Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Tasse e balzelli  :. Coro di proteste contro il rincaro del bus.
sottocategorie di COMUNE di PIACENZA
 :. Comune di Piacenza
 :. Consiglio Comunale
 :. Sindaco
 :. Rimpasto 2004
 :. Programma
 :. Bilancio
 :. Tasse e balzelli




giovedì
4
marzo
2021
San Casimiro



Coro di proteste contro il rincaro del bus.

Da ieri viaggiare in autobus costa di più.
La novità, annunciata per i viaggiatori abituali della rete urbana, ha coinvolto a sorpresa anche gli utenti della navetta tra il parcheggio dello Stadio e piazza Sant'Antonino.
Ma solo per un giorno, visto che l'aumento a un euro e cinquanta sul bus navetta è stato causato da un difetto di comunicazione tra il Comune e Tempi Agenzia, in serata poi rettificato.
Già da oggi il prezzo della navetta dovrebbe tornare a un euro, ma chi ha viaggiato ieri si è ritrovato a pagare un biglietto aumentato del 50%.

Intanto, ieri hanno preso il via definitivo le maggiorazioni previste sui biglietti della rete cittadina ed extraurbana.
Ora, ad esempio, un tagliando da sessanta minuti, valido in città, costa un euro, contro gli 85 centesimi precedenti, mentre i diversi abbonamenti in circolazione sono aumentati in media del 6-7%.
L'aggravio ha sollevato immediati malumori alle fermate degli autobus, dove ieri parlare dell'aumento ha riportato alla ribalta disagi e disservizi riscontrati sulle linee.

«Sono costretta a prendere il pullman perché non ci sono parcheggi, ma il servizio è scadente in particolare nelle ore di punta» dice una lavoratrice

«Aumentare i prezzi non mi pare giustificato - ha affermato Ivana Tago -. Sono costretta a venire a lavorare in centro in autobus perché non ci sono più parcheggi, ma il servizio di trasporto pubblico è scadente, molto spesso non si riesce nemmeno a salire sui mezzi, in particolare nelle ore di punta. Senza contare quando saltano le corse o i mezzi partono in anticipo».

«Si viaggia come sardine e devo anche pagare di più», ha esclamato Graziella degli Antoni intervistata alla fermata di piazza Cavalli.
«Io da trent'anni utilizzo solo l'autobus, ma ora riscontro un servizio molto difettoso».

L'aumento delle tariffe sulla rete urbana sorprende anche una parmigiana trapiantata a Piacenza. «Faccio il confronto con la mia città dove l'autobus costa molto meno e le corse sono di più, con fermate meglio distribuite», ha fatto notare Gianna Tosi.

«Dovrebbero migliorare le condizioni di viaggio - ha continuato Pietro Caruso -. Invece continuano ad esserci pochi mezzi e personale scarso».

Non usa mezzi termini Carmela Marroccu. «La rete urbana prima funzionava molto meglio: c'erano più autobus e la frequenza era migliore», ha detto.

Secondo l'opinione di molti viaggiatori, più che un rincaro sarebbe stato utile un aumento dei controlli sui biglietti.
«C'è tantissima gente che sale e non paga. I controllori salgono molto raramente - ha detto Lucia Ghidini -. Se tutti pagassero non sarebbe necessario aumentare i prezzi».

Non è scontenta, invece, Sara Caldini: «Certo che se il prezzo fosse rimasto uguale sarebbe stato meglio, ma in ogni modo mi adeguo, tutto sommato il servizio mi pare buono e anche l'idea dei parcheggi che ti consentono di viaggiare gratis la trovo molto utile».

«Io usufruisco dell'esenzione perchè ho più di 65 anni, ma preferisco andare a piedi perchè almeno so quando arrivo», ha aggiunto Silvana Rossi.

«Aumentare i prezzi, non è sicuramente il modo migliore per incentivare le persone a usare l'autobus al posto dell'auto» ha affermato Christian Florio, in attesa dell'arrivo del bus navetta.
«Mettere un autobus diretto tra un grande parcheggio e il centro è una bella iniziativa ma praticare dei prezzi così alti disincentiva le persone ad usarlo», ha aggiunto, prima di sapere del disguido avvenuto.
«Molto spesso capita che non si trovano i biglietti della navetta in vendita.

Senza contare che un sacco di persone viaggia gratis», hanno aggiunto Elena Canevari e Rosalinda Barbieri.
Ilaria Molinari, Libertà del 2 febbraio 2006


pubblicazione: 02/02/2006

 9022

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Tasse e balzelli



visite totali: 1.852
visite oggi: 1
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,33
[c]




 
Schede più visitate in Tasse e balzelli

  1. La nuova Ztl castiga 11mila auto
  2. Addizionale Irpef, c'è il via libera dalla Finanziaria.
  3. Consorzi di bonifica. E' scontro sui contributi.
  4. «Nel 2005 più leggera l'Ici per la prima casa»
  5. Cresce l'addizionale Irpef
  6. Multe elettroniche, duemila accessi non autorizzati
  7. Multe, un “tesoro” da 4 milioni di euro
  8. Autovini A21, rischio pedaggio più vicino
  9. Tariffe rifiuti? Non diventino una leva fiscale
  10. Ztl, scattano da lunedì i permessi a pagamento.
  11. Nel 2003 impennata di ricavi per i parcheggi a pagamento
  12. Reggi: «Ici sulla prima casa ridotta dal 2005»
  13. AUMENTA L 'ICI
  14. Ici da ridurre, litigio tra Reggi e Gelmini dopo Rivalta
  15. Case popolari, lite sugli affitti.
  16. «Addizionale Irpef iniqua, bene se Roma ce la leva»
  17. Dietrofront di Reggi sulle entrate urbanistiche
  18. Multe, ossigeno per le casse del Comune
  19. Aumentano i parcheggi a pagamento.
  20. Le multe contribuiscono alla pensione dei vigili?
  21. Irpef, sgravi a fasce deboli e più esenzioni
  22. Acqua più cara da settembre
  23. «Condoni per l'Ici? A Piacenza mai»
  24. Imposta comunale sugli immobili : l'evasione presunta.
  25. Tasse e servizi, siamo i migliori in Emilia.
  26. TARES : Il Regolamento a Piacenza
  27. Tariffe pubbliche, una mini-rivoluzione
  28. TARIFFE 2003 : PIACENZA LA MENO CARA IN REGIONE ?
  29. Bilanci e ricatti.
  30. ICI (imposta comunale immobili)
  31. Tariffe, il Comune corregge il tiro.
  32. Multe, incassi sotto le attese
  33. Piacenza al 46° posto per Ici-Tarsu-Irpef.
  34. L'ICI secondo Rifondazione Comunista.
  35. Rifondazione Comunista e l'addizionale Irpef.

esecuzione in 0,093 sec.