Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Consiglio Comunale  :. Carini: «Felice, ma pronto a farmi da parte»
sottocategorie di COMUNE di PIACENZA
 :. Comune di Piacenza
 :. Consiglio Comunale
 :. Sindaco
 :. Rimpasto 2004
 :. Programma
 :. Bilancio
 :. Tasse e balzelli




martedì
11
agosto
2020
Santa Chiara



Carini: «Felice, ma pronto a farmi da parte»

Cederà lo scranno alla minoranza se il centrodestra troverà l'accordo

«Ho accettato l'incarico molto volentieri, ma con grande spirito di servizio: sono pronto a cederlo a un esponente della minoranza qualora il centrodestra trovi l'accordo auspicato dal sindaco Roberto Reggi».

Lunedì, Ernesto Carini è stato eletto presidente del Consiglio comunale alla terza votazione, al termine di un dibattito in aula molto acceso che ha fatto seguito al confronto interno all'Ulivo della scorsa settimana.

La situazione è stata un po' più ingarbugliata del previsto, è dispiaciuto?
«Assolutamente no» risponde.
«Tutte le posizioni tenute dentro e fuori dall'aula sono state legittime e vanno dunque rispettate, quello dell'unanimismo è un concetto superato.
La mia soddisfazione è piena, sono molto onorato di poter ricoprire un incarico così prestigioso».

La minoranza ha subito fatto capire che non farà sconti su nulla.
«Non credo ci saranno problemi, siamo pronti - commenta Carini - anche se una riflessione politica mi pare doverosa: la mano tesa di Reggi è stata rifiutata, si poteva iniziare questo mandato con più serenità e una maggiore sintonia tra i due schieramenti.».

Il centrodestra ha giudicato poco sincera l'idea del sindaco di concedere a un suo esponente la presidenza del Consiglio comunale.
«Si sbagliano - precisa Carini - tutto il centrosinistra la condivide: io per primo sono pronto a farmi da parte se si creassero le condizioni per destinare il posto a un consigliere di minoranza.
A patto che trovino un accordo tra di loro, operazione che a oggi non mi pare possibile.
Se in futuro lo diventerà, dimostreremo che la nostra proposta era reale».

Proseguite con la strategia della distensione, quindi?
«Crediamo sia la strada giusta per far compiere un salto di qualità alla politica piacentina.
In attesa dei possibili sviluppi sul seggio da presidente del Consiglio, ci sono altre occasioni per coinvolgere la minoranza, a partire dalle presidenze delle commissioni, che spero possano essere indicate all'unanimità.
Tra l'altro - aggiunge - io avevo anche espressamente auspicato di poter aver un vice del centrodestra come ulteriore garanzia di imparzialità, che comunque sarà massima».

Si è ritrovato, invece, Lucia Rocchi, con cui si prospetta una staffetta tra due anni.
«E' una persona validissima, che saprà fare al meglio il proprio compito.
Il coinvolgimento della minoranza non riguarda i singoli, ma una filosofia che abbiamo deciso di seguire».

Giovanna Calciati non l'ha votata: se lo aspettava?
«Capisco il suo comportamento, non c'è nessun problema, restiamo amici come prima.
Stesso discorso vale per Rifondazione comunista, che non ha preso parte alle prime due votazioni per marcare una differenza che tenevano a sottolineare: una scelta legittima».

Raccoglie l'eredità di Benedetto Ricciardi, al centro di alcune polemiche durante i cinque anni scorsi.
«Secondo me è stato un ottimo presidente, che ha preso decisioni ineccepibili nel momento in cui è stato chiamato a farlo.
Le critiche che gli sono state rivolte mi sono apparse strumentali, proprio per evitarle continuiamo a tenere la porta aperta al centrodestra.
Lavorare insieme è il modo migliore per far crescere Piacenza».
Michele Rancati


pubblicazione: 04/07/2007

Carini Ernesto 12602
Carini Ernesto

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Consiglio Comunale



visite totali: 1.451
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,30
[c]




 
Schede più visitate in Consiglio Comunale

  1. Diavolesse, Bruschini, bruscolini e bruschette.
  2. Assessorati, ecco la nuova "mappa"
  3. Compensi ai consiglieri, l'onorevole Foti è per l'austerity, ma i suoi lo bacchettano
  4. Giacomo Vaciago si dimette.
  5. Cisini, Silva, Boiocchi e Bulla sostituiscono i “colleghi” nominati in Giunta
  6. Indennità o gettone, facoltà di scelta a palazzo Mercanti
  7. Tutti i 40 eletti a Palazzo dei Mercanti: 24 alla maggioranza e 16 alla minoranza
  8. Il Consiglio si aumenta lo stipendio.
  9. Consiglio, già nove cambi di "maglia"
  10. Crocefisso nelle aule scolastiche
  11. Incarichi esterni, è muro contro muro.
  12. Ostruzionismo, tattica sbagliata e inutile ?
  13. Consiglio Comunale del 17/1/2005
  14. Stipendi alleggeriti in Comune
  15. «Reggi? Cerca la rissa, è lui a dividere il Pd"
  16. PIACENZA NOSTRA - UDC
  17. E' NATO IL REGGI BIS 2007
  18. Edoardo "Edo" Piazza capogruppo di Per Piacenza con Reggi
  19. «Non si sprechi suolo per l'Acna»
  20. Timpano e Polledri i "paperoni" del Consiglio Comunale
  21. Caso Ricciardi, il Polo non dà tregua.
  22. Alberto Squeri si è dimesso da Assessore
  23. CONSIGLIO COMUNALE
  24. «Muti quanto vuole per venire qui?»
  25. Difendiamo i crocefissi in aula.
  26. Reggi contro Marazzi
  27. Un consiglio che costa e perde tempo.
  28. Giugno 2002/dicembre 2004: il sindaco a metà mandato.
  29. Il parere di Luigi Salice
  30. Bruschini: «Non ho fatto nulla che richieda perdono»
  31. Gianni D'Amo
  32. Maggioranza spaccata sulle linee urbanistiche.
  33. RIFLESSIONE PER LA RIPRESA DEI LAVORI : Piacenza eco-vivibile, acqua a parte
  34. Che amarezza, la lista civica è senza peso
  35. Acqua & Società Mista

esecuzione in 0,171 sec.