Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  TENDENZE  :.  TREND  :. Il barefooting
sottocategorie di TENDENZE
 :. TREND
 :. CLASSICO




domenica
20
ottobre
2019
Santa Maria Bertilla Boscardin



Babele moda - abbigliamento on line
Babele Arte - galleria di artisti da tutto il mondo
BabeleCase - database di annunci immobiliari
itinerari turistici
Babele Info  - motore di ricerca d'arte


Il barefooting

A piedi nudi per la strada

Loro le scarpe non le indossano, le hanno rimesse nelle scatole.
Sono i barefooters, ovvero i camminatori scalzi che rivendicano la libertà del piede.
Totale.
Forse vi è già capito di incontrarne uno, molto probabilmente lo incontrerete presto.
Certo che riconoscere un barefooter è davvero facile.
Tutto è nella norma: abbigliamento, pettinatura, modi di fare, igiene personale e discrezione.
Unico particolare: l'assenza di calzature ai piedi.
Per loro andare scalzi è un preciso stile di vita.
Una scelta.
Alcuni alternano le scarpe ai piedi nudi a seconda dei contesti sociali nei quali si trovano, altri invece hanno definitivamente abbandonato le calzature.

Il barefooting nasce in Nuova Zelanda per poi approdare negli Stati Uniti, patria di tutte le mode, e da lì diramarsi un po' il tutto il mondo con particolare successo in Europa, soprattutto nei paesi del Nord.
In Italia cambia il nome: si parla di gimnopodismo e sono molti a praticarlo.

Va detto che il barefooting trova non pochi problemi ad essere accettato dalla società moderna. E questo nonostante la storia ci insegni che fino a pochi decenni, in contesti rurali, le persone erano abituate a vivere senza calzature soprattutto nei mesi estivi.
Ma non solo: chiunque abbia provato almeno una volta a camminare sull'erba o sulla sabbia a piedi nudi sa bene che la sensazione è assai piacevole. Più che di intolleranza, dunque, si può parlare di rifiuto tout court.
Molti accusano i barefooter di feticismo ma loro rispondono parlando di una naturalissima stravaganza.


Ma perché vivere senza scarpe?
Tutto nasce dall'amore per il contatto con la natura e dal rispetto di quello che madre natura ha previsto per l'uomo.
A detta dei barefooter le calzature possono dare molti problemi alla salute dell'uomo: l'aderenza della pianta del piede alla suola, anche se ergonomica, non è mai totale, i tacchi generano problemi di postura e possono danneggiare la colonna vertebrale e infine, udite bene, le scarpe sono poco igieniche.
Quindi se stavate pensando con disgusto a quello che uno scalzista può trovare sotto il suo piede a fine giornata, pensate invece alla quantità di batteri e germi che proliferano nel chiuso delle vostre scarpe.

Bisogna riconquistare le capacità sensoriali del proprio corpo nonostante questo significhi a volte incappare in situazioni pericolose. Vetri rotti, siringhe e tanti altri oggetti taglienti tipici delle grandi città sono un vero ostacolo per gli scalzisti, per questo portano sempre con loro un kit d'emergenza nel quale tengono una pinzetta per le sopracciglia per estrarre eventuali intrusi e carta vetro per levigare lo strato di "cuoio" da impurità.
La protezione dei piedi di uno scalzista sono solo gli occhi e anche camminare di notte può creare disagio.

Altra soluzione è praticare il barefooting lontano dai centri urbani, su terreni puliti e meno pericolosi. Esistono infatti molte piste nelle quali, su un percorso prestabilito, si alternano vari settori di terreni: erba, foglie, cortecce, terriccio, sassi e così via.

Ma come iniziare?
L'ideale è camminare in un parco su terreni lisci e puliti per circa un mese per poi tentare gradatamente terreni più difficili. Non dimenticando però che all'inizio la pelle della pianta è molto debole e lo strato di cuoio elastico, che protegge il piede adattandosi al suolo, si forma lentamente. Quello che nei primi tempi è dolore si trasforma con l'abitudine nella sensazione-desiderio di provare terreni sempre nuovi.



pubblicazione: 24/08/2006

Kate Moss va a piedi nudi a Londra 10484
Kate Moss va a piedi nudi a Londra

Categoria
 :.  TENDENZE
 :..  TREND



visite totali: 5.692
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 1,18
[c]




 
Schede più visitate in TREND

  1. Accessori d'autunno 2004, dalla testa ai piedi.
  2. Irrinunciabili d'autunno 2006
  3. Georg Gaenswein
  4. Jimmy Choo
  5. La rivincita della cellulite sul polimero
  6. 2008 : Pronti al sole, dagli accessori agli zoccoli.
  7. Borsa trendy
  8. Shoes woman spring/summer 2005.
  9. Gli «urletti» della Sharapova sul cellulare
  10. Stivali GLAM
  11. Le gambe si riprendono la fantasia.
  12. Must have.
  13. Galosce di gomma, nuovo mito autunnale
  14. Toglietemi tutto ma non le mie Spanx
  15. Riga bianconera.
  16. L'orologio Junghans.
  17. L'estate dei beach bar
  18. Pneumatici riciclati per borse regalo ecocompatibili
  19. In vendita nei negozi il jeans che fa dimagrire
  20. E' sempre più febbre vuvuzela
  21. Se lo stipendio più basso tocca alle donne obese
  22. Il barefooting
  23. Ecco il nuovo passaparola per vendere la moda giovane.
  24. Dieci MUST per una primavera da star
  25. La guerra delle altezze
  26. I vip migrano in Salento
  27. Tendenze . Consumi, ora la sfida è sui single.
  28. Fendi e il mito della Baguette
  29. L'abbuffata al buffet
  30. Tod's, grazie Silvio per la pubblicità
  31. Moda SUDOKU
  32. Coperta anticefalea e Omega 3, la valigia delle vacanze vip.
  33. L'insostenibile leggerezza della rata
  34. La "rivoluzione" dei Loftcube.
  35. No bluetooth, no party..

esecuzione in 0,281 sec.