Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Programma  :. Intervista a Roberto Reggi : le cose da fare.
sottocategorie di Programma
 :. AREE MILITARI-BENI DEMANIALI




venerdì
25
settembre
2020
Santa Cleofa



Intervista a Roberto Reggi : le cose da fare.

Da ottobre l'isola si prende una fetta di via Roma : blocco all'altezza di via Giordano Bruno

Sulla spiaggia di Marina di Grosseto ha davvero “staccato la spina” (ma non il cellulare).
«Faccio vita da mare - spiega il sindaco Roberto Reggi, partito con moglie e figli,
assieme ad una famiglia di amici piacentini - spiaggia, passeggiate e qualche escursione in bicicletta». Tornerà in città il 22 agosto, ma per ripartire il giorno dopo.
Destinazione: Palestina. «Una visita privata per restituire il favore al primo cittadino di Ben Sahur - spiega - ma che poi diventerà di fatto istituzionale dato che ho intenzione di incontrare anche i colleghi sindaci di Betlemme e Gerulasemme».

Il 30 di agosto sarà di nuovo nel suo ufficio di Palazzo Mercanti.
Lo attende un autunno caldo, la scadenza dei cento giorni è vicina.
Sul tavolo ci sono parecchie “partite” da giocare.
«La prima è fissata dalla nuova legge - spiega - che impone alle amministrazioni , entro 120 giorni dalle elezioni, di redarre e portare in consiglio comunale il documento che fissa le linee programmatiche di mandato.
In pratica il “programma di governo” dell'amministrazione, suddiviso nei cinque anni di mandato».
Tracciamo un bilancio di questi primi due mesi di lavoro.
«Abbastanza positivo.
Abbiamo ereditato dalla precedente amministrazione una serie di questioni che dovevamo affrontare urgentemente e lo abbiamo fatto.
Penso, ad esempio, a Tesa, Tempi e a Piacenza Expo.
Abbiamo dato il via ad importanti interventi relativi ai lavori pubblici e - nello stesso tempo - abbiamo deciso il cambio di destinazione di altre opere.
Un esempio? I due semafori previsti dalla Giunta Guidotti in via Emilia Pavese, che abbiamo trasformato in altrettante rotatorie.
Ci siamo occupati subito anche dell'importantissima questione del Palazzo degli uffici, optando per la soluzione ex-Unicem, perchè sappiamo benissimo che che, se vogliamo ottimizzare la macchina organizzativa del Comune, abbiamo la necessità di avere rapidamente tutti gli uffici unificati».

Quale sarà la prima “patata bollente” che troverà sul tavolo al suo ritorno in ufficio?
«Temo che saranno più di una.
Comunque, le decisioni più delicate, nell'immediato, saranno quelle che riguarderanno la Fiera, dato che - dopo la decisione di creare Piacenza Expo, fondendo Piacenza Fiere e Soprae - si tratta ora.-di dare delle linee strategiche e soprattutto di trovare la persona giusta; e cioè un amministratore delegato che abbia le capacità tecniche per far decollare la Fiera a Piacenza, trovandole una collocazione ottimale in una concorrenza quanto mai agguerrita».
Si è fatto il nome di Armando Corsi, fondatore della Jobs e ideatore di Remach? «E' una delle persone che potrebbero essere prese in considerazione, ma è ancora troppo presto per parlare di nomi. Posso dire che la persona che sceglieremo dovrà avere delle caratteristiche di elevatissima professionalità, perchè si tratta di un compito non facile».

Qual'è la situazione per quanto riguarda l'acquisizione da parte del Comune delle aree militari? «Campo Daturi e Parco della Galleana sono di fatto acquisiti, anche se manca ancora la formalizzazione delle cessioni da parte del Ministero.
Per quanto riguarda l'Ospedale Militare, l'ostacolo è costituito dal fatto che questa struttura,
nell'ultimo decreto del presidente del Consiglio, non è stata inclusa nell'elenco degli immobili considerati dismissibili. Quindi allo stato attuale è tutto bloccato. Infine l'ex Pertite. Una questione della quale mi sono occupato personalmente. Proprio recentemente, assieme all'onorevole Foti, abbiamo incontrato il direttore del Polo di mantenimento pesante Nord, generale Caccamo, al quale abbiamo chiesto se considerava strategica per il Polo che egli dirige l'area dell'ex Pertite. Lui ci ha risposto che assolutamente non lo è, quindi ora ci muoveremo presso il Ministero competente - l'onorevole Foti per le sue competenze ed io per le mie - per acquisire l'area che potrebbe diventare un prezioso polmone verde della città».

Stop alle rotonde, meglio i semafori, una strada che avete imboccato con decisione.
«Ricordo che la precedente amministrazione aveva criticato la Giunta Vaciago su questo tema, salvo poi istituire a sua volta diverse rotonde. Credo che l'esempio di molte altre città d'Italia e d'Europa valga più di tante chiacchiere. Le rotonde sono più sicure ed ecologiche dei semafori, garantiscono una miglior fluidificazione del traffico e semmai sono i semafori - sotto questo punto di vista - che creano problemi; valga per tutti l'esempio dell'impianto di via XXIV Maggio e via Raffalda».

Sono in arrivo le “targhe alterne”, un provvedimento che non tutti condividono e che, prima ancora di entrare in vigore, ha già suscitato proteste.
«Un momento.
Su questo argomento si sono creati spauracchi che assolutamente non esistono.
Le targhe alterne sono un'extrema ratio rispetto a una serie di provvedimenti anche strutturali. Ci tengo a chiarire che pure chi ha la targa “sbagliata” rispetto a quella in cui è possibile circolare ha comunque la possibilità di usare l'auto. Ad esempio se ha un mezzo ecocompatibile o se circola con almeno altre due persone. Comunque l'auto può essere utilizzata per raggiungere i parcheggi scambiatori dai quali partono i bus navetta per il centro storico, che sono gratuiti per gli ultra 65enni. Quella assunta a Bologna è una decisione storica perchè per la prima volta impegna in provvedimenti omogenei contro l'inquinamento tutti i comuni capoluogo dell'Emilia Romagna, ma anche le province e le cittadine con più di 50mila abitanti».

Sempre in tema di inquinamento. E' confermato che l'isola sarà allargata?
«Certo, proprio in corrispondenza dei provvedimenti di limitazione del traffico, in ottobre, intendiamo allargare il “blocco” anche a via Roma, all'altezza dell'incrocio con via Giordano Bruno.
Oggi via Roma è soffocata dal traffico di attraversamento di chi vuole andare verso via Emilia Pavese e via Tramello. Con questa decisione andremo incontro alla richiesta di sicurezza che ci viene dai cittadini che abitano in questa zona della città».

GLI OBIETTIVI che vorrebbe vedere REALIZZATI ENTRO LA FINE DELL'ANNO ?
«Sono parecchi, alcuni li abbiamo già ottenuti.
Sono quelli che avevo già annunciato in campagna elettorale:
- riduzione dei tempi di attesa delle visite specialistiche,
- creazione dell'assessorato alle frazioni e costituzione della Consulta dei pendolari
(entrambi già operativi),
- la realizzazione di quattro nuove fontanelle con acqua denitrificata,
- autobus gratis per gli ultra 65enni
- e - per quanto riguarda lo sviluppo economico - la partenza del Piano speciale d'area per la
Logistica
».

Piste ciclabili: un'altra priorità che aveva posto in campagna elettorale.
E infatti a fine agosto partiranno i lavori di realizzazione della strada ciclopedonale che collegherà piazzale Torino a piazzale Milano, prima tappa di un ben più ambizioso piano di interventi».
Giorgio Lambri


pubblicazione: 17/08/2002
aggiornamento: 10/08/2004

Roberto Reggi 3207
Roberto Reggi

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Programma



visite totali: 5.065
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,76
[c]




 
Schede più visitate in Programma

  1. Cinque opere per dare un volto alle piazze periferiche
  2. La maxi-variante commerciale.
  3. Aree militari, cerchiamo alleanze
  4. Una donna al comando dei vigili urbani di Piacenza.
  5. Palazzo uffici, vince il progetto di Studio & Partners
  6. Con la Nicolai una Pilotta piacentina
  7. TERZO MONDO.
  8. Aree militari : nuovo business per la città ???
  9. «Qualità urbana, Piacenza sia ambiziosa»
  10. Appalto mense, Cir si allea con Globalchef
  11. Al Jazira, concerto tra le polemiche
  12. Reggi accusa pesantemente Foti e Garzillo
  13. Mense scolastiche a Piacenza : mele, pere ed olio non erano biologici ??
  14. Quale destino per l'area verde di via XXIV Maggio ?
  15. Il sindaco incontra i vigili urbani «Più agenti, presto le assunzioni»
  16. Farmacie srl, insediati i tre amministratori
  17. Intervista a Roberto Reggi : le cose da fare.
  18. I “paletti” di Alberto Squeri sul toto-assessore
  19. Reggi fa il bilancio di metà mandato.
  20. Reggi: «Eredità difficile questa classifica. Lavorerò per verde, sanità e sicurezza»
  21. Ecco la città che la giunta Reggi ha in mente
  22. Ex Unicem, lavori al via.
  23. Nuovo polo militare, ma quanto costa l'area?
  24. Sanità e tempi d'attesa, è polemica.
  25. Spazi all'infanzia in tutti i condomini
  26. Reazioni all'abbandono del piano per il Palazzo uffici
  27. Piano investimenti 2004 : Grande viabilità e un piano parcheggi da 1.400 posti
  28. Aree militari, sì alla task force consiliare
  29. GRANA EX-UNICEM
  30. «Esami medici con meno code»
  31. Piacenza : il nuovo PUT (Piano Urbano Traffico).
  32. CLAMOROSO A PIACENZA
  33. Tavolo sulla farmacia-polo
  34. «Ridurre il traffico per non minare la nostra salute.
  35. Adunata Nazionale Alpini : i primi bilanci

esecuzione in 0,062 sec.