Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  PIACENZA A COLORI  :.  Forum Piacenza  :. Fare squadra e sistema: promuovere Piacenza.
sottocategorie di PIACENZA A COLORI
 :. Colori piacentini.
 :. Eventi.
 :. Forum Piacenza
 :. Ritratti.
 :. Piacenza vista dagli altri




mercoledì
21
ottobre
2020
Sant'Orsola e compagne martiri



Fare squadra e sistema: promuovere Piacenza.

Buon 2004, di Gaetano Rizzuto.

Se ne va l'anno della devastante guerra in Iraq, delle inascoltate manifestazioni per la pace, del terrorismo che ha insanguinato, e ancora insanguina, mezzo mondo, dell'orrore di Nassiriya.
Se ne va l'anno della crisi economica, del rincaro dei prezzi, dei crac Cirio e Parmalat, delle intolleranze religiose e razziali.
Saddam è stato catturato ma la lotta al terrorismo è aperta su più fronti. Un pessimo anno. Con qualche speranza ci accingiamo ad accogliere il 2004.
La ripresa è in cammino, la recessione sembra alle spalle, nuove sfide attendono il mondo, l'Italia e Piacenza.
Il 2004 sarà l'anno delle elezioni in Russia, in Europa, in America, in Italia e in provincia di Piacenza. Sarà l'anno dell'entrata nell'Unione Europea di altri dieci Paesi mentre il Vecchio Continente non riesce a darsi una nuova Costituzione.
L'Europa cresce ma i dissidi restano.
Il nuovo anno ci darà, da subito, quasi una sensazione di sollievo, ma non c'è da stare allegri.
L'Italia è ad un bivio e le vecchie ricette non curano più.
Il sistema Paese è costretto ad imboccare strade straordinarie e necessitano di ampio consenso e di nuove regole.
Il 2004 non si giocherà solo sull'attesa della ripresa che viene dall'esterno e nemmeno su qualche decimale di crescita ma sulla nostra capacità di reagire senza piangerci addosso.
Il terrorismo è un grande problema, forse il principale.
Nel mondo non si può perseguire l'odio in nome di una religione. In Italia, sgominate le nuove Br, non si può abbassare la guardia.

Come ogni anno Libertà, in questo numero di fine anno, offre ai lettori le analisi dei suoi commentatori. I sindaci dei 48 Comuni ci aiutano a capire come vanno le cose nelle vallate, quali le speranze, i progetti, i problemi nell'anno in cui quasi tutte le amministrazioni comunali affronteranno il giudizio dei cittadini e molti sindaci saranno rinnovati.
Sarà rinnovato anche il Consiglio Provinciale e verrà eletto un nuovo presidente della Provincia.

Nuove e complesse sfide attendono Piacenza, sempre alla ricerca di un futuro sicuro.
Per lo sviluppo ci sono idee e progetti.
Il Comitato Stategico ha individuato le scelte prioritarie.
Sembra prendere corpo l'Agenzia di marketing territoriale che dovrà promuovere Piacenza e attrarre qui investimenti e nuove imprese.
Altri territori in Europa, prima di noi, hanno investito nell'Agenzia e oggi vivono uno sviluppo che dà ricchezza e occupazione.
Non va perso altro tempo.
A questa “agenzia” vanno dati contenuti, responsabilità, poteri e uomini per guidarla.
E' l'occasione per rendere Piacenza più accogliente e vincere anche l'importante sfida della valorizzazione culturale e turistica della città e delle vallate.
C'è un patrimonio da far fruttare, da mettere sul mercato e trasformare in ricchezza.
Non siamo all'anno zero, ci sono i primi pacchetti turistici ma non bisogna fermarsi.
Il turismo è una risorsa ma deve trovare la sua identità.
Attrarre visitatori vuol dire anche impegnarsi per la difesa dell'ambiente e del paesaggio, come chiede il FAI che da mesi si batte per creare un parco a Momeliano e richiama l'attenzione dei piacentini su un gioiello dimenticato, e non vissuto, come Palazzo Gotico.
C'è tanto da fare.
La montagna va rispettata ed aiutata.
L'agricoltura quest'anno ha dovuto superare grandi avversità.
Il sistema agro-alimentare, punto di forza dell'economia, è impegnato nella difesa della coppa piacentina.
L'impresa per superare la crisi della meccanica - il grande passato di Piacenza - deve saper investire nel nuovo, nelle tecnologie, nella ricerca, nell'innovazione sfruttando il sistema universitario piacentino e puntando sulla competitività.
Il Polo Logistico, sempre più di rilevanza nazionale, deve dare un valore aggiunto e rappresentare una opportunità per tutto il territorio.
La viabilità: vanno accelerati i tempi per la costruzione del secondo ponte e della nuova conca sul Po, a Isola Serafini.
La sanità deve essere più umana e al servizio del cittadino.
C'è poi la realtà degli immigrati: 15 mila cittadini, arrivati da ogni parte del mondo, vivono e lavorano con noi e ogni giorno di più si integrano nella nostra realtà e contribuiscono alla crescita economica e sociale.
Dobbiamo accoglierli e conoscerli meglio.
Ci chiedono di costruire un “ponte” di solidarietà e dialogo.
Questo “ponte” Piacenza lo sta già costruendo con la sua scelta di “accogliere” e non di respingere.

Infine importante è “comunicare Piacenza”, cioè valorizzare, condividere e trasmettere le tante eccellenze che Piacenza ha.
Essere visibili a livello nazionale ed internazionale. Essere attraenti.

L'augurio che faccio per il 2004 è per una Piacenza da visitare e da vivere.
Ci vuole una azione corale di tutti, a tutti i livelli. Penso ad una città più coraggiosa, che sappia fare squadra e sistema.
Siamo una provincia ricca e siamo inseriti in un'area produttiva tra le più importanti d'Italia.
Occorre stimolare l'imprenditorialità, avere maggiore coesione sociale e maggiore aggressività nel proporre le proprie potenzialità.
Possiamo, anzi dobbiamo, farcela.
Dipende solo da noi.
Con Donatella Ronconi ed Enrica Prati, editori di Libertà, con i dirigenti, i giornalisti, i poligrafici, i tipografi, gli uomini e le donne di Libertà, Telelibertà e Libertà on line vi auguro un 2004 positivo, ricco di speranza e di buone notizie.
gaetano.rizzuto@liberta.it



pubblicazione: 31/12/2003
aggiornamento: 08/01/2005

 4965

Categoria
 :.  PIACENZA A COLORI
 :..  Forum Piacenza



visite totali: 2.585
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,42
[c]




 
Schede più visitate in Forum Piacenza

  1. Gaetano Rizzuto e Libertà.
  2. Fabbriche della Felicità : Piacenza città futura : quali le scelte ?
  3. Il FUTURO di Piacenza
  4. Il "dream team" per far decollare Piacenza
  5. Intervista a GIACOMO VACIAGO.
  6. Fabbriche della Felicità : Discussione a piu' voci e affondo di Vaciago
  7. Buon 2006.
  8. Cambiamo pelle, ma restano certe debolezze storiche
  9. Una società sempre più coi capelli bianchi
  10. Le nostre libertà dipendono dalle tasse.
  11. Ecco i piacentini, contenti ma scortesi
  12. Buon 2003 : parla Giorgio Lambri
  13. I ragazzi chiedono più verde
  14. Un piano per valorizzare la Marca Piacentina
  15. La popolazione di Piacenza al 31/12/2004.
  16. Piacenza e la Via Francigena
  17. Banca d'Italia Piacenza : commento alla relazione di Fazio
  18. Qualità della vita e ambiente «Ecco dove siamo peggiorati»
  19. “Comunicare” Piacenza
  20. La meccanica avanzata traino per l'economia piacentina.
  21. Montezemolo presidente di Confindustria
  22. Ecco i segni del risveglio di Piacenza
  23. Una scossa per Piacenza per evitare il declino
  24. Perché serve un nuovo umanesimo a Piacenza
  25. C'è chi sparge storielle.
  26. Quale città costruiamo per i nostri figli?
  27. Riqualificare Piacenza per svilupparla.
  28. Buon 2003 : parla Gaetano Rizzuto
  29. Buon 2007 : Per Piacenza più idee e progetti innovativi.
  30. Il benessere per Piacenza : prima bisogna costruirlo.
  31. Piacenza e la "squadra" per il salto di qualità.
  32. Il gioco di squadra a Piacenza secondo Mazzocchi
  33. Giglio: oltre la notte, più forti
  34. PIACENTINITA'
  35. Tre regole per guardare avanti

esecuzione in 0,171 sec.