Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Programma  :.  AREE MILITARI-BENI DEMANIALI  :. Aree militari, D'Amo a Putzu: Io voluto da Reggi ? Critica ingiusta ed eccessiva.
sottocategorie di Programma
 :. AREE MILITARI-BENI DEMANIALI




lunedì
26
ottobre
2020
Sant'Evaristo, papa



Aree militari, D'Amo a Putzu: Io voluto da Reggi ? Critica ingiusta ed eccessiva.

L'uscita di Forza Italia dalla commissione speciale per le aree militari ha aperto un caso all'interno del Partito Democratico.
Durante il consiglio comunale di lunedì, il capogruppo Pierangelo Romersi ha invitato il vicepresidente e compagno di banco Christian Fiazza a convocare l'organismo (il presidente Gianni D'Amo di PiacenzaComune si è dimesso).
Il diretto interessato, però, non è intenzionato ad ascoltarlo: «Ho ascoltato l'invito di Romersi e di esponenti di altri partiti - spiega Fiazza - ma non ritengo che sia mio compito riunire la commissione per compiere una valutazione sul suo destino. Si tratta di un organismo speciale, che è nato formalmente in consiglio comunale e che lì deve tornare: è intera l'aula che deve decidere se chiuderlo, modificarlo o farlo sopravvivere alle vicende di questi mesi. La palla - conclude - è in mano alla conferenza dei capigruppo, che dovrà decidere se e quando inserire la discussione in un ordine del giorno di un futuro consiglio comunale».

Ma l'addio degli azzurri Filiberto Putzu e Sandro Ballerini ha lasciato altri strascichi, ben più polemici.

In particolare, l'ex presidente D'Amo non ha gradito le parole con cui il primo ha motivato le dimissioni:
«Consentire al consigliere Putzu di farmi passare per il "presidente di Reggi", "voluto da Reggi per pagare un debito elettorale" - scrive D'Amo - mi sembra francamente eccessivo e ingiusto: nei confronti del sindaco e miei, oltreché della realtà dei fatti. Senza eccessivo sforzo di memoria, non sarà difficile al consigliere e già candidato-presidente Putzu ricordare quanto segue: la commissione, proposta in campagna elettorale del sindaco, è poi nata per decisione e conseguente delibera del consiglio comunale, non del sindaco o della giunta. Il consiglio stesso - aggiunge - in seduta plenaria ne ha eletto il presidente: a quella seduta il sindaco-consigliere Roberto Reggi non era presente e dunque non ha votato, i consiglieri del suo partito (il Pd) si sono astenuti, dei consiglieri della lista civica che reca il suo nome, due si sono astenuti, due hanno votato D'Amo e tre hanno votato Putzu.
Non ho mai avuto e non ho crediti da riscuotere o debiti da onorare con chicchessia - conclude - e non sono stato né avrei accettato di essere un presidente di commissione alla Villari: non appena è venuto meno il carattere bipartisan della Commissione speciale, nella sostanza ancor prima che nella forma, ne ho preso atto, dimettendomi».

LIBERTA' del 26/11/2008




IL COMUNICATO DI GIANNI D'AMO
Anche se la considero un errore politico, prendo atto serenamente e con la coscienza tranquilla della decisione di Forza Italia di uscire dalla Commissione speciale aree militari, che ho presieduto fino a un mese fa.
Ma consentire al Consigliere Putzu di farmi passare - come ho letto sulla stampa - per il "Presidente di Reggi", "voluto da Reggi per pagare un debito elettorale", mi sembra francamente eccessivo e ingiusto: nei confronti del Sindaco e miei, oltrechè della realtà dei fatti.
Senza eccessivo sforzo di memoria, non sarà difficile al Consigliere e già Candidato-presidente Putzu ricordare quanto segue.
Primo.
La Commissione, proposta in campagna elettorale del Sindaco, è poi nata per decisione e conseguente delibera del Consiglio comunale, non del Sindaco o della Giunta.
Secondo.
Il Consiglio stesso in seduta plenaria ne ha eletto il Presidente nella mia persona il 18 dicembre 2007: a quella seduta il Sindaco-consigliere Roberto Reggi non era presente e dunque non ha votato; i Consiglieri del suo partito (il Pd) si sono astenuti; dei Consiglieri della lista civica che reca il suo nome, due si sono astenuti, due hanno votato D'Amo e tre hanno votato Putzu.
Stando così le cose dalle parti di Reggi, il mancato-presidente Putzu avrebbe dovuto allora, e tanto più dovrebbe riflettere oggi, sul seguente inoppugnabile fatto: l'aver egli raccolto solo quattro (4) dei quindici potenziali voti del Centro-destra (ai quali ha poi disinvoltamente aggiunto il suo).
Quanto a me, non ho mai avuto e non ho crediti da riscuotere o debiti da onorare con chicchessia. L'unico debito elettorale da me contratto è quello con gli elettori (e non solo i miei, ma tutti), cioè con la città.
Cerco di farvi fronte quotidianamente, con quanta energia e intelligenza mi ritrovo.
Non sono stato né avrei accettato di essere un Presidente di Commissione alla Villari: non appena è venuto meno il carattere bipartisan della Commissione speciale, nella sostanza ancor prima che nella forma, ne ho preso atto e immediatamente tratto le conseguenze, dimettendomi dalla presidenza.
A Filiberto Putzu e a molti altri potrà pure sembrare strano, ma non di sole cariche è fatto l'impegno politico. Mi consento di dirlo (rischiando la retorica, ma senza timore di smentita), visto che tale convinzione orienta i miei comportamenti politici e personali ormai da parecchi decenni.
Gianni D'Amo, Consigliere comunale di Piacenzacomune




pubblicazione: 26/11/2008

 14888

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Programma
 :...  AREE MILITARI-BENI DEMANIALI



visite totali: 2.223
visite oggi: 1
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,51
[c]




 
Schede più visitate in AREE MILITARI-BENI DEMANIALI

  1. Con la Nicolai una Pilotta piacentina
  2. Nuovo polo militare, ma quanto costa l'area?
  3. Aree militari, sì alla task force consiliare
  4. D'Amo è "rosso fuoco", il suo ruolo bipartisan non esiste proprio
  5. Vaciago: una commissione di garanzia? È inutile
  6. D'Amo si è dimesso: «Il centrodestra sbaglia»
  7. Aree militari, opportunità e nodo-risorse al vaglio della giunta.
  8. Aree militari, il bando entro la metà del 2008
  9. «Aree militari, l'amministrazione è incoerente»
  10. Un milione di metri quadrati tornerà al Comune
  11. Foti e Polledri: la Pertite non sarà ceduta
  12. Aree Militari, adesso si lavora ad un Masterplan
  13. Nicolai non più off-limits, mappe accessibili
  14. Pertite, il sindaco: c'è irresponsabilità
  15. Aree Militari : "Giunta visionaria, il privato non verrà"
  16. L'Arsenale polo storico-museale, case al Macra, parco alle Pertite
  17. Aree militari, dubbi nella commissione che si interroga sulla sua identità
  18. Caserme restituite alla città
  19. "Aree militari e rapporti politici all'insegna della collegialità"
  20. Polo militare? Meglio dov'è, ma senza castello e ospedale.
  21. Pertite, 8mila sognano coi bimbi della Calvino
  22. Aree militari, Consiglio ostaggio delle faide
  23. Recupero delle aree militari
  24. Commissione Aree Militari : Gianni D'Amo presidente
  25. Padiglione Berzolla o "Bixio" per il museo verdiano
  26. Cessione beni militari, firma tra 40 giorni
  27. Aree militari, 2 anni per far partire il piano
  28. Stato-Comune, primo sì sui beni demaniali
  29. Aree militari: pericoli all'orizzonte
  30. Prima riunione della "Commissione Aree Militari"
  31. Laboratorio militare al bivio
  32. Aree militari, D'Amo a Putzu: Io voluto da Reggi ? Critica ingiusta ed eccessiva.
  33. Polo militare, accordo a primavera
  34. Aree militari, la civica con Reggi: commissione finita
  35. Commissione Aree Militari : D'Amo getta la spugna

esecuzione in 0,125 sec.