Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  PIACENZA A COLORI  :.  Colori piacentini.  :. Battaglia del Trebbia, in campo i ragazzi.
sottocategorie di PIACENZA A COLORI
 :. Colori piacentini.
 :. Eventi.
 :. Forum Piacenza
 :. Ritratti.
 :. Piacenza vista dagli altri




mercoledì
20
novembre
2019
Sant'Ottavio solutore ed avventore



Babele moda - abbigliamento on line
Babele Arte - galleria di artisti da tutto il mondo
BabeleCase - database di annunci immobiliari
itinerari turistici
Babele Info  - motore di ricerca d'arte


Battaglia del Trebbia, in campo i ragazzi.

Annibale contro i romani : progetto del Rotary valli Nure e Trebbia.

Circa 150 ragazzi di prima media si travestiranno da combattenti romani e cartaginesi.
E con buone probabilità avranno anche gli elefanti in carne ed ossa.
Parola di Filiberto Putzu, presidente del Rotary valli Nure e Trebbia.

«Ogni volta - dice - che a Piacenza si parla della battaglia di Annibale, noi soci siamo solleticati dall'idea di promuovere un'iniziativa sul tema».
L'ultimo segnale è arrivato da “Piacenza Turismi”, che fra i suoi progetti da realizzare nel prossimo triennio ha inserito la rivisitazione della seconda guerra punica attraverso pannelli esplicativi o rappresentazioni con comparse.
«Non intendiamo muoverci in concorrenza con “Piacenza Turismi” - precisa Putzu - anche perché le finalità saranno diverse».
Se infatti il compito della società d'area è quello di attirare visitatori, il Rotary si ripromette di sensibilizzare i giovanissimi piacentini in campo storico, culturale e sulla capacità di programmare il lavoro.
E qui entra in ballo il comandante cartaginese.
«Annibale - spiega Putzu - vinse grazie alla strategia, fattore che lo accomuna ai rotariani».
Infatti se i ragazzi di oggi vorranno un domani entrare in un club Rotary dovranno dimostrare di possedere caratteristiche come provata moralità, disponibilità al servizio e una spiccata capacità nell'organizzare gli affari.

Il piano proposto partirà dopo le vacanze natalizie.
Si articolerà in tre incontri, seguiti dalla preparazione dei costumi di scena e da una giornata finale di giochi, fissata provvisoriamente per sabato 5 maggio 2001.
Verrà coinvolta una classe in ogni scuola media che si trova nei comuni presumibilmente toccati dalla battaglia: Rivergaro, Gossolengo, Travo, Gazzola (scuola di Agazzano), Gragnano, Rottofreno (scuola di San Nicolò) e Calendasco.
L'invito è stato esteso anche alla “Dante” di Piacenza.

Il primo passo è stato una riunione tenutasi al Circolo dell'Unione.
Il presidente del Rotary valli Nure e Trebbia ha esposto l'idea ai rappresentanti degli istituti interessati.
«Pensavamo di affidare l'incontro di esordio a uno studioso di storia, affinché illustri ai ragazzi la ricostruzione della battaglia. Chiederemo poi al professor Marchetti, docente di geologia all'università di Pavia e già autore di un saggio sull'argomento, di spiegare con termini comprensibili agli studenti la modifica dell'assetto idrogeologico del territorio in cui si svolsero i combattimenti. Il terzo incontro sarà tenuto da un nostro relatore e verterà sulla strategia vincente nello studio e nel lavoro».
Acquisite tutte le informazione, in marzo i ragazzi potrebbero iniziare a preparare i costumi.
Intanto verrà bandito un concorso a premi di grafica o fumetti.

«In maggio - ha proseguito Putzu - di solito a Piacenza arrivano i circhi.
Basterà accordarsi e avremo gli elefanti». Ma non si disputerà una vera battaglia. Le competizioni saranno sotto forma di giochi a squadre con premi finali per la scuola vincitrice e a sorteggio per i partecipanti. La sede della manifestazione potrebbe essere Rivergaro, che ha spazi attrezzati lungo il Trebbia.
I rappresentanti delle scuole si sono mostrati entusiasti.
Mentre la quasi totalità dei sindaci interpellati, ha affermato il presidente del Rotary, ha già aderito al progetto.
«Ai sindaci chiederemo in prestito il gonfalone che ogni squadra porterà come bandiera e gli scuolabus comunali per il trasporto degli alunni».
E forse anche una partecipazione attiva.
«Non è escluso - ha concluso infatti Putzu - che venga organizzata una gara di destrezza riservata ai primi cittadini».
Angela Zeppi


E il 5 maggio la battaglia del Trebbia verrà combattuta per gioco
Zona prescelta: il lungofiume di Rivergaro. Ci sarà anche un elefante (vero o di gomma). Lezioni nelle scuole con storici
Sta prendendo sempre più forma il progetto della battaglia fra Annnibale e Publio Cornelio Scipione che i ragazzi di prima media rievocheranno il prossimo 5 maggio.
Durante una seconda riunione organizzata al Circolo dell'Unione dal promotore dell'iniziativa Rotary valli Nure e Trebbia, sono stati definiti ulteriori particolari.
In particolare si è parlato della collaborazione di “Piacenza Turismi”, la società d'area che ha lanciato un'idea parallela da attuarsi nel circuito turistico, di costumi romani e cartaginesi, di premi, di sponsor e di elefanti.
Sono inoltre state fissate le date delle speciali lezioni che terrà il professor Giuseppe Marchetti per spiegare ai giovani i retroscena della famosa battaglia della Trebbia.
Alla riunione hanno partecipato i rappresentanti delle scuole di Gossolengo, Agazzano, Gragnano (istituto comprensivo di San Nicolò), Travo, Rivergaro e Dante di Piacenza.
Erano presenti anche Annibale Gazzola, sindaco di Travo e Paolo Maffi, vicesindaco di Rivergaro.
«Gli altri sindaci dei comuni coinvolti - ha spiegato il presidente del Rotary, Filiberto Putzu - essendo poco coinvolti logisticamente, hanno solo accordato telefonicamente la propria disponibilità per la buona riuscita della manifestazione finale».
L'appuntamento è rimasto fissato per sabato 5 maggio.

La moderna seconda guerra punica, espressa attraverso giochi, si svolgerà in orario scolastico dalle 9,30 alle 11,30. Gli insegnanti hanno assicurato la presenza di circa 155 ragazzi: 50 della Dante (due classi), 30 di Rivergaro, 20 di Gossolengo, 18 di Gragnano, 29 di Agazzano, 8 (tanti sono gli iscritti di prima media) di Travo.
In forse la partecipazione di San Nicolò - «ma il sindaco di Rottofreno, Alberto Bottazzi - ha detto Putzu - ha confermato la sua presenza» - e di Calendasco. Verranno istituiti otto campi di gara sul lungotrebbia di Rivergaro, area fornita dei necessari servizi. Ogni spazio sarà gestito da un insegnante di ginnastica dell'Aics di Piacenza.
Si disputeranno: corsa veloce, corsa con i sacchi e corsa ad ostacoli, tiro alla fune, tiro con l'arco o le freccette, lancio del peso, più altre competizioni proposte dagli istruttori. Ciascuna classe, divisa equamente in romani e cartaginesi, manderà un drappello dei propri “soldati” in ogni campo gara. I primi tre vincitori delle varie specialità verranno premiati con un libretto di risparmio al portatore.
«Ne abbiamo messi a disposizione 25», ha informato il rappresentante della Banca popolare dell'Emilia. Sarà estratto a sorte un premio speciale (forse una mountain bike) e tutti riceveranno un diploma di partecipazione.
“Piacenza Turismi” ha annunciato di occuparsi del concorso collegato.
«Organizzeranno - ha continuato Putzu - la commissione che esaminerà i cartelloni preparati dai ragazzi». Ne eseguiranno tre per ogni classe e il riconoscimento verrà consegnato all'istituto di appartenenza.
E gli elefanti?
Se Putzu aveva lanciato l'intenzione di affittarne almeno uno da un circo di passaggio, il vicesindaco Maffi, preoccupato per le aiuole delle rive di Sant'Agata, ha cercato di ridimensionare la faccenda.
«Siamo felici di mettere a disposizione lo spazio verde, monteremo anche il palco - ha detto - ma non sarebbe meglio usare un elefante gonfiabile?».
A suo parere renderebbe egregiamente l'idea senza spiacevoli effetti collaterali. Si vedrà. E veniamo alla parte teorica.
Il professor Marchetti, esperto in idrogeologia, con un collega del dipartimento archeologico dell'università di Bologna specializzato in topografia dell'Italia antica, terrà tre lezioni preliminari: a Travo (anche per gli studenti di Rivergaro e Gossolengo) il 31 marzo alle 9,30; ad Agazzano (anche per Gragnano) il 5 aprile alle 14; alla Dante Alighieri il 7 aprile alle 9,30.
I due studiosi illustreranno, fra l'altro, la strategia di Annibale, «il quale - ha affermato Marchetti - usava nascondere in anfratti la cavalleria per impiegarla nei momenti opportuni e sapeva stringere vantaggiosi accordi con le popolazioni locali al fine di aizzarle contro i suoi nemici».
E spiegheranno gli spostamenti dei letti di Trebbia e Po nel corso dei secoli. Mutazioni idrogeologiche tanto profonde che il luogo esatto della battaglia è tuttora poco chiaro.


pubblicazione: 07/01/2001
aggiornamento: 18/12/2004

Annibale 4812
Annibale

Categoria
 :.  PIACENZA A COLORI
 :..  Colori piacentini.



visite totali: 4.163
visite oggi: 2
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,60
[c]




 
Schede più visitate in Colori piacentini.

  1. Piacenza, la città delle caserme
  2. Rotary Club Valli del Nure e della Trebbia
  3. Tartago in Val Boreca
  4. Duecentocinquanta studenti hanno rievocato la battaglia di Annibale.
  5. Il corteo storico di Grazzano Visconti
  6. Sepolti da due metri di neve
  7. Franco Bagutti taglia il traguardo dei 40 anni di attività.
  8. Addio al 50°Stormo
  9. Neve a Piacenza
  10. Piacenza, 18 agosto 2007
  11. Marco Elefanti nominato Direttore Amministrativo dell' Università Cattolica
  12. Casali, l'intima poesia dei luoghi amati
  13. LA GRANDE NEVICATA DEL 7 GENNAIO 2009
  14. Si è insediato il nuovo Prefetto dott.Antonino Puglisi
  15. Gita al Lago Nero, gioiello dell'Alta Valnure
  16. Piacenza sotto la neve.
  17. Una via o una piazza per Guido Ratti
  18. Battaglia del Trebbia, in campo i ragazzi.
  19. Successo per i "venerdì piacentini"
  20. Acqua dell'Alta Valle, sorso di Valtrebbia
  21. Nevica su Piacenza e sul Nord Italia
  22. Rebecchi Nordmeccanica : ecco il tricolore bis !!
  23. Frutti Antichi si conferma un successo
  24. Coro di voci per via Guido Ratti
  25. Graziano Dragoni direttore generale del Politecnico di Milano.
  26. Nasce Il Filo di Pandora : lotta contro i disturbi alimentari precoci
  27. Meccanica, Piacenza ‘tira"
  28. Abitanti, quota 100mila si avvicina
  29. Immigrati, nuove comunità crescono
  30. Cammina per le strade l'aria lieta del Natale
  31. A Piacenza quattro facoltà e un solo motore culturale
  32. Madonna col Bambino : un gioiello del 500 torna a nuova vita
  33. L'ex matricola che ha realizzato un sogno
  34. Reati in diminuzione grazie alla sicurezza partecipata
  35. Piacenza promossa per l'Adunata Nazionale Alpini 2013

esecuzione in 0,234 sec.