Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  AMBIENTE Piacenza  :. Centro storico morente: tra colpe e rimpianti
sottocategorie di AMBIENTE Piacenza
 :. PM10
 :. SMOG
 :. Elettrosmog
 :. Viabilità
 :. Urbanistica
 :. Inceneritore
 :. Rifiuti
 :. Teleriscaldamento
 :. Acqua
 :. Fiume PO
 :. Amianto




sabato
4
dicembre
2021
San Saba



Centro storico morente: tra colpe e rimpianti

«Da maggio non chiuderemo più all'una, ma alle 21. Ce lo impone il nuovo regolamento condominiale, altrimenti rischiamo lo sfratto. Dove andranno i ragazzi non lo so, certo il problema non scompare, si sposta solo da qualche altra parte».
Paolo Cassinari titolare dell'Irish pub di via san Siro, ha accettato a malincuore le conseguenze delle proteste contro il rumore che inevitabilmente una birreria porta con sé. L'esuberanza di tanti giovani che nel corso degli ultimi venti anni si è mescolata alla birra di questo locale, lascerà il posto all'ordine e alla pace. Anche questa zona - lamentano in tanti - piomberà nell'anonimato e nel silenzio surreale che avvolge gran parte del centro storico di Piacenza dalle 20 in poi.
Ed è questo uno degli aspetti che ha fatto più discutere l'altra sera gli ospiti di "Tempo reale", la trasmissione di Telelibertà dedicata alla crisi che sta vivendo il centro storico e alle idee per rilanciarlo.
I sintomi da combatte sono chiari, spopolamento, scarso appeal commerciale, animazione serale inesistente. Per il rilancio occorre lavorare insieme, Comune e commercianti, con fantasia e tanta voglia di fare: questo il giudizio unanime espresso al termine del confronto televisivo. Per l'assessore al commercio del Comune di Piacenza Katia Tarasconi la diminuzione degli abitanti del centro storico contribuisce inevitabilmente a ridurre la vivacità: «Cifre alla mano, dagli anni '50 ad oggi si è passati da 40mila abitanti ai 24mila attuali. Una diminuzione avvenuta a cavallo degli anni '70 e che non è mai stata recuperata. Per rianimare il centro anche durante le ore serali servono nuove idee. I locali devono prolungare l'apertura oltre le 20.00, e i residenti devono essere più tolleranti. Troppe proteste per musica e voci alte. Se vengono rispettati i limiti e la buona educazione, non ci devono essere ostacoli».
Nel 2010, in tutta la città, sono state un centinaio le chiamate ai vigili per rumori molesti. Tante dal centro storico anche se, contrariamente a quello che si potrebbe pensare, non è popolato solo da anziani: l'età media, ha confermato l'assessore Tarasconi, è di 46 anni.
Per il direttore di Confesercenti Fausto Arzani il problema va visto su due fronti: di giorno bisogna attrarre la clientela per mantenere un giro d'affari accettabile, la sera invece bisogna conciliare le esigenze degli abitanti alla vivacità che un centro bello come quello piacentino merita.
Mettersi attorno a un tavolo per un confronto diretto tra tutti i protagonisti è la via giusta da percorrere.
Per Giovanni Struzzola, direttore dell'Unione Commercianti di Piacenza, sono cambiati i clienti e devono cambiare anche i commercianti, accentuando il loro ruolo imprenditoriale, offrendo servizi nuovi, con la consapevolezza dei rischi e dei sacrifici necessari. Un'idea è quella di coinvolgere il Conservatorio per organizzare concerti in centro. Struzzola ha confermato che è in corso l'elaborazione di un progetto basato su comunicazione e marketing che punterà a un maggior coordinamento degli eventi durante tutto l'anno.
Abitare in centro, sia in affitto che in proprietà, continua ad essere sempre molto ambito, soprattutto per chi viene da fuori provincia, mentre i piacentini preferiscono zone meno centrali. La conferma arriva da Angelo Bersani titolare dell'agenzia "Il mediatore", anche se non mancano gli ostacoli a cominciare dalla carenza di posti auto, mentre i canoni di affitto sono in linea con le altre zone della città.
Tanti i messaggi dei telespettatori, soprattutto commercianti, che hanno respinto ogni responsabilità per l'attuale crisi del centro storico.
da LIBERTA' del 17/02/2011


pubblicazione: 17/02/2011
aggiornamento: 24/02/2011

 16982

Categoria
 :.  AMBIENTE Piacenza



visite totali: 1.377
visite oggi: 1
visite ieri: 2
media visite giorno: 0,34
[c]




 
Schede più visitate in AMBIENTE Piacenza

  1. L'aria più cattiva abita qui.
  2. Cosa sono gli ossidi di azoto (NOx).
  3. Cipro, l'isola sconosciuta
  4. Coop Piacenza 74 : Settanta architetti ridisegnano la città
  5. Cos'è il teleriscaldamento.
  6. Parcheggiare a Piacenza
  7. Amianto, soldi per la bonifica
  8. Parcheggi, Piacenza tra le città meno care
  9. Cos'è l'amianto e perchè è pericoloso.
  10. Cosa significa PM10
  11. Porta San Lazzaro, inaugurato il nuovo centro commerciale.
  12. Acqua purissima dalle viscere della città
  13. Teleriscaldamento a Piacenza.
  14. "Dietro la Besurica spunta un quartiere"
  15. Trecento milioni per la navigabilità del Po
  16. Scattano i controlli sulle caldaie.
  17. Fotovoltaico, Piacenza leader
  18. Intesa per il teleriscaldamento a Piacenza.
  19. Un parcheggio nella caserma Pontieri
  20. Addio semafori, la città si fa "rotonda"
  21. INQUINAMENTO A PIACENZA. LA RADIOGRAFIA.
  22. Parla la proprietà : "Sull' ex-Acna non ci sono speculazioni".
  23. Nuovo ponte sul Trebbia, ecco come sarà
  24. Un grande parco nell'area dell'ex-Pertite
  25. "Traffico - Rotatorie, si stringono i tempi"
  26. Oggi primo giovedì senza limitazioni al traffico: un addio senza rimpianti
  27. Più rifiuti inceneriti
  28. Il porto turistico salpa nel 2006
  29. Conca di Isola Serafini, altri 18 milioni
  30. Ponte galleggiante pronto il 17 ottobre
  31. «Più di 31mila sui bus navetta».
  32. Nasce la prima mappa dell'ambiente cittadino
  33. “Acqua Piacenza”, frizzante e gratuita
  34. Città assediata da 150mila auto
  35. Auto più bicicletta con il biglietto della sosta.

esecuzione in 0,203 sec.