Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Programma  :. ASP Vittorio Emanuele tutta pubblica ?
sottocategorie di Programma
 :. AREE MILITARI-BENI DEMANIALI




martedì
11
agosto
2020
Santa Chiara



ASP Vittorio Emanuele tutta pubblica ?

(gu. ro. ) La giunta ieri ha deciso di andare avanti nel progetto di ripubblicizzazione dell'area anziani dell'Azienda dei servizi alla persona (Asp). Nonostante i dubbi e pure le contrarietà che la sera prima, nel secondo vertice di maggioranza, non sono mancate, e con le quali si dovrà seriamente fare i conti visto che la delibera - che ancora non è stata formalizzata, ma lo sarà a giorni - dovrà passare al vaglio del consiglio comunale.
«Abbiamo preso atto delle varie posizioni, ma riteniamo di procedere su questa linea avendo messo la priorità sulla riduzione di un disavanzo di bilancio insopportabile. E grazie anche a un piano industriale che l'Asp sta preparando e che ci consentirà ulteriori migliorie gestionali, riteniamo che questa sia la migliore opzione».
Così, al termine della giunta, l'assessore al welfare Stefano Cugini che ha peraltro inteso precisare che alla base della scelta «non c'è solo l'aspetto economico, perché se si tenesse conto di questo la strada da battere sarebbe la totale privatizzazione del servizio», come ha indicato lo studio commissionato all'università di Reggio-Modena. Invece l'amministrazione non vuole snaturare l'Asp, di cui il Comune detiene la quasi totalità delle quote, facendola diventare una semplice "stazione appaltante". Allora tra l'attuale formula mista - con la metà dei 216 posti della casa di riposo Vittorio Emanuele gestiti direttamente dall'Azienda e l'altra metà affidati al privato sociale (le cooperative Coopselios e Aurora il cui accreditamento provvisorio scade a giugno) - e la ripubblicizzazione, ossia il passaggio in capo all'Asp di tutti i 216 posti, la scelta cade sulla seconda opzione perché garantisce un significativo risparmio di costi frutto sia di sinergie di scala sia di una maggiore contribuzione regionale.
Queste le motivazioni dichiarate e supportate dai numeri: il disavanzo della società partecipata viaggia su 1,6 milioni di euro, con onere per le casse comunali di 390mila euro conteggiato nel 2015, ma destinato a lievitare a 780mila nel 2916 e a oltre 1 milione nel 2017. Riportando in capo al pubblico tutto il servizio il risparmio atteso è 290mila euro.
A chi sostiene che la proposta della giunta contraddice l'impegno contenuto nelle linee programmatiche per la valorizzazione della collaborazione con il privato sociale, Cugini risponde che «questa operazione non lo mette in discussione perché tanto l'area disabili dell'Asp quanto i servizi alla persona in generale verrebbero sempre gestiti con la formula mista». Degli 11 milioni di euro del fondo regionale, osserva l'assessore, «tre andrebbero al pubblico e otto sempre al privato, quindi non siamo quelli che stanno pubblicizzando tutto, siamo ancora fortissimi sostenitori del sistema integrato dopodiché abbiamo dei numeri e siamo convinti di quella linea».
Da respingere al mittente anche «la lettura che so che sta girando» e cioè che la ripubblicizzazione sia un modo indiretto per dare il benservito a una gestione privata del Vittorio Emanuele che non sarebbe ritenuta soddisfacente come qualità del servizio: «Non è così», afferma perentorio Cugini, «sarebbe bastato non tradurre in definitivo l'accreditamento provvisorio in cui operano le attuali cooperative, il cambio di direzione prescinde da questa cosa, è offensivo solo il pensarlo».
Quanto alla tenuta della maggioranza alla prova dei voti, l'assessore si dice fiducioso che la proposta risulti infine convincente, anche «perché questo è un tema centrale, richiede a tutti una grande prova di maturità politica». Ma i conteggi sulle possibili defezioni in aula si stanno facendo eccome sottotraccia. Nel Pd è nota la contrarietà del capogruppo Daniel Negri, come pure le riserve di Stefano Perrucci che però potrebbe astenersi o non partecipare al voto. Incertezze sulla posizione di Sandra Ponzini e Stefano Borotti. Da capire poi l'orientamento dei Moderati edi Ginaluca Ceccarelli (gruppo misto).
E il quorum di 17 voti, allo stato, appare molto vacillante.

da LIBERTA' del 11/03/2015


pubblicazione: 12/03/2015
aggiornamento: 24/03/2015

 19152

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Programma



visite totali: 1.000
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,50
[c]




 
Schede più visitate in Programma

  1. Cinque opere per dare un volto alle piazze periferiche
  2. La maxi-variante commerciale.
  3. Aree militari, cerchiamo alleanze
  4. Una donna al comando dei vigili urbani di Piacenza.
  5. Palazzo uffici, vince il progetto di Studio & Partners
  6. Con la Nicolai una Pilotta piacentina
  7. TERZO MONDO.
  8. Aree militari : nuovo business per la città ???
  9. «Qualità urbana, Piacenza sia ambiziosa»
  10. Appalto mense, Cir si allea con Globalchef
  11. Al Jazira, concerto tra le polemiche
  12. Reggi accusa pesantemente Foti e Garzillo
  13. Mense scolastiche a Piacenza : mele, pere ed olio non erano biologici ??
  14. Quale destino per l'area verde di via XXIV Maggio ?
  15. Il sindaco incontra i vigili urbani «Più agenti, presto le assunzioni»
  16. Farmacie srl, insediati i tre amministratori
  17. Intervista a Roberto Reggi : le cose da fare.
  18. I “paletti” di Alberto Squeri sul toto-assessore
  19. Reggi fa il bilancio di metà mandato.
  20. Reggi: «Eredità difficile questa classifica. Lavorerò per verde, sanità e sicurezza»
  21. Ecco la città che la giunta Reggi ha in mente
  22. Ex Unicem, lavori al via.
  23. Nuovo polo militare, ma quanto costa l'area?
  24. Sanità e tempi d'attesa, è polemica.
  25. Spazi all'infanzia in tutti i condomini
  26. Reazioni all'abbandono del piano per il Palazzo uffici
  27. Piano investimenti 2004 : Grande viabilità e un piano parcheggi da 1.400 posti
  28. Aree militari, sì alla task force consiliare
  29. GRANA EX-UNICEM
  30. «Esami medici con meno code»
  31. Piacenza : il nuovo PUT (Piano Urbano Traffico).
  32. CLAMOROSO A PIACENZA
  33. Tavolo sulla farmacia-polo
  34. «Ridurre il traffico per non minare la nostra salute.
  35. Adunata Nazionale Alpini : i primi bilanci

esecuzione in 0,078 sec.