Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Consiglio Comunale  :. Newco : via libera dal Consiglio Comunale di Piacenza.
sottocategorie di COMUNE di PIACENZA
 :. Comune di Piacenza
 :. Consiglio Comunale
 :. Sindaco
 :. Rimpasto 2004
 :. Programma
 :. Bilancio
 :. Tasse e balzelli




domenica
20
settembre
2020
Santi Andrea K. Taegon, Paolo C. Hasang e compagni martiri



Newco : via libera dal Consiglio Comunale di Piacenza.

Sì della maggioranza con le «benevole» astensioni di Putzu (Pc Nostra) e Cagnani (Fi)

Per la nascita politica di Newco e per quella operativa fissata al 1° gennaio 2005 non resta che aspettare l'approvazione, nei prossimi giorni, da parte dei Comuni degli altri territori coinvolti nell'operazione, Parma e Reggio.
Piacenza ha fatto la sua parte approvando ieri sera lo schema di fusione tra Tesa, Agac Reggio e Amps Parma, le tre società multiutility chiamate ad aggregarsi per dare vita al quarto polo nazionale dei servizi energetico-ambientali, Newco appunto.

E lo ha fatto con il voto favorevole della maggioranza di centrosinistra e quello contrario dell'opposizione nelle cui file deve, però, registrarsi un doppio distinguo.
Filiberto Putzu (Piacenza Nostra) e Alfredo Cagnani (Fi) si sono astenuti ravvisando nell'operazione più luci che ombre.
Dal resto della minoranza la contrarietà è stata motivata con l'incertezza sui prefissati obiettivi di miglioramento dei servizi e delle condizioni economiche praticate all'utenza.
«Non ci saranno vantaggi occupazionali e il peso di Piacenza negli organismi di vertice di Newco (un consigliere di amministrazione su otto, ndr) è ai minimi temini», ha aggiunto Marco Tassi (An);
«con la fusione Piacenza perde potere a favore di Reggio né le deriveranno vantaggi dal punto di vista industriale», è stata categorica Maria Lucia Girometta (Fi); un «salto nel buio», l'ha definito Sandro Ballerini (Fi); «un'operazione di potere diretta dalla Regione», gli ha fatto eco Paolo Mancioppi (Lega), mentre Massimo Trespidi (Fi) ha bocciato la scelta di «allearsi con questi compagni di viaggio» anziché «aprirsi ad altri territori limitrofi» dove il negoziato per un'aggregazione tra società multiutility sarebbe avvenuto «alla pari».
Putzu vede invece con favore l'alleanza con partner più forti nei conti economici auspicando un effetto di «traino» sui bilanci di Tesa e una riduzione delle tariffe.
La giudica «una scelta coraggiosa che ci fa uscire dal localismo e con fondamenti liberisti in cui credo».

E Cagnani ha evidenziato la presenza nella partita di un Comune di centrodestra come Parma.

Musica per le orecchie della maggioranza che ha difeso compatta l'aggregazione.
Che avviene, secondo il vicesindaco Anna Maria Fellegara, tra «soggetti con gli stessi valori» che «mantengono il presidio territoriale».
Piacenza, ha considerato, «porta a casa il massimo possibile».
Troppo poco il 10,7% di Newco (di cui solo il 6,48% strettamente riconducibile a Palazzo Mercanti) a fronte del 53,21% di Reggio e al 36,1% di Parma?
«In un'alleanza con qualsiasi altro fra i partner con cui ci siamo confrontati avremmo ottenuto rapporti di concambio ben più penalizzanti», ha considerato Fellegara aggiungendo che con il patto di sindacato siglato e con il quorum del 95% previsto per le operazioni sociali straordinarie «il Comune ha tutte le garanzie di non essere tagliato fuori dalle decisioni strategiche».
Le ha dato man forte Sandro Miglioli (Piacentini Uniti) annotando per Piacenza sia lo «scambio alla pari» tra Tesa che confluisce in Newco e la «equivalente» Sot (società operativa territoriale) che ne prenderà il posto sia l'assegnazione di una divisione per la progettazione e costruzione degli impianti del nuovo gruppo. Tutto fuorché «un'operazione di svendita».
Dello stesso tenore gli interventi di Marco Marippi (Piacentini Uniti), Giorgio Cisini (Margherita) e Carlo Berra (Ds) che ha definuto un'«errore politico» la vendita del 40% di Tesa a Camuzzi effettuata dalla giunta Guidotti, una vendita «a scatola chiusa solo per fare cassa» e che «ci ha impedito di contare di più» nel negoziato per Newco.
A favore anche Luigi Baggi (Rifondazione) che ha sottolineato il valore della clausola sociale siglato con sindacati a tutela dei lavoratori di Tesa.
È stato approvato anche un ordine del giorno promosso dal presidente del consiglio Benedetto Ricciardi, teso sia a far sì che l'aula mantenga pieni poteri di indirizzo e di controllo rispetto ai contratti di servizio siglati con Newco sia a creare un organismo consiliare con analoghi compiti.
Gustavo Roccella



pubblicazione: 11/12/2004

Filiberto Putzu (Piacenza Nostra) (foto Libertà) 4774
Filiberto Putzu (Piacenza Nostra) (foto Libertà)

Schede correlate
NEWCO EMILIA

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Consiglio Comunale



visite totali: 2.717
visite oggi: 1
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,47
[c]




 
Schede più visitate in Consiglio Comunale

  1. Diavolesse, Bruschini, bruscolini e bruschette.
  2. Assessorati, ecco la nuova "mappa"
  3. Compensi ai consiglieri, l'onorevole Foti è per l'austerity, ma i suoi lo bacchettano
  4. Giacomo Vaciago si dimette.
  5. Cisini, Silva, Boiocchi e Bulla sostituiscono i “colleghi” nominati in Giunta
  6. Indennità o gettone, facoltà di scelta a palazzo Mercanti
  7. Tutti i 40 eletti a Palazzo dei Mercanti: 24 alla maggioranza e 16 alla minoranza
  8. Il Consiglio si aumenta lo stipendio.
  9. Consiglio, già nove cambi di "maglia"
  10. Crocefisso nelle aule scolastiche
  11. Incarichi esterni, è muro contro muro.
  12. Ostruzionismo, tattica sbagliata e inutile ?
  13. Consiglio Comunale del 17/1/2005
  14. Stipendi alleggeriti in Comune
  15. «Reggi? Cerca la rissa, è lui a dividere il Pd"
  16. PIACENZA NOSTRA - UDC
  17. E' NATO IL REGGI BIS 2007
  18. Edoardo "Edo" Piazza capogruppo di Per Piacenza con Reggi
  19. Timpano e Polledri i "paperoni" del Consiglio Comunale
  20. «Non si sprechi suolo per l'Acna»
  21. Caso Ricciardi, il Polo non dà tregua.
  22. Alberto Squeri si è dimesso da Assessore
  23. CONSIGLIO COMUNALE
  24. «Muti quanto vuole per venire qui?»
  25. Difendiamo i crocefissi in aula.
  26. Reggi contro Marazzi
  27. Un consiglio che costa e perde tempo.
  28. Giugno 2002/dicembre 2004: il sindaco a metà mandato.
  29. Il parere di Luigi Salice
  30. Bruschini: «Non ho fatto nulla che richieda perdono»
  31. Gianni D'Amo
  32. Maggioranza spaccata sulle linee urbanistiche.
  33. Che amarezza, la lista civica è senza peso
  34. RIFLESSIONE PER LA RIPRESA DEI LAVORI : Piacenza eco-vivibile, acqua a parte
  35. Acqua & Società Mista

esecuzione in 0,093 sec.