Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Programma  :.  AREE MILITARI-BENI DEMANIALI  :. Il Demanio aiuterà le città a rinascere
sottocategorie di Programma
 :. AREE MILITARI-BENI DEMANIALI




domenica
25
ottobre
2020
San Gaudenzio



Il Demanio aiuterà le città a rinascere

Lo dice Roberto Reggio, neodirettore dell'Agenzia del Demanio

Dopo il via libera della Corte dei Conti, da ieri Roberto Reggi è ufficialmente il nuovo direttore nazionale dell'Agenzia del Demanio, il decreto di nomina del 23 settembre scorso porta la firma del premier Matteo Renzi.

Con sedici sedi regionali, il futuro del neo-direttore si profila piuttosto mobile.

Intanto ieri Reggi, come primo atto d'insediamento, ha scritto una lettera ai 1.025 dipendenti del Demanio per motivarli sulla "sfida" dei mille giorni, tanto dura il mandato, quanto i tempi dell'impegno governativo di sbloccare il Paese.
E la seconda cosa che farà Reggi?
Già domani, 2 ottobre, il sindaco Paolo Dosi reduce dal viaggio in Giappone e l'assessore Silvio Bisotti (Rigenerazione Urbana) saranno a Roma per incontrarlo («Hanno subito preso appuntamento» anticipa Reggi).

Sindaco di Piacenza per due mandati, sottosegretario all'Istruzione, ora direttore dell'Agenzia del Demanio. Il ruolo che sente più suo?
«Quest'ultimo ruolo è molto operativo e me lo sento calato addosso viste le mie caratteristiche, è anche un po' un ruolo politico. I nostri interlocutori principali sono le istituzioni e i cittadini. Per chi ha fatto il sindaco è più semplice. Quando Matteo Renzi e Graziano Del Rio mi hanno affidato il compito mi sono sentito gratificato, penso di poter far bene essendo stato un amministratore locale che conosce le difficoltà di portare a buon fine il processo di valorizzazione dei beni.
Il Demanio è una realtà molto radicata sul territorio, si occupa di tutti gli edifici pubblici, viaggerò parecchio per l'Italia».

Quale obiettivo si è prefissato?
«Il mandato dura mille giorni, tre anni, e coincide con i mille giorni per migliorare il Paese, agirò da questa posizione in coerenza con un progetto politico che continuo a sposare. Sto scrivendo una lettera a tutti i mille dipendenti per chiedere a ciascuno di loro di dare un contributo significativo. Dobbiamo occuparci della gestione del patrimonio pubblico, aiutare le amministrazioni locali a riqualificare le città anche per dare lavoro a chi non ce l'ha, ad imprese edili e a professionisti. E' un'occasione straordinaria di riqualificazione urbana».

Spesso il Demanio viene visto come un'entità astratta, un po' monolitica e dai tempi dilatati.
«Il nostro atteggiamento sarà più amichevole, il personale ha un'età media di 35 anni. Sono ingegneri, architetti, economisti, mediamente con con cinque anni di anzianità. Sono giovani, lavoreremo bene».

Sul sito vostro si legge che il primo principio della Carta dei Valori dell'Agenzia è "integrità morale", impegnativo quando si parla di mercato e beni pubblici.
«Sì, abbiamo una carta etica. Dobbiamo dare il buon esempio per convincere investitori privati e pubblici, nazionali e internazionali a scommettere sul nostro Paese. Gli obiettivi nostri sono ambiziosi: limitare gli sprechi usando al meglio i beni pubblici, abbattere il debito e ridurre la spesa corrente. Dovremo, per esempio, introdurre efficientamento energetico negli edifici. In fondo, siamo un grande amministratore di condominio».

Veniamo a Piacenza, da un anno e mezzo è aperta una trattativa fra Comune e Demanio per la valorizzazione di alcune aree strategiche in possesso al Demanio.
«Il 2 ottobre ho appuntamento con il sindaco Dosi e l'assessore Bisotti. Faremo il punto per capire quali strade è meglio percorrere per arrivare al traguardo. Via via incontrerò tutti Comuni italiani interessati».

Nell'elenco pubblicato dall'Agenzia sui beni dismissibili, nei pareri negativi per Piacena ci sono la Caserma Bixio, il Laboratorio Pontieri, la Lusignani. Si fanno progetti, ma non è facile ottenere anche porzioni limitate.
«Come Demanio apriremo un tavolo con il ministero della Difesa e affronteremo il tema dei beni militari adottando norme nuove per facilitare il trasferimento delle caserme. Si tratta di gestire in modo omogeneo tutti i beni dello Stato, a qualunque ministero appartengano. E si tratta di ricondurre a unitarietà le tante divisioni, ci sono il Demanio pubblico, idrico, militare. Ci sono i beni artistici (a Piacenza dal Farnese a Bastione Borghetto, ndr). Inoltre si devono assicurare benefici agli enti locali che possano far valere la leva urbanistica, oltre a ridurre la spesa pubblica. Se tutti i soggetti hanno un giusto beneficio il sistema funziona».

Patrizia Soffientini
LIBERTA' 01/10/2014


pubblicazione: 01/10/2014
aggiornamento: 02/10/2014

il comparto delle benedettine 19063
il comparto delle benedettine

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Programma
 :...  AREE MILITARI-BENI DEMANIALI



visite totali: 1.762
visite oggi: 1
visite ieri: 2
media visite giorno: 0,79
[c]




 
Schede più visitate in AREE MILITARI-BENI DEMANIALI

  1. Con la Nicolai una Pilotta piacentina
  2. Nuovo polo militare, ma quanto costa l'area?
  3. Aree militari, sì alla task force consiliare
  4. D'Amo è "rosso fuoco", il suo ruolo bipartisan non esiste proprio
  5. Vaciago: una commissione di garanzia? È inutile
  6. D'Amo si è dimesso: «Il centrodestra sbaglia»
  7. Aree militari, opportunità e nodo-risorse al vaglio della giunta.
  8. Aree militari, il bando entro la metà del 2008
  9. «Aree militari, l'amministrazione è incoerente»
  10. Un milione di metri quadrati tornerà al Comune
  11. Foti e Polledri: la Pertite non sarà ceduta
  12. Aree Militari, adesso si lavora ad un Masterplan
  13. Nicolai non più off-limits, mappe accessibili
  14. Pertite, il sindaco: c'è irresponsabilità
  15. Aree Militari : "Giunta visionaria, il privato non verrà"
  16. L'Arsenale polo storico-museale, case al Macra, parco alle Pertite
  17. Aree militari, dubbi nella commissione che si interroga sulla sua identità
  18. Caserme restituite alla città
  19. "Aree militari e rapporti politici all'insegna della collegialità"
  20. Polo militare? Meglio dov'è, ma senza castello e ospedale.
  21. Pertite, 8mila sognano coi bimbi della Calvino
  22. Aree militari, Consiglio ostaggio delle faide
  23. Recupero delle aree militari
  24. Commissione Aree Militari : Gianni D'Amo presidente
  25. Padiglione Berzolla o "Bixio" per il museo verdiano
  26. Cessione beni militari, firma tra 40 giorni
  27. Aree militari, 2 anni per far partire il piano
  28. Stato-Comune, primo sì sui beni demaniali
  29. Aree militari: pericoli all'orizzonte
  30. Prima riunione della "Commissione Aree Militari"
  31. Laboratorio militare al bivio
  32. Aree militari, D'Amo a Putzu: Io voluto da Reggi ? Critica ingiusta ed eccessiva.
  33. Polo militare, accordo a primavera
  34. Aree militari, la civica con Reggi: commissione finita
  35. Commissione Aree Militari : D'Amo getta la spugna

esecuzione in 0,109 sec.