Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  PIACENZA A COLORI  :.  Colori piacentini.  :. Giovani disoccupati, Piacenza è "tedesca"
sottocategorie di PIACENZA A COLORI
 :. Colori piacentini.
 :. Eventi.
 :. Forum Piacenza
 :. Ritratti.
 :. Piacenza vista dagli altri




sabato
5
dicembre
2020
San Giovanni Damasceno



Giovani disoccupati, Piacenza è "tedesca"

Un giovane su tre in Italia non ha lavoro, a Piacenza uno su dieci. Il rapporto Ocse dei giorni scorsi restituisce una fotografia cupa del fenomeno aggiornato a settembre, con il 29,4 per cento di disoccupati nel nostro Paese, la media più alta degli ultimi sette anni, nella fascia di età compresa fra i 15 e i 24 anni. Ed è subito allarme. Piacenza, in questo panorama sconfortante, si scopre un po' tedesca, con un indice che viaggia sul 13,6 per cento di giovani disoccupati, la virtuosa Germania è al 9,1 per cento.
E' vero che il dato Istat 2010 provinciale dovrà essere aggiornato (lo conosceremo sul piano locale solo nel prossimo marzo), ma i segnali recepiti dagli osservatori sono quelli di una tenuta sui valori. Piacenza, dunque, va meglio dell'Italia e pure dell'Emilia Romagna che staziona al 22,4 per cento di baby-disoccupati. Intorno a noi stanno tutti peggio: Parma è al 17,4, Lodi al 22, Cremona al 26,4, Reggio Emilia al 17,7.
Come leggere questo scatto piacentino? L'assessore provinciale Andrea Paparo (Formazione e Lavoro) si dice convinto che a giovare sia l'alta scolarizzazione dei nostri ragazzi («il 66 per cento va all'università»), inoltre il nostro mercato del lavoro non è stato mai completamento fermo. «E ciò è dovuto a un sistema di imprese locali virtuoso - commenta l'assessore - il dato va letto positivamente, c'è soddisfazione, siamo in testa alle graduatorie nazionali, ma è giusto dire che la sfida vera è per un lavoro di qualità per i giovani e di tutele che oggi molti non vedono per il tipo di rapporto lavorativo che hanno instaurato». Ne scaturisce una continua ricerca di lavoro stabile e «coerente» con il titolo di studio. E' interessante sapere che andiamo piuttosto bene anche sotto i 35 anni, dove il tasso di disoccupazione scende da noi al 6 per cento mentre la media italiana è del 15,9.
«La prospettiva futura è di avere un tipo di lavoro di qualità» ribadisce Paparo, che parla degli strumenti messi in campo: i tirocini, riservati a chi ha conseguito il titolo di diploma o di laurea da non più di 12 mesi. «Questi tirocini hanno garantito il 70 per cento di trasferimento da scuola superiore o dall'università a un lavoro». Sono dati importanti, oggetto oggi di analisi nel convegno all'Università Cattolica (cfr. pagina 17). Si parlerà presto anche di apprendistato: per il 23 novembre, sempre all'Università Cattolica, Paparo annuncia un seminario scientifico finalizzato a promuovere il nuovo, importante strumento che spinge il lavoro degli under 30, illustrando le novità normative agli imprenditori.
«Noi speriamo comunque che le politiche provinciali abbiano dato un significativo contributo a questi risultati - prosegue Paparo - ci siamo su tutta la partita dell'obbligo formativo, abbiamo erogato 6milioni e 800mila euro dal 2009 ad oggi coinvolgendo più di 500 studenti».
E non ultimo, la Provincia ha ampliato la sua offerta formativa su istituti professionali e tecnici.
E sono proprio i profili tecnici, come ricordava di recente Dario Costantini, presidente di Cna, a mancare nelle disponibilità dei giovani lavoratori. Troppe scelte universitarie "sbagliate", troppo poco appeal sui mestieri in realtà più richiesti.
La pensa così anche Cesare Betti, direttore di Confindustria Piacenza. «Sulla disoccupazione giovanile la nostra provincia è un'isola, in una disoccupazione generale che viaggia sul 10 per cento, noi siamo al 4, per i ragazzi il tasso si dimezza e ci avvicina a quelli tedeschi». Sarà la vicinanza di Milano, argomenta, dove il lavoro si trova, sarà che abbiamo una popolazione piuttosto anziana con pochi giovani, sarà che i ragazzi sono molto scolarizzati. Ma è vero, mancano storicamente giovani tecnici: «E' uno dei temi ai quali il presidente Emilio Bolzoni pone più attenzione - puntualizza Betti - presto ricominceremo ad andare alle scuole per parlare di industria manifatturiera. Cercando anche di spingere l'autoimprenditorialità giovanile perché si superi il tema del posto fisso imparando a mettersi in proprio». Dubbi invece su scelte universitarie umanistiche, su facoltà come scienze della comunicazione, la stessa giurisprudenza. E' su altri fronti dove Piacenza riesce ancora ad "assorbire": «Perché a parte l'edilizia e i materiali da costruzione, gli altri settori da noi hanno tenuto, anche nella crisi».
Patrizia Soffientini


03/11/2011


pubblicazione: 04/11/2011
aggiornamento: 04/05/2014

Categoria
 :.  PIACENZA A COLORI
 :..  Colori piacentini.



visite totali: 1.288
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,38
[c]




 
Schede più visitate in Colori piacentini.

  1. Piacenza, la città delle caserme
  2. Rotary Club Valli del Nure e della Trebbia
  3. Tartago in Val Boreca
  4. Duecentocinquanta studenti hanno rievocato la battaglia di Annibale.
  5. Il corteo storico di Grazzano Visconti
  6. Sepolti da due metri di neve
  7. Franco Bagutti taglia il traguardo dei 40 anni di attività.
  8. Neve a Piacenza
  9. Addio al 50°Stormo
  10. Piacenza, 18 agosto 2007
  11. Marco Elefanti nominato Direttore Amministrativo dell' Università Cattolica
  12. Rebecchi Nordmeccanica : ecco il tricolore bis !!
  13. Successo per i "venerdì piacentini"
  14. Casali, l'intima poesia dei luoghi amati
  15. LA GRANDE NEVICATA DEL 7 GENNAIO 2009
  16. Si è insediato il nuovo Prefetto dott.Antonino Puglisi
  17. Gita al Lago Nero, gioiello dell'Alta Valnure
  18. Nevica su Piacenza e sul Nord Italia
  19. Una via o una piazza per Guido Ratti
  20. Piacenza sotto la neve.
  21. Acqua dell'Alta Valle, sorso di Valtrebbia
  22. Battaglia del Trebbia, in campo i ragazzi.
  23. Frutti Antichi si conferma un successo
  24. Coro di voci per via Guido Ratti
  25. Graziano Dragoni direttore generale del Politecnico di Milano.
  26. Nasce Il Filo di Pandora : lotta contro i disturbi alimentari precoci
  27. Meccanica, Piacenza ‘tira"
  28. A Piacenza quattro facoltà e un solo motore culturale
  29. Immigrati, nuove comunità crescono
  30. Reati in diminuzione grazie alla sicurezza partecipata
  31. Abitanti, quota 100mila si avvicina
  32. Cammina per le strade l'aria lieta del Natale
  33. Madonna col Bambino : un gioiello del 500 torna a nuova vita
  34. L'ex matricola che ha realizzato un sogno
  35. Piacenza promossa per l'Adunata Nazionale Alpini 2013

esecuzione in 0,093 sec.