Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  ITALIA Politica  :.  Uniti nell'Ulivo- L'Unione  :. Bologna, Prodi contestato al Motor Show
sottocategorie di ITALIA Politica
 :. Politica nazionale
 :. Federalismo - Riforma elettorale.
 :. Sistema elettorale
 :. Debito pubblico - Legge finanziaria.
 :. Casa delle Libertà
 :. Partito della Libertà
 :. Uniti nell'Ulivo- L'Unione
 :. Partito Democratico
 :. Ppe
 :. Pensiero liberale
 :. Verso le Elezioni 2008
 :. PdL
 :. Verso la Terza Repubblica
 :. Scelta Civica con Monti per l'Italia




giovedì
22
aprile
2021
Santa Leonida



Bologna, Prodi contestato al Motor Show

Il Presidente del Consiglio Romano Prodi è stato accolto da contestazioni e fischi dagli spettatori del Motor Show di Bologna.

Prodi aveva accolto l'invito del presidente della Promotor, la società organizzatrice del Motor Show, Alfredo Cazzola, a visitare il salone in corso nel quartiere fieristico di Bologna.

Appena entrato nell'area, accompagnato dalla scorta, nei confronti di Prodi è partito qualche fischio. Quando il premier è arrivato tra gli stand, i fischi e le contestazioni sono aumentate con grida di "buffone" e "mortadella" e Prodi è stato costretto a rifugiarsi nei locali del blocco servizi della manifestazione, scortato da Cazzola e da numerosi agenti delle forze dell'ordine, che hanno formato una barriera di protezione per evitare problemi di sicurezza.

Secondo Prodi si è trattato di "un attacco di propagandisti": "Quando siamo arrivati - ha raccontato il presidente del Consiglio - abbiamo visto che eravamo attesi da un gruppo di propagandisti, appartiene alla democrazia, anche se non ho sentito contenuti ma solo insulti. Agli insulti non si risponde, si continua la visita. Guai se la democrazia si ferma davanti agli urli organizzati".

Poi la visita è proseguita, e il Professore ha sostato nei vari stand del salone attorniato da un nutrito gruppo di agenti delle forze dell' ordine, giornalisti e giovani visitatori del salone bolognese.
"C'erano 20 persone che ci hanno ricevuto fischiando in un modo assolutamente maleducato", ha concluso tornando sull'episodio:
"Adesso che sto girando nei padiglioni c'è affetto e simpatia. L'unico problema è che tutti vogliono fotografarci con il telefonino, questo rende la vita un po' più complicata ma è solo questo: una prova di affetto".



dalla Prima pagina di Libertà del giorno 11 dicembre 2006:

BOLOGNA - Fischi, urla, cori da stadio e grida: «Scemo, buffone, vai a casa».
È stata questa l'imprevista accoglienza che ha investito il presidente del Consiglio Romano Prodi appena è sceso dalla macchina davanti all'ingresso del Motor Show di Bologna.
Diverse decine di giovani hanno cominciato a contestare il premier appena è arrivato fra gli stand, poi gli insulti si sono estesi a macchia d'olio tanto da costringere Prodi, scortato dal patron del Motor Show Alfredo Cazzola, a rifugiarsi nel centro servizi del quartiere fieristico bolognese.
«Eravamo attesi da un gruppo di propagandisti - ha commentato Prodi a caldo - erano insulti organizzati».
Tutto è cominciato poco dopo le 15, quando il presidente del Consiglio è arrivato alla Fiera per visitare il salone motoristico.
Il premier, in una lettera al Resto del Carlino, ha sottolineato «la penosa situazione in cui ormai il nostro Paese si trova a vivere la quotidianità: o bianco o nero, il tutto avvelenato dalla maleducazione».


pubblicazione: 10/12/2006
aggiornamento: 09/02/2007

 11268
 11264
 11265
 11267

Categoria
 :.  ITALIA Politica
 :..  Uniti nell'Ulivo- L'Unione



visite totali: 2.692
visite oggi: 7
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,51
[c]




 
Schede più visitate in Uniti nell'Ulivo- L'Unione

  1. Clemente Mastella : L'Ulivo ha scelto il suicidio.
  2. Prodi: "Io cerco di calmare il clima, ma Berlusconi parla di terrore".
  3. Prodi guadagna più di Sarkozy
  4. Bersani, l’ex chierichetto che ha fatto finta di privatizzare il Paese
  5. Tanta gente e ministri in piazza per i Dico
  6. Polemiche sulla leadership del Pd
  7. PRODI HA RASSEGNATO LE DIMISSIONI
  8. ROMANO PRODI
  9. Rutelli: «Ulivo più al centro per vincere»
  10. Clemente Mastella dice addio all'Ulivo ?
  11. La liberalizzazione di Bersani
  12. FED
  13. Prodi lancia l'Unione.
  14. La macchina della verità.
  15. Il professore e nu bello guaglione.
  16. Il martedì nero di Romano
  17. Intervista a Francesco Rutelli
  18. Nella Margherita il rischio scissione
  19. La barca di D’Alema pagata a uno sportello della Lodi
  20. Barbera: De Rita centra il tema, i Ds parlino alla base
  21. L’abbaglio democratico.
  22. A chi parla la Quercia
  23. LA RETE OLTRE I PARTITI
  24. Rutelli: sono addolorato.
  25. Fassino a che Italia si rivolge?
  26. Prodi: «Io duro perché faccio»
  27. La Margherita e Prodi. Strategia dei distinguo.
  28. PANE E CICORIA.
  29. Rosy Bindi: «Sono naturale, non brutta»
  30. Chiamparino:«È ora di punire chi si droga»
  31. Bologna, Prodi contestato al Motor Show
  32. Ruffolo: il blocco sociale? Nasce con il programma
  33. Professor Ottovolante
  34. Ricucire la sinistra.
  35. I leader evitino l' ego politico e parlino di speranza e sviluppo

esecuzione in 0,125 sec.