Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  POLITICA Piacenza  :.  Elezioni Comunali 2012  :. Il volto del nuovo Consiglio Comunale a seconda che vinca Dosi o Paparo.
sottocategorie di POLITICA Piacenza
 :. Politica piacentina
 :. Elezioni Provinciali 2004
 :. Elezioni Regionali 2005
 :. Elezioni Politiche 2006
 :. Elezioni Comunali 2007
 :. Elezioni Politiche 2008
 :. EmiliaRomagna
 :. Elezioni Provinciali 2009
 :. Provincia di Piacenza
 :. Elezioni Regionali 2010
 :. Elezioni Comunali 2011
 :. Elezioni Comunali 2012
 :. ELEZIONI NAZIONALI 2013




mercoledì
7
dicembre
2022
Sant'Ambrogio



Il volto del nuovo Consiglio Comunale a seconda che vinca Dosi o Paparo.

Trentadue i posti in consiglio comunale, più uno che spetta di diritto al sindaco.
Ma chi andrà a sedersi nell'aula di Palazzo Mercanti?
E che geografia politica avrà la nuova assemblea che, da questo mandato, vede tagliati i suoi seggi da 40 a 32 in omaggio alla linea di austerity sui costi della politica?
Sono le domande che più ricorrono in queste ore.

Di sicuro si sa che a non entrare in consiglio sono la Piacenza Bene Comune di Pierangelo Solenghi, l'Udc di Pierpaolo Gallini, i Pensionati Piacentini di Pietro Tansini, le due liste civiche di Massimo Polledri, Forza Piacenza Insieme e Pensionati Emiliani.

Ma il quadro definitivo dipende da chi vincerà il ballottaggio di domenica 20 e lunedì 21 maggio tra Andrea Paparo (Pdl) e Paolo Dosi (centrosinistra), dalla coalizione che potrà così beneficiare del premio di maggioranza, ossia dei 20 seggi che danno un margine di tre voti (quattro tenendo conto anche del sindaco) rispetto al quorum minimo di 17.
Per i perdenti non c'è invece che la consolazione dei 12 seggi che spettano alla opposizione, anzi, alle opposizioni tenendo conto pure delle liste rimaste escluse dal ballottaggio.

Toccherà, dunque, al Pdl di Paparo spartirsi il premio di maggioranza con le due liste civiche alleate Piacenza Viva e Sveglia o al centrosinistra di Paolo Dosi?

Libertà ha provato a immaginare i due volti del consiglio comunale a seconda che vinca l'uno o l'altro degli sfidanti per la carica di sindaco, lo abbiamo fatto sulla base di dati però provvisori e quindi passibili di correzioni anche sostanziali, e poi considerando che le coalizioni restino invariate, senza cioè che nessuno proceda ad apparentamenti con le liste tagliate fuori dal ballottaggio.

Se vince Dosi -
In caso di vittoria di Dosi il gruppo della maggioranza con più consiglieri sarebbe il Pd che ne manderebbe in aula dodici, e cioè, sulla base delle preferenze ottenute, Francesco Cacciatore (1.275 voti), Christian Fiazza (440), Giulia Piroli (381), Katia Tarasconi (363), Michele Bricchi (343), Stefano Borotti (322), Claudio Ferrari (309), Daniel Negri (286), Pierangelo Romersi (286), Laura Rapacioli (231), Giovanna Palladini (227), Stefano Perrucci (198).
Su quest'ultimo seggio si apre però un piccolo "giallo": a contenderlo a Perrucci c'è Rino Curtoni che, secondo i primi conteggi provvisori, ha lo stesso numero di preferenze, e poiché in caso di parità a prevalere è chi stava più avanti nell'ordine con cui i candidati sono stati inseriti in lista, l'eletto sarebbe Curtoni che era al decimo posto a fronte del 18esimo di Perrucci. L'ufficio elettorale centrale sta comunque effettuando le consuete verifiche sui verbali dei seggi con i conteggi definitivi, domani dovrebbe conoscersi il responso ufficiale.
Sei degli eletti del Pd in caso di vittoria di Dosi - Fiazza, Romersi, Piroli, Ferrari, Negri, Perrucci (ma anche Curtoni) - sono consiglieri uscenti.
Tre - Cacciatore, Palladini e Tarasconi - assessori della giunta, i restanti tre - Bricchi, Borotti e Rapacioli - sarebbero new entry.
I Moderati e Piacentini per Dosi avrebbero sei consiglieri: gli uscenti Roberto Colla (458 preferenze), Lucia Rocchi (193), Gianluca Ceccarelli (179), Guglielmo Zucconi (163) e anche l'assessore Giovanni Castagnetti (449). Volto nuovo Andrea Tagliaferri (171).
A completare la coalizione di maggioranza un esponente di Sinistra per Piacenza, Luigi Rabuffi (302), new entry nel "Palazzo", e uno dell'Idv, Samuele Raggi (220), attuale consigliere provinciale, ma alla prima esperienza in municipio.
Va tenuto conto, peraltro, delle dimissioni dal consiglio che dovrebbero sopraggiungere con la formazione della (eventuale) nuova giunta dove è verosimile che finiscano alcuni degli eletti, il che libererebbe posti per chi in prima battuta non è entrato.
Possono quindi sperare almeno due o tre del Pd come Perrucci (o Curtoni), Silvio Bisotti (195), Stefano Cugini (166), un paio della civica quali Fabio Polledri (155) e Tiziana Albasi (154) o anche Marco Fumi (152), così come i primi dei non eletti di Sinistra per Piacenza (Carlo Pallavicini: 115) e dell'Idv (Bruno Galvani: 110).
I 12 posti riservati alle minoranze avrebbero invece questa distribuzione: uno andrebbe di diritto al candidato sindaco di Pdl, Sveglia e Piacenza Viva, Andrea Paparo, sconfitto al ballottaggio.
Verosimile che, a quel punto, Paparo si aggreghi alla squadra del Pdl che in aula porterebbe, oltre a lui, sei esponenti: quattro consiglieri uscenti - Marco Tassi (541 preferenze), Giovanni Botti (412), Filiberto Putzu (401) Maria Lucia Girometta (376) - più Tommaso Foti (937) che fa ritorno a Palazzo Mercanti e il volto nuovo Erika Opizzi (241).
La lista Sveglia avrebbe un consigliere - Paolo Garetti (115) - nessuno invece Piacenza Viva.
Un seggio anche per la Lega Nord con l'ex candidato sindaco e consigliere uscente Massimo Polledri e tre infine al Movimento 5 Stelle - Mirta Quagliaroli, Barbara Tarquini (234) e Andrea Gabbiani (79) - tutti neofiti di Palazzo Mercanti.
Riassumendo, molte riconferme e undici volti nuovi, circa il 34% del totale, mentre, rispetto alle quattro donne del consiglio uscente, si alzerebbe a nove la componente femminile: cinque della maggioranza, quattro della minoranza.

Se vince Paparo -
Nel caso in cui vinca Paparo, la parte del leone in aula la farebbe il Pdl che porterebbe all'elezione ben 15 dei suoi (oltre al sindaco). Ai sei visti sopra che entrerebbero anche in caso di sconfitta, si aggiungerebbero i consiglieri uscenti Carlo Mazzoni (237 preferenze), Marco Civardi (182), Giuseppe Caruso (162), Stefano Frontini (163), nonché Giuseppe Ripa (164) che già era stato a Palazzo Mercanti nel primo mandato Reggi.
In aula anche Giuseppe Bertuzzi (161), i consiglieri circoscrizionali uscenti Gian Marco Migli (179) e Sergio Pecorara (157), la new entry Carlo De Meo (119).
Seconda forza della maggioranza sarebbe la civica Sveglia che a Garetti affiancherebbe gli esordienti Francesca Becciu (109) e Paolo Cordani (107). Terza e ultima componente pro Paparo sarebbe Piacenza Viva con due seggi, entrambi di neofiti della politica: Marco Colosimo (114) e Alessandro Massa (108).
Pure in questo caso la prospettiva di entrare in giunta per alcuni degli eletti lascerebbe spazio in aula per altri ingressi: il Pdl potrebe "ripescare" Daniela Ghinelli (116), Massimo Burgazzi (106), Marco Elisj (100), Carlo Mistraletti (94); Sveglia invece Maurizio Vici (101) e Piacenza Viva Paolo Milani o Giovanni Vallone (entrambi con 70 preferenze).
Passando alla minoranza, va riservato un posto i diritto al candidato sindaco del centrosinistra Dosi che uscirebbe sconfitto dal ballottaggio, mentre la prima forza per numero di consiglieri sarebbe il Pd con cinque (Cacciatore, Fiazza, Piroli, Tarasconi, Bricchi).
Tre i rappresentanti della civica Moderati e Piacentini per Dosi (Colla, Castagnetti e Rocchi), due del Movimento 5 Stelle (Quagliaroli e Tarquini), uno per la Lega (Polledri).
Facendo due conti, 13 i volti nuovi (salirebbero dunque, in questo caso, intorno al 40%) e la componente femminile che perderebbe un'unità scendendo da nove a otto.

Politicamente non irrilevante l'annotazione su come cambia la rappresentanza del Movimento 5 Stelle a seconda che vinca Dosi o Paparo: nel primo caso in consiglio di grillini ne entrerebbero tre, solo due nel secondo.
Il che, considerato che hanno ribadito di non dare indicazioni di voto al ballottaggio, potrebbe non essere indifferente nell'orientare gli elettori del Movimento 5 Stelle che intendessero recarsi alle urne il 20 e 21 maggio.

Gustavo Roccella
LIBERTA' 09/05/2012


pubblicazione: 09/05/2012

Categoria
 :.  POLITICA Piacenza
 :..  Elezioni Comunali 2012



visite totali: 1.627
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,42
[c]




 
Schede più visitate in Elezioni Comunali 2012

  1. SI E' VOTATO PER IL NUOVO SINDACO DI PIACENZA
  2. Sorteggiate le posizioni sulla scheda elettorale.
  3. Centrosinistra, l'Idv mette in campo Raggi
  4. Foti : Mi aspettavo più candidati, primarie occasione importante.
  5. Presentati i 32 candidati del Popolo della Libertà.
  6. I "senatori" che abbandonano il Consiglio
  7. Centrosinistra a Piacenza : Paolo Dosi è il candidato sindaco
  8. Dosi: arriverò in fondo, senza alzare la voce
  9. Elezioni Comunali 2012 : Popolo della Libertà
  10. Dosi-Paparo, è ballottaggio
  11. Il silenzio pre elettorale (Legge 212 del 4 aprile 1956)
  12. Bersani a Piacenza: a guidare le città siamo i più bravi
  13. Pd: Reggi non c'è, Cacciatore capolista
  14. Elezioni Comunali : a Telelibertà l'approfondimento di Tempo Reale
  15. Dosi al Pd: sarà inclusivo il mio approccio di lavoro
  16. Cacciatore : "Correrò con testa e passione"
  17. Piacenza che Verrà lancia un sondaggio su nomi e coalizioni
  18. Comunicato Stampa della Segreteria del Popolo della Libertá
  19. In campo in quattro, Rifondazione però ci sta pensando. Incognita Idv.
  20. Pizzelli: Mazzoni non è stato sostenuto dal partito
  21. L'Udc presenta lista e candidato sindaco
  22. Piacenza andrà al voto il 6 maggio 2012
  23. E Reggi ribadisce:"Oggi si è deciso, Paolo Dosi sarà il mio successore"
  24. Paolo Dosi è il nuovo Sindaco di Piacenza
  25. Pisani: «Nostro il candidato sindaco per Piacenza, c'è un patto d'onore»
  26. Paparo: con il centrodestra in crisi il ballottaggio era già un miracolo.
  27. Nasce la lista Sveglia
  28. Bossi : ” Alleanze col Pdl ? Qualche deroga ci sarà “
  29. Foti: sì alle primarie, Lega e Udc dicano se ci stanno
  30. Rosa Pdl: Paparo, Mazzoni, Salice
  31. Lista civica Moderati e Piacentini con Dosi
  32. Entra con me in Comune
  33. Paparo: "Al ballottaggio si sfidano due modelli di città".
  34. Si presenta "Piacenza Viva"
  35. Sorpresa, anche Stefano Frontini (Pdl) tra i votanti

esecuzione in 0,125 sec.