Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  FILIBERTO PUTZU, politica  :.  Politichese  :. I° Congresso Provinciale del Popolo della Libertà di Piacenza
sottocategorie di FILIBERTO PUTZU, politica
 :. Consiglio Comunale
 :. Inquinamento
 :. Traffico
 :. Sanità
 :. Vita cittadina
 :. Politichese




giovedì
22
aprile
2021
Santa Leonida



galleria immagini  I° Congresso Provinciale del Popolo della Libertà di Piacenza
  L'intervento di Filiberto Putzu
filiberto putzu (1) il logo del congresso (2) mario mantovani (3) tommaso foti (4)
filiberto putzu (pic 1) il logo del congresso (pic 2) mario mantovani (pic 3) tommaso foti (pic 4)
Cari amici, vi ringrazio per essere qui oggi in tanti.

Rivolgo un saluto al presidente del congresso senatore Mantovani, all’onorevole Foti, al consigliere regionale Pollastri, al Presidente della Provincia Trespidi, a tutti i dirigenti del partito, agli eletti e nostri rappresentanti nelle amministrazioni comunale e provinciale, agli attivisti, agli iscritti, ai simpatizzanti.

Ringrazio per l’opportunità che mi viene data oggi 4 febbraio 2012, data storica per il Popolo della Libertà di Piacenza, poichè oggi si celebra il primo Congresso a Piacenza dopo la nascita del PdL ad opera del presidente Silvio Berlusconi...era il marzo del 2009, il 27 marzo se non ricordo male...

Silvio Berlusconi dopo la sua discesa in campo il 26 gennaio 1994 sottoscrisse, appunto a marzo 2009, le stesse intenzioni :
"Se ho deciso di scendere in campo con un nuovo movimento, e se ora chiedo di scendere in campo anche a voi, a tutti voi - è perché sogno, a occhi bene aperti, una società libera, di donne e di uomini.
Ciò che vogliamo offrire agli italiani è una forza politica fatta di uomini totalmente nuovi.
Ciò che vogliamo offrire alla nazione è un programma di governo fatto solo di impegni concreti e comprensibili. Noi vogliamo rinnovare la società italiana, noi vogliamo dare sostegno e fiducia a chi crea occupazione e benessere, noi vogliamo accettare e vincere le grandi sfide produttive e tecnologiche dell’Europa e del mondo moderno. Noi vogliamo offrire spazio a chiunque ha voglia di fare e di costruire il proprio futuro, al Nord come al Sud vogliamo un governo e una maggioranza parlamentare che sappiano dare adeguata dignità al nucleo originario di ogni società, alla famiglia, che sappiano rispettare ogni fede e che suscitino ragionevoli speranze per chi è più debole, per chi cerca lavoro, per chi ha bisogno di cure, per chi, dopo una vita operosa, ha diritto di vivere in serenità. Un governo e una maggioranza che portino più attenzione e rispetto all’ambiente, che sappiano opporsi con la massima determinazione alla criminalità, alla corruzione, alla droga. Che sappiano garantire ai cittadini più sicurezza, più ordine e più efficienza.
E ancora :
“Noi vogliamo una democrazia che parta dal basso, che si fonda sul principio di sussidiarietà, nella quale gli enti locali hanno un compito fondamentale. Noi vorremmo che gli amministratori locali si sentissero partecipi, come noi, della trasformazione del Paese.
E’ questa la garanzia che offriranno i candidati del popolo della Libertà alla guida delle nostre città e delle nostre province.
Per questo i nostri candidati saranno persone che vengono dalla trincea del lavoro, saranno giovani, ci saranno molte donne.
Saranno persone che hanno il nostro stesso entusiasmo, i nostri stessi sogni, un grande sogno che vogliamo diventi realtà in ciascuna delle nostre città.”
E ancora :
“Un grande partito come quello a cui abbiamo dato vita ha un bisogno assoluto :
- del confronto delle idee
- del dibattito politico
- del pluralismo culturale
- dell’apporto delle diverse esperienze dei suoi componenti
- e dell’apporto delle diverse sensibilità personali."

Ecco, sono parole ancora attualissime che ci danno ,oggi, qui a Piacenza, molti spunti.

Il primo spunto riguarda le elezioni del nostro comune capoluogo.... abbiamo già le tracce fondamentali che devono sottendere il programma di governo che presenteremo ai nostri concittadini : impegno, rinnovamento, sostegno all’occupazione, allo sviluppo economico e al benessere, rispetto della famiglia e dei meno fortunati, grande attenzione all’ambiente.

Il secondo spunto richiama la dichiarata importanza degli enti locali.....
In occasione del Congresso Nazionale a Roma, il 2 luglio 2011 sia il presidente Silvio Berlusconi che il nuovo segretario Angelino Alfano promisero un grande impegno a favore delle realtà periferiche che avrebbero affrontato le consultazioni elettorali del 2012, banco di prova per le elezioni del 2013, “propedeutiche” venne detto alle elezioni nazionali......
Piacenza è tra queste realtà che vanno al voto, da noi si voterà il prossimo 6 maggio : ecco, io chiedo con voce forte, che questa promessa venga mantenuta, che la forza delle idee e la macchina organizzatrice del nostro partito REALMENTE scendano in campo per sostenere il nostro sforzo locale.

Il terzo spunto su cui dobbiamo riflettere è la dichiarazione d’intenti ribadita anche l’anno scorso dal segretario Alfano rispetto alla partecipazione dal basso ai processi decisionali e alla scelta dei nostri amministratori... ricordate ? “uomini totalmente nuovi” ... "i nostri candidati saranno persone che vengono dalla trincea del lavoro, saranno giovani, ci saranno molte donne..”
Ecco su questo punto manifesto purtroppo forti perplessità....
Il rinnovamento auspicato tarda a venire e a configurarsi...
il ricorso alle elezioni primarie affiora di tanto in tanto ma senza –pare- troppa convinzione, il Regolamento delle Incompatibilità approntato per i Congressi non sembra andare in questa direzione, le incompatibilità alla carica di Segretario Provinciale sono parecchie ma non coinvolgono i parlamentari....
Sul ruolo dei Parlamentari non voglio aprire in questa sede sterili polemiche, ....a Piacenza Tommaso Foti ha dimostrato e dimostra competenze “professionali” nel ruolo che ha svolto e che svolge, competenze che ritengo inattaccabili....
Per questo lo voteremo ancora oggi nostro Coordinatore Provinciale.
Tuttavia va detto che sulla partecipazione molti sono i mal di pancia ....
Sarà necessario applicarsi tanto e bene su questo punto per coinvolgere tutti coloro che hanno voglia di fare, vedendo come una risorsa preziosa la voglia di partecipare, cercando di stare VERAMENTE tra la gente e le persone, assieme a loro, assieme al nostro popolo, soprattutto ora in questa fase di forte disorientamento e sfiducia nei meccanismi politici.

Proprio sulla -finora- scarsa partecipazione ai processi decisionali si è consumata la mia scelta ,
di abbandonare l’8 dicembre 2011 il ruolo di Coordinatore Comunale che mi era stato conferito dal Coordinatore Provinciale e dal vice Coordinatore Vicario nel gennaio del 2010.
Una brevissima considerazione per non tediare, ma questa è forse la migliore occasione per una breve ulteriore precisazione.
Si é trattato di un'esperienza molto positiva, e qui ancora una volta ringrazio gli amici del Coordinamento, ne vedo parecchi in sala, che con me si sono applicati con dedizione e impegno a favore del Partito e della cittá di Piacenza.
L'art.32 dello Statuto del PdL recita : "Il Coordinatore Comunale dirige e organizza l'attivitá politica del PdL sul territorio secondo le direttive degli Organi nazionali, regionali e provinciali".
Ecco,.... il ruolo del Direttivo Comunale deve essere meglio calibrato, così com’è non va bene....

Infine una ultima considerazione sul rapporto tra il nostro partito e la cosiddetta “società civile”. Termine quello della "società civile" ricorrente e forse abusato....
Nelle condizioni attuali non possiamo fare altro che ritornare UMILI tra la gente, anche tra quelli che hanno perso la fiducia e non si riconoscono piu’ nella politica e nei partiti tradizionalmente intesi...
La nostra "mission", è quella del servizio alla gente.
...
la nostra voglia è quella di fare bene per la città che amiamo.....,
Torniamo tra la gente e ascoltiamola.....
facciamo un passo indietro e ascoltiamo di piu’ le richieste che ci pervengono, ......
scriviamo con loro una nuova musica, suoniamo nuova musica,
....we must play new music different !!!


Filiberto Putzu
Piacenza, 4 febbraio 2012


Categoria
 :.  FILIBERTO PUTZU, politica  :..  Politichese




pubblicazione: 04/02/2012
aggiornamento: 05/02/2012



galleria immagini (photo gallery) di FILIBERTO PUTZU, politica Politichese: "I° Congresso Provinciale del Popolo della Libertà di Piacenza", fotografie prese in di FILIBERTO PUTZU, politica Politichese; Soggetto: "I° Congresso Provinciale del Popolo della Libertà di Piacenza"
visite totali: 4.958
visite oggi: 6
visite ieri: 0
media visite giorno: 1,47
[c]




 
Schede più visitate in Politichese

  1. Il ruolo del Consigliere Comunale
  2. Il lungo cammino dell'uomo verso la convivenza civile.
  3. Roma, 2 dicembre 2006 : io c'ero.
  4. I° Congresso Provinciale del Popolo della Libertà di Piacenza
  5. La politica "etica"
  6. Piacenza tollerante.....
  7. ENTRA CON ME IN COMUNE
  8. IL CANDIDATO DOC ? POTREBBE ESSERE UN PARLAMENTARE
  9. Filiberto Putzu : "Perchè abbandono il PdL"
  10. Propositum mutat sapiens
  11. "Bonus" agli amministratori di Tecnoborgo ?
  12. Piu' farete bene, piu' l'invidia vi colpirà
  13. Metà mandato, propaganda e giuria popolare.
  14. PROVINCIALI : PRIMA SINTETICA ANALISI DEL VOTO
  15. Il "bilancio di metà mandato" è finito nei cassonetti.
  16. Karakiri alla piacentina.
  17. Vasco Errani ed il suo ruolo.
  18. Liste civiche e margherite...
  19. IL 25 APRILE , LA TESSERA DS ED IL SINDACO BOIARDI
  20. Sostengo convinto l'Hospice ma è legittimo vigilare.
  21. Sindaci senza partito ?
  22. Putzu passa nel gruppo di Forza Italia.
  23. Popolo della Libertà. Putzu polemico: «Serve un cambio»
  24. Aree militari : Piacenza Libera vota con Rifondazione Comunista
  25. Annunci e appalti
  26. GOFFA PROPAGANDA
  27. L'assemblea degli iscritti e dei simpatizzanti di Forza Italia Piacenza
  28. Si è concluso finalmente il Festival
  29. La strana coppia
  30. Pdl, Putzu in campo: mi candido
  31. Walter Veltroni e Piacenza
  32. Perchè dimissioni
  33. Comparsata di Penati (con Reggi) a Piacenza sull'argine del fiume Po
  34. Analisi del voto alle Provinciali, un parere
  35. Il centro e Forza Italia

esecuzione in 9,765 sec.