. Pendolari infuriati con l'assessore regionale Peri
  30. Comune e Trenitalia : presa di posizione ?
  31. Treni, una commissione sul nuovo orario.
  32. Il convegno dei pendolari
  33. Regione, ultimatum a Trenitalia
  34. Pendolari, se il nuovo sistema non funziona va rivisto subito.
  35. Nemmeno il ministro placa la rabbia dei pendolari

esecuzione in 0,140 sec.