Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  AMBIENTE Piacenza  :.  Urbanistica  :. Area ex Camuzzi di Via Risorgimento da bonificare
sottocategorie di AMBIENTE Piacenza
 :. PM10
 :. SMOG
 :. Elettrosmog
 :. Viabilità
 :. Urbanistica
 :. Inceneritore
 :. Rifiuti
 :. Teleriscaldamento
 :. Acqua
 :. Fiume PO
 :. Amianto




venerdì
22
settembre
2023
Santi Maurizio e compagni martiri



Area ex Camuzzi di Via Risorgimento da bonificare

Residui di gas. Lo dice la Provincia.

L'area ex Camuzzi tra viale Risorgimento e via X Giugno è passata di mano. Non appartiene più al gruppo guidato da Fabrizio Garilli e la nuova proprietà ha in animo un progetto edilizio a destinazione residenziale-commerciale che richiede però un preliminare intervento di bonifica dal momento che il sito - 5.500 metri quadrati nel cuore della città - «risulta potenzialmente contaminato in quanto sono stati riscontrati nel terreno dei residui (contenenti idrocarburi) provenienti dal passato processo di estrazione del gas».

A parlarne in questi termini è l'amministrazione provinciale che ieri in una nota ha espresso «forte preoccupazione per la possibile contaminazione dell'area».
La proprietà è stata richiesta di effettuare «ulteriori e immediate verifiche sulle condizioni del terreno» e «se gli approfondimenti confermeranno la presenza di una contaminazione saranno adottati provvedimenti straordinari per la tutela dell'ambiente». Ma gli «interventi di bonifica e di ripristino dei luoghi che saranno destinati ad uso residenziale» potranno essere definiti «con esattezza» solo «sulla base dell'esito di tali accertamenti di valutazione del rischio».

A portare nelle sedi istituzionali competenti - Comune e Provincia - la pratica dell'ex Camuzzi risulta essere stata una società denominata Cassiopea con sede legale a Piacenza.
Ma è molto probabile che si tratti solo del mandatario incaricato dalla proprietà di sbrogliare il versante ambientale della faccenda. In quali mani sia effettivamente l'area non è dato sapere.
Sono però mani «forestiere», fa sapere l'imprenditore piacentino Gianni Rispoli che per primo (in società con altri) ha rilevato l'ex Camuzzi.
Era la primavera 2011, riferisce il titolare di Morpho real estate, che intendeva realizzare un affare immobiliare: ma visto che il contenzioso con il Fisco che teneva bloccati i beni immobili del gruppo Garilli «andava troppo per le lunghe» e che il mercato del mattone segnava il passo, «mi sono stancato e ho venduto al primo offerente che si è fatto avanti».
E' accaduto «tre o quattro mesi fa», ha spiegato Rispoli senza rivelare il nome degli acquirenti, ma limitandosi a descriverli come «non piacentini» e operatori dei settore immobiliare.

Sull'area di viale Risorgimento sorse nel 1857 la prima officina del gas di Piacenza poi acquistata negli anni Trenta dal gruppo Camuzzi. Definitivamente abbandonata dopo il 2002, è oggi occupata da una serie di fabbricati dismessi, un tempo adibiti a palazzina amministrativa, magazzini e officine.

Tornando al rischio di contaminazione del terreno, è stato il presidente della Provincia Massimo Trespidi a sottolineare come la sua amministrazione stia «portando avanti questo lavoro all'interno della propria competenza in materia di rilevazione dell'eventuale necessità di bonifica nel precipuo obiettivo della tutela ambientale e conseguentemente della salute dei cittadini piacentini». Le Province, ha concluso, «hanno ricevuto anni fa dalle Regioni il testimone su un settore così importante. Paradossalmente oggi ci troviamo di fronte alla scomparsa di un ente che ha visto accrescere nel tempo le proprie funzioni».
Gustavo Roccella
gustavo. roccella@liberta. it
LIBERTA' 22/09/2012


pubblicazione: 22/09/2012

 18006

Categoria
 :.  AMBIENTE Piacenza
 :..  Urbanistica



visite totali: 2.400
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,59
[c]




 
Schede più visitate in Urbanistica

  1. Coop Piacenza 74 : Settanta architetti ridisegnano la città
  2. Porta San Lazzaro, inaugurato il nuovo centro commerciale.
  3. "Dietro la Besurica spunta un quartiere"
  4. Parla la proprietà : "Sull' ex-Acna non ci sono speculazioni".
  5. Un grande parco nell'area dell'ex-Pertite
  6. Federalismo demaniale, ecco il tesoro dei piacentini
  7. Beni militari da cedere, l'elenco c'è
  8. Ance (Confindustria) assegna il 1° premio d'architettura
  9. Ex Acna, è ancora alta tensione
  10. In Via Roma è sempre emergenza.
  11. Ex Acna, intervento urbano.
  12. Il Comune: in vendita Palazzo Chiapponi e Cà Buschi
  13. Ex Unicem, quartiere modello.
  14. Una città zeppa di edifici statali
  15. Un prato in piazza Sant'Antonino
  16. Besurica-bis, la città larga fa discutere
  17. La Procura su palazzo ex Enel: è tutto ok
  18. Negozi, palestre e musica nell'ex ospedale militare.
  19. San Sisto, una baia sul Po per far rinascere l'amore tra la città e il suo fiume.
  20. La fontana gigante di piazzale Torino.
  21. «Frenare la colata di cemento»
  22. Ca' Buschi, il desiderio "proibito"
  23. Acna, delocalizzazione tramontata
  24. Ex Acna : la Giunta dà l'ok al piano edilizio di via Tramello.
  25. Cà Buschi : Vertice tra Reggi e gli ambientalisti
  26. Prg amaro, scosse in maggioranza
  27. Berra: «Va rivisto il piano regolatore»
  28. Giù le mani dalla piazzetta dei tigli !!
  29. Reggi e Garilli, pace senza Gelmini.
  30. "La Giunta Reggi si vergogni !! "
  31. Ex macello, esplode la lite di carte bollate
  32. Come cambia la città, idee a confronto
  33. «Il supermercato in via Cella ci soffocherebbe»
  34. Villa Serena, il ministero prende tempo
  35. Serchia: «L'operazione piazza Cavalli è ok»

esecuzione in 0,109 sec.