Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  FILIBERTO PUTZU, politica  :.  Consiglio Comunale  :. Mozione Urgente
sottocategorie di Consiglio Comunale
 :. Grandi temi
 :. Bilancio
 :. Politichese




mercoledì
21
aprile
2021
Sant'Anselmo d'Aosta



Mozione Urgente

Il Consiglio Comunale impegna il Sindaco e la Giunta.

Al Signor Sindaco
del Comune di Piacenza


MOZIONE URGENTE

Considerato :
- che dall'Amministrazione Comunale è stato piu' volte ribadito l'impegno a favore delle frazioni cittadine ;
- che la frazione di Borghetto ha subito interventi sulla viabilità, realizzati anche nell'ambito delle opere compensatorie del passaggio della Linea TAV;
- che tali opere richiedono allo stato attuale completamenti e migliorie;
- che gli abitanti di Borghetto hanno espresso piu' volte la richiesta di poter avere a disposizione un parcheggio frazionale a tutt'oggi assente ;

IL CONSIGLIO COMUNALE IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA

affinchè vengano al piu' presto verificati e completati gli interventi viabilistici, e affinchè venga al piu' presto studiata la possibilità di realizzare un parcheggio a beneficio dei residenti.


MOTIVO DELL'URGENZA :
Le opere viabilistiche allo stato attuale presentano situazioni (cordoli irregolari, avvallamenti del piano stradale, sporgenze di manufatti) che determinano pericolo alle persone e alle cose.


I consiglieri Comunali Gruppo Forza Italia :
Filiberto Putzu
Massimo Trespidi (Capogruppo)

Piacenza, 12/06/2006




CONSIGLIO COMUNALE
SEDUTA DEL 14 LUGLIO 2006



Oggetto: Mozione urgente in data 12.06.2006 (P.G. 39343) presentata dai consiglieri comunale Massimo Trespidi e Filiberto Putzu.

VERBALE N. 184
* * *
Sono intervenuti:
Presidente   pag. 1
Putzu Filiberto  pag. 1
Brambati Ignazio  pag. 2
* * *

PRESIDENTE
 Siamo al secondo punto all’ordine del giorno: la mozione urgente presentata in data 12 giugno dai consiglieri Trespidi e Putzu.
 Prego, consigliere Putzu.

CONSIGLIERE PUTZU (FORZA ITALIA)
 La mozione presentata il 12 giugno del 2006 recita nel seguente modo: “Considerato che dall’Amministrazione comunale è stato più volte ribadito l’impegno a favore delle frazioni cittadine; considerato che la frazione di Borghetto ha subito interventi sulla viabilità, realizzati anche nell’ambito delle opere compensatorie del passaggio della Linea TAV; considerato che tali opere richiedono allo stato attuale completamenti e migliorie; considerato che gli abitanti di Borghetto hanno espresso più volte la richiesta di poter avere a disposizione un parcheggio frazionale a tutt’oggi assente; il Consiglio comunale impegna il Sindaco e la Giunta affinché vengano al più presto verificati e completati gli interventi viabilistici e affinché venga al più presto studiata la possibilità di realizzare un parcheggio a beneficio dei residenti”.
 Si tratta di una mozione accettata in quanto tale e il motivo dell’urgenza è il seguente: “Le opere viabilistiche allo stato attuale presentano situazioni (cordoli irregolari, avvallamenti del piano stradale, sporgenze di manufatti) che determinano pericolo alle persone e alle cose”.
 Effettivamente, a Borghetto, la TAV, nell’ambito delle azioni di compensazione, ha allestito una viabilità che nelle intenzioni dovrebbe risultare migliorativa. Tuttavia, in un sottopasso sono presenti dei cordoli in plastica, rallentatori, che soprattutto di notte non sono sufficientemente visibili.
 La sede stradale è stata asfaltata a ridosso di alcune abitazioni, esponendo in questo modo persone che dovessero uscire da queste abitazioni al pericolo di essere travolti da macchine o veicoli di passaggio. A me risulta un marciapiede con cordolatura e sagomatura che improvvisamente si blocca, e questo ha determinato dei problemi allorché, durante la nevicata dell’anno scorso, anche lo spazzaneve ha rischiato di distruggere il manufatto in quantochè improvvisamente questo compare sulla sede stradale e non è compensato da un analogo marciapiede che raggiunga la chiesa.
 Infine, non ultimo, la frazione ha chiesto a più riprese (e in questo senso, anche l’Assessore e la Giunta hanno organizzato delle riunioni in loco) l’approntamento di un parcheggio ad uso della frazione e la eventuale rivalutazione di un parcheggio lungo l’asse stradale, proibendo, con appositi controlli periodici e con apposita segnaletica, la possibilità di parcheggiare nell’ambito della frazione da parte di camion di autotrasportatori che, benché residenti, hanno diritto a tutt’oggi in quantochè non c’è segnaletica contraria, ma parcheggiano nel centro della frazione riducendo la sede stradale e impedendo, in assenza del parcheggio, la possibilità di parcheggiare a chi accede alla frazione lungo l’asse stradale.
 Per tutti questi motivi la mozione è stata presentata dal sottoscritto e dal consigliere Massimo Trespidi, nell’auspicio che le risposte dell’Amministrazione siano positive ma soprattutto che queste situazioni vengano al più presto risolte.

ASSESSORE BRAMBATI
 Nel merito di questa mozione, io credo che sia accettabile tenendo conto di una serie di considerazioni.
Come ho già detto in quest’aula, non perché le mie affermazioni sono importanti ma perché lo abbiamo già detto, il problema si è presentato qualche mese fa. C’è una questione locale che viene denominata “parcheggio”. Il piano regolatore attuale non lo prevede. Un … con una serie di manufatti che probabilmente verranno dati in concessione al Comune, ha già previsto alcuni spazi.
Siamo d’accordo a studiare questa opportunità, così come abbiamo confermato e riconfermiamo che entro l’estate (entro l’estate non vuol dire domani) verrà riasfaltato tutto il tratto stradale, verranno posizionati i dissuasori di velocità, come richiesto nell’assemblea fatta dal quartiere; verrà dato prolungamento al pezzo di marciapiede che sta realizzando il privato e che lo congiunga al sagrato della chiesa. Queste cose qua sono già state affermate e confermate.
Il problema dell’asfaltare è di andare in contemporanea con la realizzanda bretella che metterà in sicurezza una parte dell’abitato di Borghetto che storicamente aveva un innesto pericolosissimo. Si sta cercando di coordinare l’intervento dell’impresa che lavora per l’Amministrazione comunale con l’impresa che lavora per conto di TAV ad andare a realizzare un intervento unico. Se ci si riuscirà bene, sennò comunque la strada di Borghetto, che è ammalorata in modo particolare, come già annunciato, entro l’estate verrà asfaltata.
L’altro problema è la questione delle compensazioni. Non esiste, almeno non esiste nella logica di questa Amministrazione, che le compensazioni vanno tutte solo ed esclusivamente dove si pone il problema; soprattutto non esiste la logica che le compensazioni le tratta qualcuno a titolo più o meno privato all’interno di un paese, con i soggetti che invece devono trattare con la mano pubblica. Per cui, se l’ipotesi iniziale di 3 mesi di chiusura del cavalcavia è stata ridimensionata a un mese, addirittura per la prima volta l’impresa ha pagato anche una penale, è perché l’Amministrazione, diligentemente, .. una situazione che invece vedeva uno scambio non concordato sulla realizzazione di un parcheggio probabilmente al servizio di un locale privato meritorio (ci ho fatto il mio pranzo di nozze) ma che allo stato attuale non risulta dalle esigenze del piano regolatore che abbia bisogno di un parcheggio.
Si va a ridimensionare una piazzetta, che è un impegno di un privato che probabilmente cederà al Comune, speriamo, e la si è ridimensionata in una trattativa bonaria proprio per rispondere a una decina di ponti macchina, che sono esclusivamente nei fatti al servizio di questa struttura privata.
Sulla questione dei camion. È chiaro che il parcheggio dei camion è un problema dovunque. C’era prima un problema che veniva utilizzato questo spazio privato che adesso si sta attrezzando. Come sosta dei camion è stata interdetta. Se c’è una necessità particolare rispetto alla sicurezza è ovvio che il parcheggio dei camion verrà posto. Mi fa specie che poi siano gli stessi camionisti che vanno a mangiare nel locale che sembra abbia bisogno del parcheggio pubblico. Però, nello spirito di andare a studiare questa cosa, siamo più che d’accordo.

PRESIDENTE
 Non ho altri iscritti a parlare. Mettiamo quindi in votazione il secondo punto iscritto all’ordine del giorno. La votazione è aperta.
* * *
E’ entrato il consigliere Caruso.
Sono usciti i consiglieri Mancioppi e Salice.
PRESENTI N. 23.
 Nessun altro componente del Consiglio avendo chiesto di parlare al riguardo, il Presidente pone quindi in votazione la mozione (allegata al presente verbale) presentata dai consiglieri comunali Filiberto Putzu e Massimo Trespidi, appartenenti al gruppo consiliare “Forza Italia”, ed il Consiglio comunale la APPROVA con n. 22 voti favorevoli.
 Il consigliere Cisini non partecipa alla votazione.
 Il Presidente ne fa proclamazione.

* * * * *


pubblicazione: 12/06/2006
aggiornamento: 29/07/2006

Categoria
 :.  FILIBERTO PUTZU, politica
 :..  Consiglio Comunale



visite totali: 1.124
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,20
[c]




 
Schede più visitate in Consiglio Comunale

  1. I DOVERI DI UN CONSIGLIERE COMUNALE
  2. Gettoni e compensi ai Consiglieri Comunali.
  3. 86 Adunata Nazionale Alpini, Piacenza, 10 maggio 2013
  4. CONSIGLIO COMUNALE ? NO, RIUNIONE CONDOMINIALE...
  5. SPECCHIETTI PER ALLODOLE
  6. Medici in visita domiciliare e multe.
  7. Lo stipendio del Comandante dei Vigili Urbani
  8. MA CHI DIRIGE E' ELEFANTI
  9. RICORSO AL TAR CONTRO IL COMUNE DI PIACENZA.
  10. L'inceneritore a Piacenza.
  11. Larghe intese ? Cosa avevano detto
  12. Caso Enìa
  13. Maratoneti dell'Unione
  14. Cos'è il peculato
  15. Via Risorgimento, l'area ex Camuzzi-Gas, il parcheggio di Piazza Cittadella
  16. Scambi di cortesie.
  17. NEWCO EMILIA
  18. Predica bene, ma razzola male.
  19. PALAZZO degli UFFICI COMUNALI : è veramente necessario ?
  20. Interrogazioni di Filiberto Putzu al Sindaco di Piacenza
  21. Non è tutto oro quel che luccica....Eataly alla Cavallerizza ? N.2
  22. Discussione sul BILANCIO di PREVISIONE del COMUNE di PIACENZA 16-02-2004
  23. TARANTISMO E TARANTELLA
  24. Il 2004 a Piacenza: piacentini non dimenticate...
  25. BILANCIO CONSUNTIVO 2003
  26. PRESSIONE TRIBUTARIA E SERVIZI COMUNALI
  27. La "farsa" settimanale
  28. CENTROPADANE E IL MULINO DEI PIACENTINI.
  29. Auguri di Natale 2004 : silenzio assordante della stampa.
  30. Alcune idee per Piacenza (che verrà)
  31. Città o appartamento ?
  32. Ai piacentini va di pagare più tasse ?
  33. OGGI IL CONSIGLIO COMUNALE. IL SINDACO REGGI VACILLA.
  34. Bilancio di Tempi spa sempre peggio
  35. BILANCIO PREVISIONALE 2005

esecuzione in 0,109 sec.