Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  PIACENZA A COLORI  :.  Forum Piacenza  :. A Fuori Sacco la Piacenza del futuro
sottocategorie di PIACENZA A COLORI
 :. Colori piacentini.
 :. Eventi.
 :. Forum Piacenza
 :. Ritratti.
 :. Piacenza vista dagli altri




lunedì
6
luglio
2020
Santa Maria Goretti



A Fuori Sacco la Piacenza del futuro

«Entro pochi mesi, magari ad inizio del prossimo anno, potrebbero partire i lavori di ristrutturazione per il recupero dell'ospedale militare».
Le parole sono di Roberto Reggi, direttore dell'Agenzia del Demanio, ieri sera protagonista a Telelibertà a "Fuori Sacco".
Si è parlato della Piacenza del futuro; inevitabile che il dibattito, coordinato dai conduttori e autori del programma Nicoletta Bracchi e Michele Rancati, puntasse forte sulla destinazione dell'ormai famigerato «milione di metri quadrati» di proprietà demaniale e militare.
Un tasto che tiene banco ormai da mesi e che, qualcuno dice, potrebbe rappresentare «un problema più che una risorsa».
Un concetto che non ha ovviamente trovato d'accordo l'ex sindaco: «Iniziamo ad utilizzarli e a sfruttare la disponibilità degli investitori istituzionali, come Cassa Depositi e Prestiti, che stanno consentendo questa operazione».
Il tema delle risorse però, rappresenta la vera nota dolente della maxi operazione di riconversione di beni invocata da anni ma la cui gestione, in questo particolare momento storico, non rappresenta affatto uno scherzo.

Il consigliere comunale Filiberto Putzu è stato piuttosto chiaro: «Serve una visione di insieme della città e, ad oggi, non esiste e, soprattutto, non sappiamo chi sia a dettarla».

Proprio in merito all'utilizzo dell'ospedale militare, Massimo Toscani, presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano, parte da un concetto di fondo: «Piacenza deve darsi una connotazione universitaria maggiore e portare all'interno di questa struttura i quattro poli accademici: significherebbe portare giovani in centro e dare linfa all'intera città».

Ad oggi un sogno, anche se università e soprattutto turismo, pare rappresentare la ricetta che mette d'accordo tutti.
Una ricetta che, secondo gli ospiti dello Spazio Rotative, può ridare slancio alla città e la parola magica sembra essere una e una soltanto: Expo 2015.

Ma quali sono le effettive azioni che gli attori istituzionali, e non, hanno messo in atto per arrivare al meglio all'appuntamento?
«Sono 25 i progetti finanziati - ha detto Giuseppe Parenti, presidente della Camera di Commercio - e ricordiamoci che siamo la sola città a poter contare su una piazzetta all'interno dell'esposizione. Credo sia stato fatto tanto e ancora si stanno compiendo numerosi sforzi che consentiranno di avviare la locomotiva-Piacenza con la speranza che possa proseguire a correre anche dopo Expo».

Ma perchè allora i dubbi e le tante incertezze sul futuro.
Ancora Toscani: «Cremona, città dalle risorse inferiori rispetto alle nostre, è identificata con lo Stradivari. Parma con il prosciutto. A Piacenza manca un brand: sarà questa la vera sfida per il futuro».
Trovare un marchio che identifichi Piacenza in Italia, nel mondo.

«Ho fondato un gruppo che si chiama "Piacenza che verrà", ma effettivamente non riusciamo a capire quando arriverà» sono state le amare considerazioni di Putzu.

Dopodichè si torna dritti da Reggi che chiude la trasmissione rimarcando «la grande opportunità per la città che, come per palazzo Farnese, diventerà proprietaria di Bastione Borghetto, non appena il comune presenterà il progetto di valorizzazione. Una bella fortuna per Piacenza poter contare su "un Reggi" direttore del Demanio? Diciamo pure che il sottoscritto, nelle vesti da sindaco, ha faticato, spesso inutilmente, per trovare interlocutori a Roma».

Corrado Todeschi
LIBERTA' 19/02/2015


pubblicazione: 19/02/2015

Categoria
 :.  PIACENZA A COLORI
 :..  Forum Piacenza



visite totali: 680
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,34
[c]




 
Schede più visitate in Forum Piacenza

  1. Gaetano Rizzuto e Libertà.
  2. Fabbriche della Felicità : Piacenza città futura : quali le scelte ?
  3. Il FUTURO di Piacenza
  4. Il "dream team" per far decollare Piacenza
  5. Intervista a GIACOMO VACIAGO.
  6. Fabbriche della Felicità : Discussione a piu' voci e affondo di Vaciago
  7. Buon 2006.
  8. Cambiamo pelle, ma restano certe debolezze storiche
  9. Le nostre libertà dipendono dalle tasse.
  10. Una società sempre più coi capelli bianchi
  11. Buon 2003 : parla Giorgio Lambri
  12. Ecco i piacentini, contenti ma scortesi
  13. I ragazzi chiedono più verde
  14. Un piano per valorizzare la Marca Piacentina
  15. La popolazione di Piacenza al 31/12/2004.
  16. Piacenza e la Via Francigena
  17. Banca d'Italia Piacenza : commento alla relazione di Fazio
  18. Qualità della vita e ambiente «Ecco dove siamo peggiorati»
  19. “Comunicare” Piacenza
  20. La meccanica avanzata traino per l'economia piacentina.
  21. Montezemolo presidente di Confindustria
  22. Ecco i segni del risveglio di Piacenza
  23. Una scossa per Piacenza per evitare il declino
  24. Perché serve un nuovo umanesimo a Piacenza
  25. Riqualificare Piacenza per svilupparla.
  26. C'è chi sparge storielle.
  27. Quale città costruiamo per i nostri figli?
  28. Buon 2003 : parla Gaetano Rizzuto
  29. Buon 2007 : Per Piacenza più idee e progetti innovativi.
  30. Il benessere per Piacenza : prima bisogna costruirlo.
  31. Piacenza e la "squadra" per il salto di qualità.
  32. Il gioco di squadra a Piacenza secondo Mazzocchi
  33. PIACENTINITA'
  34. Tre regole per guardare avanti
  35. Giglio: oltre la notte, più forti

esecuzione in 0,093 sec.