Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  VARIE Piacenza  :.  SOCIALE  :.  Animali  :. "Caso" canile e volontari
sottocategorie di SOCIALE
 :. Scuola
 :. Famiglia
 :. Disabilità
 :. Quartieri
 :. Sicurezza
 :. Immigrazione
 :. Animali




lunedì
29
novembre
2021
San Saturnino



"Caso" canile e volontari

Botta e risposta Felice-Tarasconi

«Il Comune chiarisca iter per l'affido cani»

Adozioni al canile, l'Arca di Noè scrive al sindaco Roberto Reggi per ottenere chiarimenti in merito alle procedure da seguire per poter prendere in consegna un ospite.
E denuncia un comportamento poco collaborativo dei responsabili della struttura nei confronti dei volontari che da 10 anni sono impegnati nella tutela degli animali.
«L'ultimo abuso - scrive la presidente dell'associazione, Silvia Felice - consiste nel divieto di adottare i cani se non preventivamente autorizzati dall'ufficio Tutela animali: ma in base a quali criteri? Queste nuove regole, di cui manca ad oggi formale comunicazione, sarebbero state introdotte in quanto i veterinari del canile non condividono la scelta di trasferire i cani più bisognosi (perché anziani o malati) all'Oasi di Veano dove i volontari, a proprie spese, collocano soggetti difficilmente richiesti dal pubblico.
Tale trasferimento è giustificato dalla volontà di migliorare le condizioni di vita di questi cani particolarmente sfortunati, i quali, nell'Oasi di Veano, godono di box riscaldati e quotidiane passeggiate all'aperto in libertà».
Proprio nei giorni scorsi c'è stato l'ultimo rifiuto, che ha provocato la reazione dell'Arca di Noè:
«Il sospetto è che qualcuno abbia interesse a non vedere eccessivamente diminuito il numero degli ospiti del canile, in aperto contrasto con la "ratio legis" della normativa nazionale e regionale sulla prevenzione del randagismo che, al contrario, promuove gli affidi, col solo limite di vedere salvaguardato il benessere degli animali. Nella vicenda, il dato ancora più paradossale risiede nel fatto che l'ufficio Tutela animali rientra nelle competenze dell'assessorato alle Pari opportunità, che dovrebbe contrastare ogni forma di disparità di trattamento fra i cittadini, mente noi volontari siamo penalizzati».
Riservandosi l'opportunità di intraprendere iniziative legali, l'associazione chiede al sindaco un intervento chiarificatore.

(Libertà del 04/11/2010)



Il benessere dei cani: questo l'unico interesse che perseguiamo
Inaccettabile l'atteggiamento di chi tenta di svilire un servizio che opera con efficienza

La gestione del canile municipale è un servizio che il Comune di Piacenza svolge non solo con il massimo impegno, ma con la ferma convinzione che l'aspetto più importante, che nessuno dovrebbe mai dimenticare, sia la tutela dei diritti degli animali.
Sono amareggiata per le continue polemiche di Silvia Felice, presidente dell'associazione L'Arca di Noè. Non è mai venuta meno la collaborazione dell'Amministrazione con i volontari che operano presso la struttura di via Bubba. Anzi, siamo ben consapevoli e grati del ruolo prezioso che svolgono, ma non possiamo dimenticare che la responsabilità del funzionamento del canile è assegnata, per legge, al Comune, che non può certo venire meno alle proprie competenze.
Parlo anche a nome del sindaco nel ritenere inaccettabile l'atteggiamento di chi tenta, ripetutamente, di svilire l'immagine di un servizio pubblico che opera con efficienza e correttezza, nel pieno rispetto delle normative.
Lo hanno confermato i controlli effettuati dai Nas il 27 novembre 2009: il verbale dell'ispezione sancisce che non è stata riscontrata alcuna irregolarità né per quanto riguarda i registri di movimentazione dei cani e l'assistenza sanitaria, né in merito alle condizioni dei box, definite testualmente soddisfacenti. Così come positivo fu il giudizio sullo stato di salute degli animali stessi.
Riprendo volutamente quei dati, che testimoniano la doverosa e capillare attenzione del Comune nella gestione del canile, perché credo che il rigore certificato ufficialmente sia la risposta più esaustiva alle accuse ingiustificate.
Per quanto riguarda le presenze censite sono i numeri ad attestare che viene favorito il ricollocamento degli animali, nel miglior modo possibile: nel quadriennio 2007-2010, la media annua delle adozioni è pari a 147, mentre sfiora la cinquantina quella delle restituzioni ai proprietari e si ferma a 31 la media dei decessi.
Ciò ci ha permesso di passare, dal 1° gennaio 2007 al 31 ottobre 2010, da 248 a 179 cani ospitati in via Bubba, considerando che in media abbiamo registrato 193 nuovi ingressi ogni anno.
In merito alla carenza di comunicazione e alle regole contestate dalla presidente de L'Arca di Noè, in base alle quali le adozioni devono essere preventivamente autorizzate dall'ufficio comunale per la Tutela animali, preciso che il 21 ottobre si è tenuto un incontro con l'associazione, seguito una settimana più tardi da un sopralluogo insieme ai volontari, per verificare sul posto le criticità da loro evidenziate.
L'impegno a confrontarci, da parte nostra, non è mai mancato, ma il Comune ha l'obbligo, attribuito dalla legge regionale 27 del 2000, di vigilare sul rispetto di precisi criteri da parte di chi decide di prendere in affido un cane, innanzitutto in considerazione dei bisogni e delle caratteristiche dell'animale. I provvedimenti assunti dall'Amministrazione, di concerto con i veterinari dell'azienda Usl e della clinica di via Beati, che ringrazio per la professionalità e la dedizione che assicurano ogni giorno, pongono in primo piano il benessere dei cani.
Questo è il solo interesse che perseguiamo.
La struttura di via Bubba non è un hotel a cinque stelle, ma un luogo pulito, protetto, gestito con cura capillare e con la consapevolezza che la salute e la dignità degli animali sono prioritari.
Katia Tarasconi, Assessore Comune di Piacenza

Libertà del 05/11/2010


pubblicazione: 05/11/2010
aggiornamento: 08/01/2011

 16771

Schede correlate
Allarme freddo per gli ospiti del canile.
Come è la situazione gestionale del canile municipale ?
La gestione del canile municipale ad Iren e alla Coop Geocart

Categoria
 :.  VARIE Piacenza
 :..  SOCIALE
 :...  Animali



visite totali: 2.125
visite oggi: 1
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,52
[c]




 
Schede più visitate in Animali

  1. Comuni amici degli animali, Piacenza giù
  2. Lavori al canile, sì della Provincia
  3. Il canile è in buone condizioni ma non è protetto dal freddo
  4. Grave discriminazione verso volontarie dell'Arca di Noè
  5. Canile, l'offensiva delle volontarie espulse
  6. "Caso" canile e volontari
  7. Al canile Fido batte i denti
  8. Allarme freddo per gli ospiti del canile.
  9. Canile, la "guerra delle espulse"
  10. Ricorso al Tar contro l'esclusione dal canile
  11. «Volontarie escluse dal canile
  12. Scoppia la "guerra" al canile
  13. I cani sono seguiti con attenzione e passione»
  14. «Aree per i cani, quali controlli?»
  15. Canile, appalto triennale da 1 milione di euro

esecuzione in 0,093 sec.