Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  ECONOMIA Piacenza  :.  Pendolarismo  :. La Lombardia si è schierata con i pendolari.
sottocategorie di ECONOMIA Piacenza
 :. Patto per Piacenza
 :. Marketing territoriale
 :. Fondazione
 :. Camera Commercio
 :. PcExpo
 :. Industria
 :. Meccanotronica
 :. Tecnopolo
 :. Estero
 :. Polo Logistico
 :. Agricoltura
 :. Authority Alimentare
 :. Artigianato
 :. Commercio
 :. Centro storico
 :. TESA-NewCo-ENIA-IREN
 :. Tempi spa - SETA
 :. Pendolarismo
 :. Polo militare
 :. Cooperazione
 :. Milano Expo 2015




lunedì
21
settembre
2020
San Matteo, Apostolo ed Evangelista



La Lombardia si è schierata con i pendolari.

da Libertà del 28 novembre 2005, a cura dell'Associazione Pendolari Piacenza :

Lo scorso 24 novembre la nostra associazione è stata convocata ad un incontro con la Regione Lombardia assieme a tutte le associazioni pendolari e utenti di quella Regione.
Presenti l'assessore ai trasporti della Lombardia Moneta con alcuni dirigenti della Regione ed anche una delegazione di Trenitalia tra cui spiccava l'alto dirigente delle ferrovie Vincenzo Saccà.

Nell'introduzione l'assessore Moneta si è schierato con risolutezza a favore dei pendolari criticando aspramente la scelta del suo collega emiliano assessore Peri di firmare l'accordo con le Ferrovie. L'Assessore Moneta ha precisato che per il momento la Lombardia non ha ancora firmato ma che putroppo dovrà farlo.
L'assessore ha spiegato che la Lombardia dovrà firmare per "senso di responsabilità", visto che non è possibile mantenere in vigore due orari differenti in maniera contemporanea sulla stessa tratta e dato che la Lombardia non ha in carico i treni Interregionali delle tratte in questione che invece sono in carico alle altre Regioni.
Ha ribadito che la proposta della Lombardia era di rimandare di sei mesi l'approvazione per poter valutare con i dovuti approfondimenti tutte le modifiche.
Un altro dirigente della Regione ha poi presentato più nel dettaglio la proposta delle ferrovie criticandone le tante penalizzazioni che introduce.
L'analisi della Regione ha dato forza alle tante proteste presentate da tutte le associazioni lombarde che si sono susseguite con determinazione al microfono evidenziando i peggioramenti sulle diverse linee. Tra i presenti vi erano i colleghi di Lodi, Secugnago, Casalpusterlengo e quelli delle tratte Milano-Pavia-Voghera.

Dimostrando un grande rispetto per noi emiliani l'Assessore Moneta ha ascoltato anche gli interventi della nutrita delegazione proveniente da Piacenza, Fiorenzuola e Parma, che pur essendo fuori Regione ha trovato un chiaro e forte sostegno alle proprie posizioni.

Infinite le critiche mosse a Trenitalia.
Si andava dai pendolari di Lodi che si sono visti cambiare all'ultimo minuto, ovviamente in forma peggiorativa, le bozze d'orario su cui avevano fatto le valutazioni, al deciso e ammirevole intervento dell'Assessore ai trasporti della Provincia di Lodi, che pur essendo dello stesso schieramento della giunta emiliana, ne criticava le scelte.
Per quanto riguarda noi piacentini abbiamo ribadito la totale e risoluta opposizione al nuovo orario che mira solo ad aumentare i profitti e i privilegi dell'attuale classe dirigente FS capace solo di scaricare sui lavoratori e sui viaggiatori le proprie incapacità ed inefficienze.
Abbiamo anche ribadito che per i treni regionali la finalità delle ferrovie è quella di adeguare i nuovi orari ai ritardi dei treni, operazione che ha portato al sensibile allungamento dei tempi di percorrenza per moltissimi treni regionali.

La Regione Lombardia, che dovrà firmare l'accordo obtorto collo, ha cercato comunque di mettere alcuni paletti come il ripristino dell'orario attuale nel caso fra sei mesi le cose non dovessero andare come previsto (scelta che comunque prevede un'intollerabile sperimentazione dell'orario sulla pelle dei pendolari), il mancato automatismo del rinnovo del contratto con Trenitalia alla scadenza dei due anni, ed infine la garanzia che una volta terminata la tratta ad alta velocità, la linea storica resterà esclusivamente adibita al trasporto regionale.
Queste garanzie sono poca cosa di fronte ai problemi che questo orario andrà creare, ma va ricordato ancora una volta che questa evoluzione è stata scatenata dalla firma dell'assessore emiliano Peri che ha di fatto reso impossibile ogni ulteriore forma di contrasto delle Lombardia alla proposta delle ferrovie.
Alle innumerevoli critiche Vincenzo Saccà, dirigente delle ferrovie, ha risposto con una incredibile faccia tosta ripetendo lo spot promozionale FS che si riassume nella frase che sentiamo dire da anni: stiamo lavorando per migliorare il servizio e superare i problemi.
Ovviamente tutto ciò ha scatenato ulteriori repliche dei pendolari ed anche un'ironica affermazione dell'assessore Moneta che ha auspicato l'arrivo della concorrenza per valutare le vere capacità della dirigenza FS.
Nonostante gli scarsi risultati ottenuti, la riunione è stata un ammirevole esempio di correttezza e collaborazione tra le amministrazioni e i cittadini, ha inoltre cementato le tante associazioni presenti che si sono date appuntamento al successivo incontro di Voghera del 26 novembre dove i rappresentanti pendolari delle 4 regioni interessate (Liguria, Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna) avrebbero deciso le azioni da intraprendere.


pubblicazione: 28/11/2005
aggiornamento: 29/11/2005

 8536

Categoria
 :.  ECONOMIA Piacenza
 :..  Pendolarismo



visite totali: 2.987
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,55
[c]




 
Schede più visitate in Pendolarismo

  1. Orario treni : siglato l'accordo Trenitalia-Regione Emilia Romagna.
  2. «Il Comune sosterrà le denunce dei pendolari»
  3. Torino-Milano, signori si cambia
  4. La Regione è coi nostri pendolari.
  5. Pendolari, il ricorso al Tar può partire
  6. La Lombardia si è schierata con i pendolari.
  7. Sui pendolari è scontro in consiglio
  8. Tariffe agevolate per Milano : merito della Regione Emilia Romagna ?
  9. "I parcheggi per auto utilizzabili dai pendolari"
  10. Cento denunce contro Trenitalia
  11. Reggi e Boiardi: cancellare il nuovo orario
  12. Gino Luigi Acerbi presidente del Comitato regionale pendolari.
  13. Pendolari, "no" del Comune al ricorso contro l'accordo Trenitalia-Regione
  14. Per il Frecciarossa gioie e dolori
  15. Il peggior orario ferroviario a memoria di pendolare.
  16. E' nata la “consulta” dei pendolari.
  17. La collera dei pendolari: alta velocità un inganno.
  18. Nuovo orario, pendolari sul piede di guerra
  19. Ecco che cosa chiedono i pendolari alla Regione
  20. Pendolari, Reggi boccia Trenitalia
  21. Pendolari a Piacenza
  22. Trenitalia, 15 giorni per cambiare
  23. Nuovo orario, l'ira dei pendolari piacentini.
  24. Treni: Piacenza-Milano in "soli" 66 minuti.
  25. E alla fine Piacenza resta sola.
  26. Ogni giorno cambia idea....
  27. I pendolari piacentini: agitazione permanente.
  28. Treni: nuovo orario, vecchi problemi
  29. Pendolari infuriati con l'assessore regionale Peri
  30. Comune e Trenitalia : presa di posizione ?
  31. Treni, una commissione sul nuovo orario.
  32. Il convegno dei pendolari
  33. Regione, ultimatum a Trenitalia
  34. Pendolari, se il nuovo sistema non funziona va rivisto subito.
  35. Nemmeno il ministro placa la rabbia dei pendolari

esecuzione in 0,188 sec.