Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  POLITICA Piacenza  :.  Elezioni Provinciali 2004  :. Le tante lezioni del voto di Piacenza
sottocategorie di POLITICA Piacenza
 :. Politica piacentina
 :. Elezioni Provinciali 2004
 :. Elezioni Regionali 2005
 :. Elezioni Politiche 2006
 :. Elezioni Comunali 2007
 :. Elezioni Politiche 2008
 :. EmiliaRomagna
 :. Elezioni Provinciali 2009
 :. Provincia di Piacenza
 :. Elezioni Regionali 2010
 :. Elezioni Comunali 2011
 :. Elezioni Comunali 2012
 :. ELEZIONI NAZIONALI 2013




martedì
9
agosto
2022
San Edith Stein



Le tante lezioni del voto di Piacenza

di Paolo Rizzi

Cosa ci dicono i risultati delle elezioni provinciali ?
Che anche da noi il vento ha cambiato direzione e la perdita di consensi del governo in carica si fa sempre più evidente, con alcuni casi clamorosi come Milano. Ma ci sono anche alcune specificità per il nostro territorio.

1. In primo luogo l'esito della consultazione a Piacenza è sempre incerto fino all'ultimo: è da diversi anni che i candidati degli opposti schieramenti si giocano le elezioni sul filo di lana. Con un lato positivo, che è l'affermazione di una democrazia sostanziale che ci permette spesso di cambiare amministratori. Ma anche un dato preoccupante che produce instabilità, progetti amministrativi di breve periodo, mutamenti di leadership non appena queste iniziano ad apprendere il difficile compito del governo locale.
Anche la vittoria di Boiardi abbastanza netta non deve far dimenticare come i voti di Foti uniti a quelli della Lega al primo turno superavano quelli del nuovo presidente.

2. In secondo luogo dalle campagne elettorali si fa fatica a fare emergere le differenze di programmi e proposte politiche. Nei dibattiti televisivi e sui giornali spesso i due candidati si ripetevano e cercavano di venire incontro alle richieste dei vari rappresentanti delle realtà sociali ed economiche che li sollecitavano. In particolare Foti ha perso la grinta e la “cattiveria” su cui ha fondato la sua carriera politica e si è presentato come candidato moderato proponendo spesso politiche già attuate o in programma a Piacenza. Mentre Boiardi ha cercato in effetti di differenziarsi, ma, piuttosto che sui progetti concreti, facendo riferimento con maggiore intensità ai grandi valori della solidarietà e della pace.

3. In terzo luogo ancora una volta la sindrome da uscita ha fatto effetto.
Come già verificatosi con la giunta Vaciago nel 1998, quando uno tra i più importanti sindaci della nostra storia recente (a lui dobbiamo i grandi cambiamenti della nostra città dell'ultimo decennio) non si è ricandidato ed ha voluto dettare la scelta del suo successore con risultati rivelatisi poi perdenti, allo stesso modo Squeri al termine di 9 anni di amministrazione concordemente giudicati positivi, si è impuntato nel sostenere alcuni “suoi” candidati e, una volta persa la sua personale battaglia, ha addirittura sostenuto l'esponente di centro destra, per anni combattuto dai banchi opposti dello schieramento politico. Sebbene sia del tutto lecito e anzi in alcuni casi auspicabile cambiare opinione e quindi intendimento politico, esiste tuttavia una regola non scritta di “decoro” politico che vorrebbe che in casi del genere, soprattutto quando sono coinvolti uomini politici di forte rilevanza pubblica, ci si astenga da dichiarazioni eclatanti con atteggiamenti di più dignitosa sospensione temporanea di giudizio.
Ma dove è nata questa scelta di rottura ?
Sono davvero motivazioni politiche come paventato da Squeri nelle due sofferte settimane tra primo e secondo turno?
Non mi sembra che le giustificazioni addotte siano sostenibili: la non condivisione del programma amministrativo appare piuttosto immotivata soprattutto se si sottolineano i numerosi elementi di continuità amministrativa che Boiardi aveva espresso nella sua campagna elettorale, quali l'orientamento allo sviluppo coniugato con la compatibilità ambientale, la tensione verso un'equa distribuzione accompagnata da una amministrazione locale pià vicina al cittadino. Quindi rimangono giustificazioni di carattere personalistico che certamente non deporrebbero a favore della statura politica di Squeri. Oppure esistono altri motivi a noi oggi ignoti che il futuro forse ci chiarirà. In conclusione un augurio al nuovo presidente che guidi la nostra provincia con la stessa serenità con cui ha gestito le tormentate fasi della campagna elettorale.


pubblicazione: 29/06/2004
aggiornamento: 30/06/2004

Lezioni di fumo. 2954
Lezioni di fumo.

Categoria
 :.  POLITICA Piacenza
 :..  Elezioni Provinciali 2004



visite totali: 2.981
visite oggi: 2
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,45
[c]




 
Schede più visitate in Elezioni Provinciali 2004

  1. Come ha votato Piacenza città.
  2. «Piacentini uniti, una lista civica dall'anima ambientalista»
  3. ELEZIONI PROVINCIALI- RISULTATI DEFINITIVI
  4. Molinaroli : Sarò battitore libero.
  5. I primi delle liste per il Consiglio Provinciale.
  6. Boiardi-Foti , è ballottaggio !!
  7. ELEZIONI PROVINCIALI- RISULTATI DEFINITIVI
  8. «Squeri si è già collocato fuori dalla Margherita»
  9. Ds, pronti i 24 nomi per i collegi provinciali
  10. CASO SQUERI : le dichiarazioni di Alberto Squeri.
  11. Onorevole si, onorevole no ....
  12. LA VEGNA BELLA...
  13. Forza Italia : Le liste civiche sono un valore.
  14. Analisi della sconfitta e prospettive : ne parlano Maschi e Polledri.
  15. «L'attacco di Forza Italia a “Oltre i partiti” nasce dalla rabbia per la sconfitta
  16. Ballottaggio : si ricompone la Casa delle Libertà
  17. Squeri : dichiarazione bomba .
  18. Foti: «Non guiderò l'opposizione
  19. La lista civica ha portato voti al centrodestra.
  20. CASO SQUERI : interviene Vaciago.
  21. OLTRE I PARTITI . SUCCESSO.
  22. BOIARDI E' IL NUOVO PRESIDENTE DELLA PROVINCIA.
  23. ABBIAMO IDEE CHIARE SU FOTI
  24. Miglioli, fatti i fatti tuoi.
  25. Candidato a sindaco di Castell'Arquato.
  26. Dario Squeri : «Rigetto verdetti dittatoriali»
  27. «Siamo la guardia scelta di Boiardi»
  28. Reggi-Squeri: “patto” del Sol Levante
  29. Boiardi ha saputo conquistare il cuore dei piacentini
  30. Dario Squeri: «Lascio io la Margherita»
  31. FORZA ITALIA - Preferenze
  32. Corsa a sette per la Provincia
  33. Squeri attacca Boiardi
  34. Il partito trasversale ?
  35. Come ha votato la provincia di Piacenza

esecuzione in 0,125 sec.