Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  PIACENZA A COLORI  :.  Forum Piacenza  :. Buon 2005 dal Presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani
sottocategorie di PIACENZA A COLORI
 :. Colori piacentini.
 :. Eventi.
 :. Forum Piacenza
 :. Ritratti.
 :. Piacenza vista dagli altri




lunedì
19
agosto
2019
San Giovanni Eudes



Babele moda - abbigliamento on line
Babele Arte - galleria di artisti da tutto il mondo
BabeleCase - database di annunci immobiliari
itinerari turistici
Babele Info  - motore di ricerca d'arte


Buon 2005 dal Presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani

«Crescono dinamismo e specializzazione»
Tra gli elementi virtuosi la capacità di maturare insieme

Nel rivolgere i miei auguri ai lettori della Libertà e ai cittadini di Piacenza vorrei cogliere l'occasione per tracciare un bilancio dell'anno appena trascorso.
Qualche giorno fa è stato conferito un premio ad un'impresa piacentina di alta qualità scientifica fondata da due giovani ricercatrici e nata all'interno dell'Università, anche grazie alla collaborazione di Regione e Associazione industriali.
La notizia segue di poche ore la presentazione a Bologna della “rete” regionale della ricerca, 55 Laboratori e Centri per l'innovazione che opereranno in svariati campi, dalle tecnologie ambientali ed energetiche alla meccatronica, dall'informatica alle biotecnologie.
Due Laboratori e due Centri hanno sede a Piacenza e faranno ricerca per l'industria meccanica e l'ambiente, produrranno innovazione per le imprese e per l'agricoltura.
Ho voluto citare le due notizie perché dicono molto di quel che succede a Piacenza e in Emilia-Romagna.
C'è un'occupazione in crescita, femminile e professionalizzata.
Addirittura il tasso di disoccupazione nel piacentino è più basso di quello regionale, il 2,5 per cento contro il 3,1 mentre la crescita dei posti di lavoro nel 2003 (4mila unità in più) ha interessato soprattutto le donne.
C'è un forte investimento in ricerca e innovazione da parte di tutti i protagonisti: la Regione, gli industriali, l'Università cattolica, il Politecnico, gli Enti locali.
Una ricerca finalizzata a rafforzare la competitività delle imprese ma anche a migliorare la qualità della vita di tutte le persone.
Parlo dell'energia “pulita”, tema di uno dei due Laboratori piacentini.
Parlo dell'attività dell'impresa femminile che lavorerà per tutelare la salute delle persone.
C'è una ricchezza di idee, di progetti, di attività che va sostenuta.
Anche nel bilancio della Regione per il 2005, approvato la settimana scorsa pur in un quadro nazionale incerto e difficile, abbiamo voluto dare un segnale chiaro, di fiducia: rafforzare e qualificare i servizi sociali, da un lato, investire sulla ricerca e sul lavoro dall'altro.
Gli stessi obiettivi contenuti nel “patto per la qualità dello sviluppo” firmato a febbraio dalle istituzioni e dalle parti sociali.
Quando leggo le indagini e le classifiche, l'ultima è del “Sole 24 Ore”, penso che il nostro punto di forza sia proprio questa capacità di lavorare e di crescere insieme.
Piacenza è tra le prime venti province italiane, per tenore di vita e per affari.
Così è per le altre ed è significativo il fatto che non ci siano divari tra le nostre realtà locali: lo sviluppo tiene insieme la comunità regionale e i risultati più che positivi riguardano sia le attività economiche che la qualità della vita sociale.
Voglio ricordare due iniziative che siamo riusciti - insieme, istituzioni e forze economiche - ad avviare nel 2004: i programmi d'area della Valtidone e della Valluretta, che coinvolgono quattordici Comuni dalla pianura all'appennino.
L'investimento (dalla Regione arriveranno in tutto 4 milioni di euro) servirà a sostenere le attività economiche (la riqualificazione dei vigneti, per esempio) ma anche a migliorare la qualità dell'ambiente con nuovi spazi verdi, il restauro di castelli e ville, il recupero di piazze e l'apertura di nuovi servizi ai cittadini, come la biblioteca a Villa Braghieri.
Potranno sembrare piccoli esempi, ma li ho voluti citare perché segnalano un modo di governare collaborativo che utilizza al meglio le risorse pubbliche e private e presta sempre attenzione a diffondere vantaggi e opportunità: per le imprese e per i cittadini, per l'economia ma anche per la cultura.
Piacenza è una realtà dinamica, ricca di competenze e anche di contraddizioni.
Quello della mobilità resta un problema centrale per una provincia di confine che è uno snodo importante per il passaggio delle merci e che vede ogni giorno centinaia di persone spostarsi per raggiungere il posto di lavoro in altre regioni.
Il programma d'area per la logistica, che ci ha impegnato a lungo, è diventato realtà e contribuirà a risolvere i problemi di una vasta area industriale.

C'è un problema serio, invece, per quanto riguarda il trasporto ferroviario.
A gennaio è previsto il nuovo bando di gara per le ferrovie e la Regione è impegnata a garantire un nuovo contratto che migliori la qualità del servizio per i pendolari, inasprendo ulteriormente le sanzioni previste per le inadempienze (in due anni sono state oltre due milioni di euro).
Chiederemo a Trenitalia di investire di più nel trasporto regionale e nella qualità del servizio.

Infine, un accenno agli anziani e ai giovani.
Perché sulla qualità della loro vita e della loro formazione è possibile misurare l'equità e anche il grado di civiltà della nostra società.
Abbiamo avviato nel 2004 il fondo per le persone non autosufficienti, nell'assenza totale di qualsiasi intervento nazionale.
Quaranta milioni tra il 2004 e il 2005 che serviranno ad aumentare i servizi, gli assegni di cura alle famiglie e a contenere l'aumento delle rette per le case protette.
Il nostro impegno è stato importante: in tre anni abbiamo raddoppiato gli assegni di cura per gli anziani in tutta la regione.
A Piacenza contiamo di arrivare nel 2005, con questi nuovi stanziamenti, a sostenere 1.500 famiglie. Nel 2004 abbiamo erogato nel piacentino anche 2.370 borse di studio (erano 1.300 nel 2001) e abbiamo avviato la sperimentazione dei nuovi bienni integrati previsti dalla legge regionale sulla scuola.
Nei 7 istituti superiori coinvolti, il 25 per cento degli studenti (217 sugli 867 interessati) ha seguito i nuovi corsi, che offrono istruzione accanto alla formazione, sapere oltre a tecnica.
E' una scelta importante, che consente ai giovani di studiare meglio, rafforzando anche le loro conoscenze tecniche.
Pur tra mille difficoltà, credo che possiamo andare orgogliosi dei risultati raggiunti.
Credo anche che sia giusto guardare con serenità e fiducia al futuro.
Istituzioni e cittadini devono continuare a stare vicini, dialogando e trovando insieme le risposte ai bisogni.
Il mio augurio è di vivere al meglio le opportunità che il nuovo anno ci offre.


pubblicazione: 31/12/2004
aggiornamento: 01/01/2005

Vasco Errani 4915
Vasco Errani

Categoria
 :.  PIACENZA A COLORI
 :..  Forum Piacenza



visite totali: 2.502
visite oggi: 1
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,46
[c]




 
Schede più visitate in Forum Piacenza

  1. Gaetano Rizzuto e Libertà.
  2. Fabbriche della Felicità : Piacenza città futura : quali le scelte ?
  3. Il FUTURO di Piacenza
  4. Il "dream team" per far decollare Piacenza
  5. Intervista a GIACOMO VACIAGO.
  6. Fabbriche della Felicità : Discussione a piu' voci e affondo di Vaciago
  7. Buon 2006.
  8. Cambiamo pelle, ma restano certe debolezze storiche
  9. Le nostre libertà dipendono dalle tasse.
  10. Una società sempre più coi capelli bianchi
  11. Buon 2003 : parla Giorgio Lambri
  12. Un piano per valorizzare la Marca Piacentina
  13. La popolazione di Piacenza al 31/12/2004.
  14. Piacenza e la Via Francigena
  15. Banca d'Italia Piacenza : commento alla relazione di Fazio
  16. I ragazzi chiedono più verde
  17. Ecco i piacentini, contenti ma scortesi
  18. La meccanica avanzata traino per l'economia piacentina.
  19. Qualità della vita e ambiente «Ecco dove siamo peggiorati»
  20. “Comunicare” Piacenza
  21. Montezemolo presidente di Confindustria
  22. Ecco i segni del risveglio di Piacenza
  23. Una scossa per Piacenza per evitare il declino
  24. Riqualificare Piacenza per svilupparla.
  25. Perché serve un nuovo umanesimo a Piacenza
  26. Buon 2003 : parla Gaetano Rizzuto
  27. C'è chi sparge storielle.
  28. Quale città costruiamo per i nostri figli?
  29. Il benessere per Piacenza : prima bisogna costruirlo.
  30. Buon 2007 : Per Piacenza più idee e progetti innovativi.
  31. Tre regole per guardare avanti
  32. PIACENTINITA'
  33. Il gioco di squadra a Piacenza secondo Mazzocchi
  34. Piacenza e la "squadra" per il salto di qualità.
  35. Buon 2005 dal Presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani

esecuzione in 0,375 sec.