Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Consiglio Comunale  :. Mazza: da Reggi aperture importanti, ma sono scettico
sottocategorie di COMUNE di PIACENZA
 :. Comune di Piacenza
 :. Consiglio Comunale
 :. Sindaco
 :. Rimpasto 2004
 :. Programma
 :. Bilancio
 :. Tasse e balzelli




martedì
11
agosto
2020
Santa Chiara



Mazza: da Reggi aperture importanti, ma sono scettico

L'opposizione resta cauta, e tuttavia guarda con aspettativa favorevole la partita che la riguarda e che si muove su un binario collegato, ma parallelo a quello della formazione della giunta.

Sul piatto c'è la presidenza dell'aula, ma anche di alcune commissioni, il centrodestra attende di conoscere i contorni precisi della proposta che la maggioranza ha deciso di farle.

La volontà dichiarata subito dopo la vittoria elettorale dal sindaco Roberto Reggi è di rasserenare il clima tra gli schieramenti politici in modo da evitare, soprattutto sui temi strategici per la città, i veti e la rissosità che hanno avvelenato lo scorso mandato.
«Avremmo tutti da guadagnarne», si è detto convinto il sindaco che ha portato sulle sue posizioni una maggioranza inizialmente non convintissima di privarsi di una carica, la presidenza dell'aula, ambita sia per prestigio che per remunerazione.

Ecco allora che Francesco Cacciatore (Ds), vicesindaco in pectore, è stato designato ad aprire ufficialmente il canale di dialogo con il centrodestra.
Tra oggi e domani il calendario degli incontri, l'opposizione resta cauta, si diceva, senza però chiusure preconcette.

Anche uno come Carlo Mazza, il consigliere più votato della lista civica Piacenza Libera e nello scorso mandato, dai banchi del gruppo misto, tra i meno inclini a concedere sconti allo schieramento avversario (tanto da guadagnarsi sul campo l'ideale titolo di leader del partito dei "falchi"), si mostra aperturista:
«Il sindaco mi sembra realmente intenzionato ad andare avanti, nonostante nella sua maggioranza ci sia almeno un paio di pretendenti alla presidenza del consiglio (i diessini Ernesto Carini e Benedetto Ricciardi, ndr), aspettiamo che la proposta sia formalizzata precisamente, a priori è difficile stabilire se è percorribile, certo ci vuole un accordo molto chiaro perché gli elettori altrimenti non capirebbero né i nostri né i loro. I tempi sono stretti (il 2 luglio si insedia il consiglio con l'elezione del presidenza all'ordine del giorno, ndr) e dunque resto scettico, ma riconosco al sindaco che si tratta di una grossa novità rispetto a come si presentò cinque anni fa».

Mazza vuole vederci capire bene i contenuti dell'operazione:
«Se è per migliorare il clima di questi anni, superando sia le nostre pecche che non nascondo sia le chiusure del sindaco e della maggioranza nei cinque anni passati, sono d'accordo, ma se si vuole cambiare le regole di funzionamento del consiglio per far sì che non ci siano più problemi per loro, allora non va bene».
Altro aspetto da chiarire è se il nome dell'ipotetico presidente del centrodestra lo indicherebbe la maggioranza o se verrebbe scelto in una rosa proposta dall'opposizione, osserva Mazza che dal '94 al '98, con la casacca di Forza Italia, fu presidente del consiglio durante l'amministrazione di centrosinistra guidata da Giacomo Vaciago.

Oggi come (eventuali) favoriti le indiscrezioni danno piuttosto Luigi Salice (Forza Italia) e, ma in seconda battuta, Andrea Paparo (An).
«La minoranza dovrà essere compatta», avverte però l'esponente di Piacenza Libera, «non possiamo dividerci su una carica come questa, l'accordo deve essere generale».

E a proposito di minoranza, Mazza è tra i più interessati a conoscere la decisione di Dario Squeri, l'ex candidato sindaco del centrodestra e fondatore di Piacenza Libera, circa la sua presenza in consiglio comunale, se sceglierà di dimettersi comunicandolo il 2 luglio, giorno della prima seduta, come alcune indiscrezioni prevedono, o se resterà accasandosi tra i banchi della "sua" civica.
Nel primo caso Mazza non fa mistero di accarezzare l'idea di diventare capogruppo della lista («Il più votato in genere fa il capogruppo»), nel secondo caso, con Squeri che comprensibilmente verrebbe indicato capogruppo, non si escludono sorprese:
«Penso che da parte mia non ci sarebbero difficoltà, in fondo è stato il candidato di tutta la coalizione», sono le parole in prima battuta di Mazza che subito dopo, però, richiesto di commentare le voci che lo darebbero per pronto a trasmigrare nel gruppo misto, ha osservato sibillino di non saper rispondere perché «sono cose che eventualmente si fanno dopo, qualora ci fossero difficoltà nell'ambito del gruppo».
È «un problema non solo di capogruppo ma anche di come si vuole fare la minoranza», ha tenuto comunque ad annotare ribadendo la sua idea che se Squeri rimarrà in aula «si terrà un ruolo che non potrà essere quello di capo dell'opposizione perché quelli sono ruoli che si misurano in consiglio».
gu.ro.


pubblicazione: 28/06/2007

abbandonato..... 12586
abbandonato.....

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Consiglio Comunale



visite totali: 1.170
visite oggi: 1
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,24
[c]




 
Schede più visitate in Consiglio Comunale

  1. Diavolesse, Bruschini, bruscolini e bruschette.
  2. Assessorati, ecco la nuova "mappa"
  3. Compensi ai consiglieri, l'onorevole Foti è per l'austerity, ma i suoi lo bacchettano
  4. Giacomo Vaciago si dimette.
  5. Cisini, Silva, Boiocchi e Bulla sostituiscono i “colleghi” nominati in Giunta
  6. Indennità o gettone, facoltà di scelta a palazzo Mercanti
  7. Tutti i 40 eletti a Palazzo dei Mercanti: 24 alla maggioranza e 16 alla minoranza
  8. Il Consiglio si aumenta lo stipendio.
  9. Consiglio, già nove cambi di "maglia"
  10. Crocefisso nelle aule scolastiche
  11. Incarichi esterni, è muro contro muro.
  12. Ostruzionismo, tattica sbagliata e inutile ?
  13. Consiglio Comunale del 17/1/2005
  14. Stipendi alleggeriti in Comune
  15. «Reggi? Cerca la rissa, è lui a dividere il Pd"
  16. PIACENZA NOSTRA - UDC
  17. E' NATO IL REGGI BIS 2007
  18. Edoardo "Edo" Piazza capogruppo di Per Piacenza con Reggi
  19. «Non si sprechi suolo per l'Acna»
  20. Timpano e Polledri i "paperoni" del Consiglio Comunale
  21. Caso Ricciardi, il Polo non dà tregua.
  22. Alberto Squeri si è dimesso da Assessore
  23. CONSIGLIO COMUNALE
  24. «Muti quanto vuole per venire qui?»
  25. Difendiamo i crocefissi in aula.
  26. Reggi contro Marazzi
  27. Un consiglio che costa e perde tempo.
  28. Giugno 2002/dicembre 2004: il sindaco a metà mandato.
  29. Il parere di Luigi Salice
  30. Bruschini: «Non ho fatto nulla che richieda perdono»
  31. Gianni D'Amo
  32. Maggioranza spaccata sulle linee urbanistiche.
  33. RIFLESSIONE PER LA RIPRESA DEI LAVORI : Piacenza eco-vivibile, acqua a parte
  34. Che amarezza, la lista civica è senza peso
  35. Acqua & Società Mista

esecuzione in 0,093 sec.