Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  COMUNE di PIACENZA  :.  Programma  :. Area ex Unicem, battaglia in consiglio.
sottocategorie di Programma
 :. AREE MILITARI-BENI DEMANIALI




mercoledì
28
settembre
2022
San Venceslao



Area ex Unicem, battaglia in consiglio.

L'amministrazione Reggi ha tagliato il traguardo della maratona consiliare sull'ex Unicem.

Si è conclusa alle 21,30 di ieri sera, al termine della seconda seduta dedicata al piano di riqualificazione dei circa 210mila metri quadrati tra via Beati, via Farnesiana e via Conciliazione, dove era ospitato il cementificio.
Il documento è stato approvato a maggioranza, con l'opposizione di centrodestra che ha mantenuto fede alla contrarietà già espressa nella prima seduta sette giorni fa.

Una contrarietà tutta concentrata sul palazzo degli uffici comunali che l'amministrazione ha deciso di realizzare in una porzione dell'ex Unicem.
Un «evento urbanistico e architettonico di portata storica per la città di Piacenza», secondo la maggioranza, che così l'ha definito in un suo ordine del giorno. Una scelta scellerata, invece, per l'opposizione.

Vari i fronti di fuoco aperti dalle minoranze.
Il più caldo sotto il tiro di Tommaso Foti (An) che ha bollato come illegittima la costruzione della nuova sede unica del Comune per una serie di vizi che, a suo dire, la delibera contiene e che giustificano la sostenibilità di un ricorso al Tar («Per questa pratica ci rivedremo da un'altra parte»).
Tavole e planimetrie alla mano, Foti ha sostenuto, in buona sostanza, che sono state “truccate” le carte urbanistiche.
Parlando di «vergognoso gioco delle tre tavolette», ha contestato quanto sostenuto dal sindaco Roberto Reggi, e cioè che per costruire il palazzo non si sottrae area a verde pubblico rispetto alle prescrizioni originarie.
In realtà, è la sua versione, «andate a mettere una destinazione a verde di compensazione dove non c'è», e questo «perché vi fa comodo».
Risultato: una diminuzione della quota di verde pubblico e una «surrettizia» variante al Piano regolatore (Prg).
Ma non l'unica, sostiene Foti, visto che una seconda è già, di fatto, «ipotecata» nella convezione da siglare con la ditta lottizzante, dove si dice che, al verificarsi di certe condizioni, lo stesso lottizzante potrà presentare una variante a scopo edificatorio privato su aree su cui dovrebbero invece sorgere strutture di servizio per il quartiere.

La maggioranza ha fatto quadrato nella difesa della legittimità di un atto che il sindaco ha definito «corretto e solido» amministrativamente.
Carlo Berra (Ds), invitando a «guardare alla sostanza del problema», ha risposto alle critiche sostenendo che, quand'anche tra le carte urbanistiche vi fosse una incoerenza, è solo tra tavole di valore «indicativo», tra indirizzi orientativi e «non prescrittivi».
Dunque, «nessun gioco perverso».
E se l'opposizione pensa che ci siano interessi economici da avvantaggiare (le coop più o meno “rosse”, la reggiana Orion in testa, evocate in alcuni interventi del centrodestra come le sicure aggiudicatarie dell'opera), Berra risponde così:
«Ma se ci sono delle cooperative in grado di creare alleanze anche in un'area imprenditoriale che, almeno originariamente, faceva riferimento alla sinistra, ben vengano», vuol dire che anche in quest'ambito politico siamo diventati «capaci di interloquire con il capitale».

Ma per fare in modo che la procedura che si apre da qui in avanti, quella che porterà alla scelta di progettisti e costruttori del palazzo degli uffici, sia sottoposta a un controllo politico che coinvolga anche le minoranze, il sindaco ha lanciato l'idea di una commissione consiliare di vigilanza. Proposta bocciata, però, dall'opposizione che l'ha giudicata tardiva (secondo Carlo Mazza, gruppo misto, sarebbe come chiudere la stalla quando i buoi sono già scappati) e foriera di una commistione tra due livelli, politico e tecnico, che invece devono restare separati (Massimo Trespidi, Forza Italia).

Quanto ai costi dell'opera, le minoranze sostengono che supereranno le stime - 20 milioni di euro, la stima dell'amministrazione, da coprire per metà con alienazioni di beni comunali e per metà con il project financing - e che condizioneranno le future amministrazioni (Filiberto Putzu, Piacenza Nostra).

Per il sindaco e Sandro Miglioli (Piacentini con Reggi) è una spesa che Piacenza può permettersi: per avere un palazzo degli uffici che, certo, dia funzionalità al Comune (le cui sedi oggi sono sparse su 18 edifici diversi) e servizi più efficienti ai cittadini, ma anche un'opera dalle caratteristiche estetico-architettoniche di tale pregio che ne facciano un «monumento» simbolo della rinascita della città.
Per questo, su proposta di Alberto Squeri (Margherita), la maggiornaza ha approvato un ordine del giorno che chiede «il massimo livello di qualità progettuale prevedendo anche meccanismi premianti idonei a valutare a favorire i progetti di più alto profilo architettonico».
Miglioli ha, comunque, raccomandato l'amministrazione che all'obiettivo si arrivi «con la minor spesa possibile», prendendo in considerazione forme di copertura dei costi anche differenti dal project financing (invito fatto proprio da Reggi).
Luigi Baggi (Rifondazione comunista), infine, ha posto l'accento sul riscatto che da questa scelta amministrativa ne deriverà per la Farnesiana, «un quartiere che in passato ha dato tanto alla città».
Gustavo Roccella


pubblicazione: 20/06/2003
aggiornamento: 12/07/2005

 5834

Categoria
 :.  COMUNE di PIACENZA
 :..  Programma



visite totali: 1.890
visite oggi: 1
visite ieri: 1
media visite giorno: 0,26
[c]




 
Schede più visitate in Programma

  1. Cinque opere per dare un volto alle piazze periferiche
  2. La maxi-variante commerciale.
  3. Aree militari, cerchiamo alleanze
  4. Una donna al comando dei vigili urbani di Piacenza.
  5. Palazzo uffici, vince il progetto di Studio & Partners
  6. TERZO MONDO.
  7. Al Jazira, concerto tra le polemiche
  8. Aree militari : nuovo business per la città ???
  9. «Qualità urbana, Piacenza sia ambiziosa»
  10. Con la Nicolai una Pilotta piacentina
  11. Appalto mense, Cir si allea con Globalchef
  12. Farmacie srl, insediati i tre amministratori
  13. Il sindaco incontra i vigili urbani «Più agenti, presto le assunzioni»
  14. Mense scolastiche a Piacenza : mele, pere ed olio non erano biologici ??
  15. Reggi accusa pesantemente Foti e Garzillo
  16. Quale destino per l'area verde di via XXIV Maggio ?
  17. Intervista a Roberto Reggi : le cose da fare.
  18. Nuovo polo militare, ma quanto costa l'area?
  19. I “paletti” di Alberto Squeri sul toto-assessore
  20. Reggi fa il bilancio di metà mandato.
  21. Reggi: «Eredità difficile questa classifica. Lavorerò per verde, sanità e sicurezza»
  22. Ecco la città che la giunta Reggi ha in mente
  23. Sanità e tempi d'attesa, è polemica.
  24. Reazioni all'abbandono del piano per il Palazzo uffici
  25. Ex Unicem, lavori al via.
  26. Adunata Nazionale Alpini : i primi bilanci
  27. Piano investimenti 2004 : Grande viabilità e un piano parcheggi da 1.400 posti
  28. Aree militari, sì alla task force consiliare
  29. Spazi all'infanzia in tutti i condomini
  30. GRANA EX-UNICEM
  31. «Esami medici con meno code»
  32. Piacenza : il nuovo PUT (Piano Urbano Traffico).
  33. CLAMOROSO A PIACENZA
  34. Tavolo sulla farmacia-polo
  35. «Ridurre il traffico per non minare la nostra salute.

esecuzione in 0,125 sec.