Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Programma  :.  AREE MILITARI-BENI DEMANIALI  :. Aree militari, su tutte edificazione e verde
sottocategorie di Programma
 :. AREE MILITARI-BENI DEMANIALI




lunedì
28
novembre
2022
San Giacomo della Marca



Aree militari, su tutte edificazione e verde

«Compromessi per il bene comune»

La proposta piacentina sulle aree militari nasce da alcune spinte e da una praticabilità economica che renda realistica l'operazione su 740mila metri quadrati.

L'esigenza numero uno è mantenere il polo militare che occupa un migliaio di persone e oggi ha bisogno di uno stabilimento nuovo ed efficiente, quindi si vuol riqualificare pezzi di città importanti sottratti all'uso civile, puntando su «verde e salvaguardia ambientale» e sulla valorizzazione dei bastioni e delle architetture storiche del parco delle Mura, così facendo si dà corso al piano strutturale del Comune che per l'80 per cento ruota intorno alle aree militari.

Risultato: su ciascuna area presa in considerazione viene spalmata una quota di edificazione e una quota di verde.

Ieri il sindaco Roberto Reggi e il vicesindaco Francesco Cacciatore sono entrati nel dettaglio della proposta che è in partenza per Roma, all'indirizzo del ministero della Difesa, con l'imprimatur dei parlamentari, dei sindacati (salvo il percorso annunciato dalla Cgil) e delle istituzioni locali.

Il sindaco, nel ringraziare chi ha partecipato al "tavolo", ha parlato di un disegno improntato «al bene comune», che ha creato malumori e anche forti dissensi.

Ma, avverte Reggi: «Non ci si può aggrappare al proprio pezzo, alla difesa di un particolare senza vedere il contesto. Ci vuole amore della città nel suo insieme».

E Cacciatore insiste su una proposta «equilibrata», la più «verde» fra quelle alternative elaborate con l'aiuto del Politecnico (con 200mila metri pubblici e 180 mila non permeabilizzati, in parte pubblici in parte privati), e tuttavia fatta anche di compromessi, perché per generare risorse pari a 100 milioni di euro (per costruire il nuovo stabilimento) bisogna prevedere quote di residenza e commerciale, limitate, le prime, ad un possibile incremento di 2mila abitanti.
«Sono vasi comunicanti» dice il vicesindaco. Se si toglie edificazione da un'area si devono crescere volumi su un'altra.

L'ambizione è di riuscire a mantenere al meglio un polo militare che - se diventasse presidio unico di mantenimento dei mezzi pesanti in Italia - può persino incrementare la pianta organica.

A dettare le regole del gioco, la nuova finanziaria, con le facilitazioni previste.

E tornando sulle aree, presentate una ad una, il nucleo dell'operazione implica, da parte dei militari, la collocazione del Reggimento Pontieri alla Artale sul lato destro di via Emilia Pavese e il polo produttivo alla Pertite («i militari la vorrebbero tutta» ripete Reggi), che sta di fronte, i due comparti sarebbero uniti da un sottopasso.
E tutt'intorno l'area verde di 200mila metri quadri che circonda lo stabilimento.

Questi spostamenti liberano l'ex Arsenale, quindi il vallo e l'Ospedale Militare.
Nell'ex Arsenale si pensa a un recupero residenziale all'interno (esistono già dei capannoni edificati).

Si liberano anche la caserma Nicolai e il laboratorio Pontieri dove la vocazione è quella di avere un grande prato affacciato alle mura ma anche un cordolo di residenza appoggiato al dislivello esistente.

Infine, si cede la caserma Lusignani si via Emilia Pavese adatta a residenza e terziario e il piano caricatore, dove spuntano quattro grandi torri.

Patrizia Soffientini
LIBERTA' del 21/07/2010


pubblicazione: 21/07/2010
aggiornamento: 23/07/2010

PERTITE E ARTALE, UNICO COMPARTO 16316
PERTITE E ARTALE, UNICO COMPARTO

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Programma
 :...  AREE MILITARI-BENI DEMANIALI



visite totali: 2.113
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,46
[c]




 
Schede più visitate in AREE MILITARI-BENI DEMANIALI

  1. Con la Nicolai una Pilotta piacentina
  2. Nuovo polo militare, ma quanto costa l'area?
  3. Aree militari, sì alla task force consiliare
  4. D'Amo è "rosso fuoco", il suo ruolo bipartisan non esiste proprio
  5. Vaciago: una commissione di garanzia? È inutile
  6. D'Amo si è dimesso: «Il centrodestra sbaglia»
  7. «Aree militari, l'amministrazione è incoerente»
  8. Aree militari, opportunità e nodo-risorse al vaglio della giunta.
  9. Un milione di metri quadrati tornerà al Comune
  10. Foti e Polledri: la Pertite non sarà ceduta
  11. Nicolai non più off-limits, mappe accessibili
  12. Aree militari, il bando entro la metà del 2008
  13. Pertite, il sindaco: c'è irresponsabilità
  14. Aree Militari, adesso si lavora ad un Masterplan
  15. "Aree militari e rapporti politici all'insegna della collegialità"
  16. Aree Militari : "Giunta visionaria, il privato non verrà"
  17. Polo militare? Meglio dov'è, ma senza castello e ospedale.
  18. Aree militari, dubbi nella commissione che si interroga sulla sua identità
  19. Caserme restituite alla città
  20. L'Arsenale polo storico-museale, case al Macra, parco alle Pertite
  21. Stato-Comune, primo sì sui beni demaniali
  22. Pertite, 8mila sognano coi bimbi della Calvino
  23. Aree militari, Consiglio ostaggio delle faide
  24. Recupero delle aree militari
  25. Padiglione Berzolla o "Bixio" per il museo verdiano
  26. Commissione Aree Militari : Gianni D'Amo presidente
  27. Cessione beni militari, firma tra 40 giorni
  28. Aree militari, 2 anni per far partire il piano
  29. Aree militari: pericoli all'orizzonte
  30. Polo militare, accordo a primavera
  31. Aree militari, D'Amo a Putzu: Io voluto da Reggi ? Critica ingiusta ed eccessiva.
  32. Prima riunione della "Commissione Aree Militari"
  33. Laboratorio militare al bivio
  34. Aree militari, la civica con Reggi: commissione finita
  35. Commissione Aree Militari : D'Amo getta la spugna

esecuzione in 0,093 sec.