Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Consiglio Comunale  :. Manca Reggi, minoranza "fuori"
sottocategorie di COMUNE di PIACENZA
 :. Comune di Piacenza
 :. Consiglio Comunale
 :. Sindaco
 :. Rimpasto 2004
 :. Programma
 :. Bilancio
 :. Tasse e balzelli




martedì
11
agosto
2020
Santa Chiara



Manca Reggi, minoranza "fuori"

Naufraga la seduta del consiglio dedicata a interrogazioni dell'opposizione ed è scontro politico

Il sindaco non è in aula per discutere di argomenti sollevati dall'opposizione?
La minoranza stavolta se la lega al dito e di colpo abbandona la seduta che inevitabilmente si conclude, perché in assenza dei consiglieri interessati mozioni e interrogazioni cadono l'una dopo l'altra come foglie in autunno.
Non è finita.
L'elettricità nell'aria è tanta, non si assiste spesso a un muro-contro-muro in sede istituzionale con un simile epilogo.
Seguono due conferenze stampa improvvisate, una della minoranza in attacco a un sindaco «assenteista» e che «dovrebbe dimettersi», l'altra della maggioranza che ribatte: un tentativo di delegittimare Reggi facendo campagna elettorale.

Il primo cittadino, rientrato dal convegno sull'handicap in Sant'Ilario liquida la levata di scudi dell'opposizione come «pretestuosa».
«Perché poi - aggiunge - la minoranza richiede la convocazione di tanti consigli? Forse perché sono stati ridotti i compensi del dieci per cento?!».
Come a dire che si vuol far numero per bilanciare un gettone dimagrito.
L'allusione graffiante di Reggi mentre scende le scale di palazzo Mercanti chiude il film della tempestosa riunione consiliare di ieri, che aveva all'ordine del giorno una serie di temi presentati dagli esponenti dell'opposizione.
Tutto fila liscio, mugugni a parte, fino a quando tocca ad Alessandro Ballerini (Forza Italia) presentare la sua interrogazione che verte su dichiarazioni del sindaco (di un anno fa) circa il parcheggio di Santa Teresa e su 150 posti auto che dovevano liberarsi ma che non ci sono.
Inizia a rispondere l'assessore Ernesto Carini, ma in men che non si dica l'opposizione sbotta ed esce compatta.
«Il sindaco, che è anche consigliere, snobba il consiglio e non ha interesse a discutere dei problemi della città nel luogo deputato» tuona in conferenza Massimo Trespidi, capogruppo di Forza Italia, che già aveva bollato come "gaffe" verso l'intero consiglio la sola presenza del sindaco all'imminente inaugurazione del parco della Gallena intitolato a papa Giovanni Palo II.
Marco Tassi (An) punta l'indice contro le «reiterate assenze» di Reggi, la «mancanza di rispetto» e li legge come una incapacità a presentare provvedimenti da parte della maggioranza: urgono elezioni anticipate, previe dimissioni del primo cittadino.
Carlo Mazza (Gruppo Misto) fa osservare che da diversi mesi il sindaco «non partecipa, c'è di rado e non si giustifica».
Per Paolo Mancioppi (Lega) l'interessato «non tollera» più il consiglio né chi la pensa diversamente e infine Andrea Pollastri (Forza Italia) riconduce queste assenze allo scontro sul voto di bilancio, mesi fa, da allora i rapporti si sono incrinati, da qui il black out, l'assenza di «ascolto». E «la misura è colma».

Tutt'altra la lettura dei fatti della maggioranza.
L'assessore Ernesto Carini parla di un fatto «strano» e straordinariamente negativo. L'amministrazione, tramite i suoi assessori, era pronta a rispondere alle richieste dell'opposizione che forse però a quelle risposte non era poi interessata, senza contare che la maggioranza era lì a garantire il numero legale e la discussione. «Inaccettabile il voler mettere in croce il sindaco» che stava peraltro rientrando in consiglio dopo un impegno istituzionale.
Del resto le sedute vengono programmate nel rispetto di tutti, ma senza dosarle su chi c'è e chi non c'è.
E mentre Gianni D'Amo (Ds) invita a tener alto il livello del consiglio, unico antidoto allo svilimento di questa assise, e senza farne una «tribunetta per comizietti», Stefania Pisaroni (Rifondazione) vede nell'uscita dell'opposizone su un cavillo il riflesso di quel clima ostruzionistico che aleggia nel Paese e rallenta tutto.
Edoardo Piazza (Piacentini Uniti) parla di evidente tentativo di delegittimare il sindaco facendo campagna elettorale e Giorgio Cisini (Margherita) fa emergere un aspetto concreto: «Chi paga il consiglio finito così? Si protesta a spese dei contribuenti».
pat.sof., Libertà 27 maggio 2006


---------------------------------

Breve commento di Filiberto Putzu :

Se le dichiarazioni di qualche marginale esponente del centro-sinistra piacentino
e del sindaco Reggi in merito a gettoni e costi del Consiglio Comunale corrispondono
al vero, la risponsa non può altro che essere una.

I primi intascano regolarmente gettoni nononostante il loro silenzio in aula sia diventato ormai
cronico, silenzio non si capisce se basato sulla loro incompresa qualità o se perchè dovuto
alla supina sudditanza al loro leader.
Il secondo è lautamente stipendiato da tutti i cittadini di Piacenza nonostante ormai consideri
chi rappresenta metà della città un' inutile presenza.
I piacentini hanno fortunatamente capito chi è costui che, presentatosi con la maschera
del bravo ragazzo, pretende di governare la città come un feudatario medioevale.



pubblicazione: 27/05/2006
aggiornamento: 30/05/2006

 10036

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Consiglio Comunale



visite totali: 1.201
visite oggi: 2
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,23
[c]




 
Schede più visitate in Consiglio Comunale

  1. Diavolesse, Bruschini, bruscolini e bruschette.
  2. Assessorati, ecco la nuova "mappa"
  3. Compensi ai consiglieri, l'onorevole Foti è per l'austerity, ma i suoi lo bacchettano
  4. Giacomo Vaciago si dimette.
  5. Cisini, Silva, Boiocchi e Bulla sostituiscono i “colleghi” nominati in Giunta
  6. Indennità o gettone, facoltà di scelta a palazzo Mercanti
  7. Tutti i 40 eletti a Palazzo dei Mercanti: 24 alla maggioranza e 16 alla minoranza
  8. Il Consiglio si aumenta lo stipendio.
  9. Consiglio, già nove cambi di "maglia"
  10. Crocefisso nelle aule scolastiche
  11. Incarichi esterni, è muro contro muro.
  12. Ostruzionismo, tattica sbagliata e inutile ?
  13. Consiglio Comunale del 17/1/2005
  14. Stipendi alleggeriti in Comune
  15. «Reggi? Cerca la rissa, è lui a dividere il Pd"
  16. PIACENZA NOSTRA - UDC
  17. E' NATO IL REGGI BIS 2007
  18. Edoardo "Edo" Piazza capogruppo di Per Piacenza con Reggi
  19. «Non si sprechi suolo per l'Acna»
  20. Timpano e Polledri i "paperoni" del Consiglio Comunale
  21. Caso Ricciardi, il Polo non dà tregua.
  22. Alberto Squeri si è dimesso da Assessore
  23. CONSIGLIO COMUNALE
  24. «Muti quanto vuole per venire qui?»
  25. Difendiamo i crocefissi in aula.
  26. Reggi contro Marazzi
  27. Un consiglio che costa e perde tempo.
  28. Giugno 2002/dicembre 2004: il sindaco a metà mandato.
  29. Il parere di Luigi Salice
  30. Bruschini: «Non ho fatto nulla che richieda perdono»
  31. Gianni D'Amo
  32. Maggioranza spaccata sulle linee urbanistiche.
  33. RIFLESSIONE PER LA RIPRESA DEI LAVORI : Piacenza eco-vivibile, acqua a parte
  34. Che amarezza, la lista civica è senza peso
  35. Acqua & Società Mista

esecuzione in 0,140 sec.