Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Rimpasto 2004  :. NASCE IL REGGI-BIS
sottocategorie di COMUNE di PIACENZA
 :. Comune di Piacenza
 :. Consiglio Comunale
 :. Sindaco
 :. Rimpasto 2004
 :. Programma
 :. Bilancio
 :. Tasse e balzelli




sabato
11
luglio
2020
San Benedetto, abate patrono d'Europa



NASCE IL REGGI-BIS

In giunta due “margheriti” e un ds in più.

Rimpasto di tre assessori: entrano due della Margherita, Alberto Squeri e Paolo Dosi, e uno, Ernesto Carini, dei Ds; escono Pietro Tansini, dell'Italia dei Valori, Marco Elefanti, dei Piacentini con Reggi, e Stefano Pareti, dello Sdi (che alle elezioni si era presentato in lista con la Margherita).

Fumata bianca, finalmente, sul “Reggi 2”.
Ma non solo volti nuovi nella giunta comunale che ieri, a quasi metà mandato, ha visto il suo secondo varo dopo il primo di giugno 2002. Anche un nutrito ricambio di deleghe nel combinato di attribuzioni tra assessori al debutto e (7) confermati.
E perciò, cominciando dal nuovi.
A Ernesto Carini, già vicepresidente della Provincia nella giunta Squeri, va il grosso dei settori di cui si occupava Elefanti e cioè sviluppo economico e marketing territoriale con in più la nuova delega al piano strategico (i progetti, cioè, dell'ex Patto per Piacenza).

Paolo Dosi, fino a oggi consigliere comunale, prende da Giovanna Calciati (Ds) formazione e diritto allo studio, le politiche giovanili da Manuela Bruschini (Pdci) oltre che la nuova delega a mondialità e pace (cooperazione internazionale).

Quanto ad Alberto Squeri, che depone i panni di capogruppo consiliare della Margherita, subentra in sostanza nei settori che erano di Pareti: commercio e servizi culturali.
Servizi culturali, tranne il teatro però che va a Calciati con la quale arriviamo così ai sette assessori che restano in giunta. La diessina acquisisce anche il turismo (era di Pareti), mentre si vede confermare i servizi per l'infanzia.
In casa Ds, nulla si muove tanto per Francesco Cacciatore, che conserva bilancio, demanio e patrimonio, sport, protezione civile, quanto per Pierangelo Carbone, al timone sempre di ambiente, urbanistica e traffico-mobilità.

A restare con le deleghe di prima - lavori pubblici, frazioni, decentramento, bilancio partecipativo, lavoro - è anche Ignazio Brambati (Rifondazione comunista),
mentre poco cambia per Leonardo Mazzoli (Verdi) che a quanto già aveva - servizi sociali e abitazioni - aggiunge le politiche sanitarie.

Bruschini perde, si diceva, le politiche giovanili, mantiene pari opportunità, politiche degli orari e imprenditoria femminile e conquista i servizi al cittadino che erano di Tansini.

Infine Anna Maria Fellegara (Piacentini con Reggi), che resta vicesindaco nonché assessore a personale e organizzazione, con in più un corposo numero di deleghe, in parte ereditate da Elefanti (rapporti con l'università e i centri di ricerca e quelli con società partecipate), in parte da Pareti (riqualificazione urbana) e in parte nuove (comunicazione esterna e rapporti con il consiglio comunale).

Da annotare che il sindaco mantiene per sé la sicurezza (con annessa polizia municipale) e gli affari generali e legali.

Si è conclusa così, dunque, la verifica di maggioranza apertasi dopo le provinciali di giugno e che nelle ultime settimane ha vissuto un frenetico e nervoso balletto di proposte e controproposte tra Reggi e le forze politiche.
Visti i molti nodi che non trovavano soluzione, il sindaco, cui alla fine i partiti si sono affidati perché indicasse la via d'uscita al rimpasto, ha adottato una procedura drastica: l'azzeramento, sabato, delle deleghe a tutti gli assessori e la riscrittura della giunta, a due giorni di distanza, con nomi e compiti nuovi.
Il quadro finale assomiglia per certi versi all'ipotesi di riassetto fatta inizialmente da Reggi: c'è l'uscita di Elefanti che il sindaco vuole designare alla vicepresidenza di Newco, il costituendo polo dei servizi energetico-ambientali, c'è il potenziamento di Fellegara, c'è un nuovo assessore della Margherita a presidiare un ambito sociale (formazione, scuola e giovani).
Ma ci sono anche i segni del riconoscimento di alcune istanze delle forze politiche a cui la proposta del sindaco non era piaciuta granché.
Così i Ds si vedono sottrarre meno deleghe del previsto e soprattutto aumentare da tre a quattro gli assessori.
Ma la novità più sorprendente è il doppio ingresso di cui beneficia la Margherita, novità cui l'abbandono di Pareti non era scontato che aprisse la strada.
Gustavo Roccella


pubblicazione: 21/09/2004
aggiornamento: 15/12/2004

Nasce il governo Reggi-bis 3782
Nasce il governo Reggi-bis

Schede correlate
"Il polo logistico decolla con una firma"
«Ecco come venderemo Piacenza»
Carini: «Basta notti in aula, uscirò alle 22»
Caso Dario Squeri : parla il fratello Alberto.
CASO SQUERI : le dichiarazioni di Alberto Squeri.
Crocefisso nelle aule scolastiche
Ecco i 3 nuovi Assessori del Comune di Piacenza
ELEZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE di PIACENZA
Il nuovo Consiglio Comunale di Piacenza.
Tutti i 40 eletti a Palazzo dei Mercanti: 24 alla maggioranza e 16 alla minoranza

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Rimpasto 2004



visite totali: 2.525
visite oggi: 1
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,43
[c]




 
Schede più visitate in Rimpasto 2004

  1. Giorgio Cisini
  2. La Cdl non desiste dalla linea dura.
  3. La paternale di Carlo Berra
  4. RIMPASTO in giunta, la rivoluzione di Reggi
  5. Ricorso della Cdl, Antelmi è il legale che difende al Tar l'amministrazione.
  6. Il rebus-consiglio in mano ai legali.
  7. RIMPASTO ? Comune, il sindaco apre la verifica.
  8. Il rimpasto scuote la maggioranza.
  9. I Ds di traverso sul RIMPASTO proposto da Reggi
  10. Consiglio, via d'uscita dall'impasse ?
  11. Il RIMPASTO di Reggi.
  12. Parla l'ex-sindaco ed ex-assessore Stefano Pareti.
  13. Le reazioni al Reggi-bis
  14. ARRIVA IL REGGI-BIS ? Azzerate le deleghe agli Assessori.
  15. REGGI-BIS
  16. Ballerini : E' dovere della minoranza vigilare sulla maggioranza.
  17. NASCE IL REGGI-BIS
  18. Piacenza : il rimpasto senza ingredienti.
  19. Ricorso bocciato dal Consiglio di Stato.
  20. Ricorso sul Consiglio : primo round per Reggi.
  21. Reggi riscrive la giunta daccapo.
  22. PERICOLO PER LA CITTA'.
  23. Consiglio contestato, la Cdl presenta il suo ricorso.
  24. SURROGHE : IL PARERE DEL MINISTERO
  25. PIACENZA : CASUS BELLI IN CONSIGLIO COMUNALE.
  26. Piacenza : il rimpasto venuto male.

esecuzione in 0,093 sec.